The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 28-04-2014 alle 19:13

spider-man posterThe Amazing Spiser-man 2 (USA | 2014 | 142 min)
Andrew Garfield (Peter Parker/Spider-man), Emma Stone (Gwen Stacy), Jamie Foxx (Max Dillon/Electro), Dane DeHaan (Harry Osborn/Green Goblin), Colm Feore (Donald Menken), Paul Giamatti (Alexei Sytsevic), Sally Field (May Parker).
Scritto da Alex Kurtzman, Roberto Orci & Jeff Pinkner.
Diretto da Marc Webb.
Genere: Fantascienza | Azione | Avventura | Stan Lee | Marvel

spider-man 05Peter Parker nelle vesti del suo alter ego Spider-man continua la lotta contro il crimine, nel giorno della consegna del diploma riesce catturare il russo Alexsei Sytsevic che aveva rubato un camion di plutonio dalla Oscorp. Peter continua a essere tormentato dalla morte del capitano Stacy, il padre di Gwen, e non si da pace perché non riesce a capire il significato di quella valigia lasciatagli dal padre prima di affidarlo agli zii e di morire assieme alla madre in quel tragico incidente aereo.
Queste sono solo due delle complicazioni perché ben presto arriverà Electro a sottrarre tutta la corrente che alimenta la città di New York e successivamente un altro cattivone perché il nostro amichevole uomo ragno di quartiere non può rilassarsi un attimo.

spider-man 01Commento in modalità nerd attivo… Prosegue la storia del vigilante in costume rosso e blu e c’è un cambio nelle file della sceneggiatura venendo affidata, tra i vari, a quei due buontemponi di Kurtzman & Orci. I personaggi sono ancora in linea con il film precedente e ricordano molto quelli che sono comparsi nella serie a fumetti Ultimate Spider-man (2000). Ci sono diversi momenti divertenti specie quando l’arrampicamuri è in azione e diversi dialoghi smielosi nei momenti di intimità con Gwen. Anche la genesi dei cattivoni non fa proprio impazzire, sono molto meglio le sequenze di combattimenti e quelle dove l’eroe svolazza tra i grattacieli della Grande Mela. Il costume è cambiato, bello e classico come si vede nei fumetti.

spider-man 04Però ancora una volta, da grande appassionato del tessiragnatele, a malincuore non riesco a dare un 8ello, ancora non ci siamo e dare un voto inferiore all’otto anche se superiore alla sufficienza per me significa che l’obiettivo non è stato centrato pienamente.

spider-man 03_NEWConsiderazioni finali
Spider-man è un personaggio diverso dagli altri della Marvel, sicuramente è quello più sfigato, ha perso i genitori e uno zio, cosa che lo ha costretto a crescere in fretta e a insegnarli che cosa sia veramente la responsabilità; nonostante questo ha ancora molto da perdere, persone a lui care come zia May e la sua fidanzata (Gwen o Mary Jane che dir si voglia). Inoltre non essendo di famiglia ricca deve sempre andarci piano con le spese per riuscire a far quadrare i conti a fine mese; è sicuramente quello che ha più nemici di tutti e deve continuamente cercare di non badare a quell’informazione che gli si rivolta sempre contro diffondendo false notizie sul suo conto alterando così il giudizio dell’opinione pubblica.

spider-man 02Tutti queste caratteristiche del fumetto, in un modo o nell’altro devono per forza essere messe anche in un film, che quindi non può avere solo scazzottate che a noi finalciakiani piace tanto vedere; il bello è che tutti questi elementi sono stati messi insieme e scritti in maniera magistrale dal supremo Brian Michael Bendis per tutti quei 160 numeri di Ultimate Spider-man.
Quindi finchè la casa delle idee non si riprende anche i diritti di questo personaggio dalla Sony e, successivamente, non mette alla regia e alla sceneggiatura un B. M. Bendis degno di nota, i film sull’Uomo Ragno continueranno a essere sempre una spanna sotto rispetto a quelli dedicati agli altri supereroi Marvel.

Dov’è Stan Lee? Fa lo spettatore alla cerimonia di consegna dei diplomi

Voto di IMDb: 7,7
Voto di Axel Foley: 7 (ultima spiaggia)
Voto di Doc Brown: 7
Voto di Snake Plissken: 7 (Sony non ci sono paragoni.)
Voto di Bat-Fiz: 7 (solo per Emma Sasso)
Voto di Lana Lang: 7 (Nuuuuuuuooooooo non può finire così)

 

 

Informazioni su Axel Foley

Axel Foley

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a axelfoley@finalciak.com

  • Bravi Gardfield e Stone, affiatati e ben immedesimati nelle loro parti. Il vero problema è la sceneggiatura, ci vuole qualcuno che riesca a portare l’arrampicamuri di Sony ai livelli stabiliti dai Marvel Studios, insomma ci vogliono dei veri fan a fare questo film. Grande assente J.J.J., si è persa un’occasione, e forse troppa carne al fuoco, bruciata poi per troppe scene romantiche tra Peter e Gwen (si poteva contare su meno scene senza però minare la qualità del rapporto). Elettro poi è troppo simile a personaggi gia visti in altri ambiti, un’amalgama tra Doc Manhattan (tanto caro a noi di Finalciak), Palpatine e Cole Macgrath di InFamous (guardacaso di Sony). Insomma, bello, divertente, ma ancora non ci siamo. Confido che Sony riesca a trovare quel tocco che manca per rendere questo reboot una pietra miliare tra i film tratti da fumetti.
    P.s. Il fatto che Peter usi una Sony Alpha invece di una Nikon un pò mi ha fatto storcere il naso… Ma d’altronde paga Sony…