Indovina chi viene a cena… da Bat-Fiz?

Categorie: Scheda, Serie TV

Pubblicato il 29-06-2014 alle 8:00

Ciao Finalciakker!!
Tranquilli. Sebbene il titolo faccia pensare ad un cult degli anni 60, questo non lo è affatto. Ma lasciate che mi spieghi.
A chi non è mai capitato di organizzare delle cene tra amici, proprio nel periodo estivo. E invitare un ospite invece?
Beh signori miei, così di punto in bianco, il vostro caloroso Bat-fiz di quartiere, ha ben pensato di invitare a cena un ospite straordinario. Un Cult della Tv anni ’90, anzi IL CULT!
Lei è… Jessica Fletcher, e questo è il racconto della serata.

murder-she-wrote

Sono le 8 di sera e come un orologio svizzero, Jessica suona alla porta. In fretta e furia mi precipito ad accoglierla in casa.
La sua tenuta potevo già immaginarla. Come in tutte le sue puntate, una camicetta bianca leggera, una gonna grigio scuro che arriva sotto il ginocchio ed una giacca abbinata con una spilla d’argento raffigurante due ciliege. Fra le mani, come ogni buona casalinga, aveva il suo fantastico polpettone all’interno di una terrina… cosa che fra l’altro non ho mai amato abbastanza.

Angela-Lansbury-as-Jessica-Fletcher-murder-she-wrote-18910822-640-480Bat-fiz: Un incanto come sempre.
Jessica: Ah ma smettila.
B: Prego, la cena è quasi pronta accomodati.

Fatta accomodare, mi velocizzo a portare le prime portate (e scusate il gioco di parole) ma prima accendo la candela che avevo riposto sul tavolo. Perchè? Beh una donna di classe ha bisogno anche di questo ;)

B: Giusto per dare un po’ di atmosfera.
J: Ah una candela rossa. Se non fossi così giovane potrei pensare che mi stai abbordando.
B: Mia cara ricorda sempre che “Io desidero quello che possiedo; il mio cuore, come
J: …come il mare, non ha limiti e il mio amore è profondo quanto il mare: più a te ne concedo più ne possiedo, perchè l’uno e l’altro sono infiniti”… Shakespeare, Romeo e giulietta.
B: Già. Ma come può uno come me farla in barba ad una insegnante di lingua Inglese.
J: Oh, ma è passato molto tempo mio caro. Forse mi sono dimenticata anche come si insegna…
B: Però a scrivere mi pare che la mano non l’hai persa.
J: Ahahaha. Per fortuna non ancora. Altrimenti mi troveresti a bussare alle porte per fare la mendicante. Ahahahah.
B: Naa. Andiamo. In tutti questi anni e con il tuo successo avrai pur messo da parte qualcosa?! Quando hai iniziato a scrivere?
J: Alla morte di Frank, dovevo sopperire le mie angosce e così…
B: E’ vero, è vero. Vi siete conosciuti a teatro non è vero?
J: Già! Io ero sul palcoscenico, durante una prova. Lui mi vide. Si avvicinò e si presentò. Frank Flatcher.
B: Giusto, ricordo. Si vide nella prima stagione se non sbaglio.
J: In realtà era solo la sua voce.
B: Un vago ricordo.
J: D’altra parte la serie iniziò proprio dopo la morte di mio marito. Mio nipote consegnò un mio manoscritto a delle agenzie che lo pubblicarono subito e da lì il successo...
B: Tuo nipote? Ah Grady Flatcher… l’imbecille...
J:… Mio nipote non è un imbecille!
B: No dai ammettilo. E’ un imbecille. Non puoi metterti a lavorare con tutta la gente di malaffare da Cabote Cove per tutto il continente. Se lo fai sei un imbecille. E giusto per citarti: tuo nipote è tanto un bravo ragazzo, ma quanto a furbizia lascia molto a desiderare…

tumblr_m3261iDTsy1rtqrv2o1_500Iniziai a servire il primo. Un bel piatto di spaghetti con il sugo alla siciliana talmente abbondante da far invidia a James Gandolfini.

J: Wow. Che bel piatto. E sono anche buoni.
B: Lo so. Tutta opera mia… è dei vasetti da supermercato, ma torniamo a noi. Ti sei messa a viaggiare per tutta l’America e l’Europa.
J: Già. Quasi dalla prima serie iniziai a fare dei lunghi viaggi per promuovere nuovi libri. Poi con le successive, tutto iniziò ad essere girato per sembrare all’estero. Persino in Italia.. ahahah.. con carabinieri vestiti da poliziotti… se non mi sbaglio. Sai alla mia età si sente anche il peso della memoria.
B: Ma smettila! E bevi della birra. Bella bionda e fresca… come te. Ok questa era pessima, vai avanti.
J: Col tempo diventarono sempre più sporadici i ritorni a casa ed iniziai a vivere a New York.
B: Li ricordo bene quei tempi. Anche se devo ammettere che le puntate a Cabote Cove erano le migliori. A volte non aspetto altro che ci sia un tuo episodio per vedere quei magnifici paesaggi del Maine. I pescherecci. La pioggia. I temporali… gli omicidi! -Dissi strizzando l’occhio-
J: Mmm… –Mugugnò mandando giù un boccone- Ti svelo un segreto. Quello non era il Maine. La serie fu girata in California a Mendocino… la magia della Tv.
B: Diavolo! Questa notizia è più sconcertante della mancanza di Megan Fox in Trasformer3! Beh almeno c’era Amos, Mort, per non parlare di Seth.
J: Hai proprio ragione. La loro compagnia è sempre stata la migliore. Anche se inizialmente aiutarli negli omicidi non era semplice. Molte volte mi vedevano come un impiastro da cacciare. Poi col tempo gli fui necessaria.
B: Come fare a meno di te. Quasi sempre hanno tentato di arrestare degli innocenti prima che tu trovassi il colpevole.
J: Sai ho sempre avuto questo senso di curiosità e voglia di indagare.
B: Eri una specie di Miss Murple… ahahah
J: Beh mio caro. Diciamo che io sono Miss Murple.
B: Cosa?
J: Il mio personaggio non è altro che una trasposizione di Miss Murple ai giorni nostri, ma l’idea non piacque abbastanza ai produttori, e decisero di cambiare città e nome del soggetto, due cose qua e là. E voilà. Jessica Fletcher.
B: Oserei dire Jessica Beatrice Fletcher. Ma con Seth c’è mai stato qualcosa?
J: Oddio ancora questa domanda! Seth è un mio caro amico e non sarà mai altro. Mi è sempre stato vicino, ma potrei dire che sia più innamorato della mia cucina.
B: Giusto al tua cucina. Non vedo l’ora di assaggiare il polpettone che hai portato.

Mi alzai da tavola, tolsi i piatti intanto con la coda dell’occhio la vidi osservare qualsiasi cosa con lo sguardo. Una straordinaria donna attenta ad ogni dettaglio.
Quando tornai dalla cucina con il bendidio di Jessica, ricominciai l’interrogatorio.

jessica_fletcher_2B: Ma Mort come si comportò come nuovo sceriffo? Ricordo che anche con lui ci fossero delle grandi difficoltà.
J: Difficoltà era una parola grossa. Sai dopo la quarta stagione Amos non fu più sceriffo della contea e venne eletto un nuovo sceriffo. E sai una cosa? La cocciutaggine di Mort mi fece rimpiangere quella del suo predecessore.
B: Ricordo che iniziò a lamentarsi, poco dopo l’inizio della quinta stagione, di essere capitato nella città col maggior numero degli omicidi… mi sbellicai dalle risate.
J: E ce ne volle per fargli capire che andarsene non era la cosa più sensata.
B: Cavolo davvero buono questo polpettone. Ora capisco Seth ancora di più. Beh però devi considerare che la cosa era assurda. Ogni puntata attori diversi e tra comparse e attori principali quella città doveva contare una popolazione pari a quella dell’intero stato del Maine. Immagino che sia per questo motivo che spostarono le puntate in altre città.
J: Già. Quanti anni son passati.
B: E’ vero. Ma cavolo, rivederle è sempre bello. Più si va avanti e più si vedono quelle che ora sono star di hollywood.
J: Hai proprio ragione. Li ricordo ancora tutti. Joseph Gordon-Levitt, Mickey Rooney, John Astin, Janet Leigh, June Allyson, Van Johnson, Linda Blair, Elliott Gould, Darlene Conley, Doris Roberts, Capucine, Courtney Cox, Richard Cox, Marisa Berenson, Tippi Hedren, Charlene Tilton, John McCook, George Clooney, Vera Miles, Martin Landau, Leslie Nielsen, Marcia Cross, Eileen Brennan, Joseph Bologna, Bruce Jenner, Adrian Paul, Stan Shaw, Cynthia Nixon, John De Lancie, Andy Garcia, Barbara Bain, Roy Dotrice, Ernest Borgnine, David Soul.
B: Cavolo potresti essere considerata la loro mentore.
J: Ma voi in Italia lo sapete della puntata girata con Magnum?
B: Aspetta. Stai parlando di Magnum? Quel Magnum?
J: Si il Magnum di Magnum P.I.! Venne girato un unico episodio Magnum On Ice, in cui io lo aiuto a risolvere un caso. Venne mandato in onda qui in Italia nel 2008 via satellite in versione originale, e solo nel 2011 venne doppiato in occasione del Telefilm Festival. Proprio in quell’anno venne mandato in onda su rete 4. Fu proprio l’acquisto della serie da parte di mediaset a sbloccare la questione.
B: Beh certo. Prima i diritti de “La signora in Giallo” li aveva la Rai e poi l’acquisto da parte della concorrenza, che già deteneva i diritti di Magnum, gli ha permesso di mandare in onda la storia.

Versai dell’altra birra nei bicchieri e una volta finito portai fuori il polpettone. Quando tornai tra le mani avevo delle coppe di gelato bagnate con un bicchiere di rum.

1234829705_1B: Comunque sia da un posto ad un altro, il format era sempre quello. Tu arrivi nel posto, ci fai conoscere alcuni protagonisti, uno di questi viene assassinato, la polizia incastra l’uomo sbagliato, ed infine porti la polizia del luogo ad arrestare il vero assassino.
J: Originale eh?
B: Diciamo che come format non stanca mai. E non si possono dimenticare nemmeno gli sguardi di disprezzo/compassione che lanci ogni volta che l’assassino confessa.
J: Ahahahah

La cena era ormai giunta al termine e Jessica dovette andare a casa, così dopo averle chiamato un taxi la accompagnai alla porta.

B: Beh alla fine dei conti con 12 stagioni di circa 22 episodi ciascuna e 4 film, la tua serie detiene il maggior numero di nomination ai Golden Globe come Miglior attrice ed Emmy Award come Migliore serie drammatica. Si può dire che la tua interprete, Angela Lansbury abbia fatto un ottimo lavoro.
J: Devo dire che hai proprio ragione. E’ tutto merito suo e a lei gli devo molto, oltre al fatto di aver acquistato i pieni diritti sul prodotto dal ’91 grazie al marito. Ora devo andare. E’ stata una cena perfetta.
B: Ti ringrazio molto –Dissi ridendo- Ah un ultima cosa. Ma è vera la storia dell’Episodio Perduto?
J: Ebbene, ragazzo mio. E’ tutto vero.
B: Ma perchè in Italia dovrebbero voler eliminare un episodio dalla Tv.
J: A volte figliolo, Jessica deve fare una scelta. Decidere se far arrestare dei criminali oppure no. Quella scelta spesso è molto semplice, ma altre volte… non potevo denunciare i ragazzi!
B: E l’Italia ha pensato che per questa tua scelta si sarebbe urtata la sensibilità degli Italiani? Non ci credo!
J: Non sai mai come reagisce la gente. dovresti averlo imparato da ciò che racconto nelle puntate.
B: Giusto. Tu hai sempre ragione. Arrivederci Jessica.

1213121052775_fMurder, She Wrote
Soggetto: Peter S. Fischer, Richard Levinson, William Link;
Cast: Angela Lansbury, William Windom, Ron Masak, Louis Herthum, Tom Bosley;
Genere: Comedy | Crime | Drama | Mystery | Thriller; USA [
1984-2003];
Stagioni: 1 [21], 2 [22], 3 [22], 4 [22], 5 [22], 6 [22], 7 [22], 8 [22], 9 [22], 10 [21], 11 [21], 12 [24] + 4 film (1997 al 2003) + 1 crossover con Magnum P.I.

Voto Bat-fiz:7 (continua ancora a rallegrarmi i momenti di pausa pranzo)
Voto di Axel Foley: anche un 8ello! le serie dell’infanzia…
Voto IMDb: 6.8 con 9.336 users

 

 

Informazioni su bat-fiz

bat-fiz

Collaboratore ufficiale di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a batfiz@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com