Mamma ho perso l’aereo [Multirecensione]

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 18-12-2013 alle 8:30

Con l’avvento delle feste e relativa corsa ai regali, fioccano anche le recensioni a tema natalizio di Finalciak. Eccovi due film che hanno rallegrato la mia infanzia, e che dopo ben 20 anni e numerose visioni, riescono ancora a farmi ridere.

Mamma ho perso l’aereo

HomeAlone1Home alone (1990, USA, 103 min.) Regia: Chris Columbus Interpreti: ; ; ; Scritto da: Genere: Commedia La famiglia McCallister si riunisce per le festività natalizie, pronta a partire per Parigi. A causa di un conteggio sbagliato dei pargoli, l’ultimogenito della famiglia Kevin, viene “dimenticato” a casa. Svanito lo stupore iniziale dell’essere da solo, dovrà affrontare i problemi di ogni giorno, come spesa e bucato. Dovrà anche fermare due ladri maldestri, usando ogni mezzo possibile ed immaginabile.

Film natalizio per eccellenza, nonostante i suoi anni, strappa sempre una risata: merito della regia di Chris Columbus, qui alla sua terza fatica dietro la macchina da presa, e del produttore e scrittore John Hughes, tra le cui opere figurano anche “National Lampoon’s Vacation“, “La donna esplosiva“, ed altri classici degli anni ’80. La storia ha un buon ritmo e buone gag e scorre senza intoppi fino alla fine. La famiglia McCallister è tremendamente disfunzionale: insomma come fai a dimenticare un figlio a casa? E possibile che nessuno se ne accorga?

homealone1 family

I pargoli McCallister

Ah già, in famiglia odiano tutti l’ultimogenito Kevin, lo bersagliano continuamente con battutacce o lo prendono a male parole. Il fratello maggiore Buzz, per incutergli paura, gli racconta la geniale storia dell'”Assassino della pala”, puntando ingiustamente il dito su Marley, un loro vicino che, molto gentilmente, sparge il sale sui vialetti del circondario per non farli ghiacciare. Buona l’interpretazione di Macaulay Culkin, che a soli 10 anni indossa le vesti del protagonista. Stupenda la reazione quando realizza di essere rimasto solo in casa: dopo lo stupore iniziale, la gioia più assoluta del fare quello che ca**o gli pare!

homealonejumpingI trucchi che escogita a spese di Marv ed Harry sono degni di una mente diabolica ed anche un pelo sadica.

homealone1 harry2E’ doppiato da Ilaria Stagni (voce anche di Bart Simpson, Scarlett Johansonn ed Eva Longoria).
Assolutamente fantastica la coppia Joe Pesci – Daniel Stern nei panni degli sconsiderati malviventi Harry e Marv: il primo vuole fare il ladro “serio e professionale”, che studia in anticipo e con attenzione i dettagli dei crimini, ma l’idiozia del suo compagno rende vana questa sua accuratezza. Daniel Stern ci mette la sua mimica per mettere in scena lo squinternato Marv, ed il doppiaggio di Mino Caprio (voce di Peter Griffin) corona quest’impagabile performance. Ad entrambi Chris Columbus chiese di non imprecare nelle scene in cui subiscono gli scerzetti di Kevin, trattandosi di un film per famiglie (in America registrano il sonoro in presa diretta, raramente doppiano).

homealone2marvharryCameo di John Candy nei panni del musicista di polka Gus Polinski, che offrirà un passaggio a Kate McCallister (Catherine O’Hara), per tornare a casa.
Oltre alla neve e gli addobbi natalizi, l’atmosfera festiva arriva anche dalle impeccabili musiche piene di campaellini di John Williams, per cui ha vinto il BMI Film & TV Award nel 1990.
Kevin che urla sulla locandina del film è una citazione dall'”Urlo” di Munch.
Il film gangster che guarda Kevin, “Angels with filthy souls” è stato girato appositamente per comparire in “Mamma ho perso l’aereo”.

Kevin: Quando sarò grande, mi sposerò ed andrò a vivere da solo!

Frank McCallister (alla madre di Kevin, che ha appena realizzato di aver dimenticato il figlio a casa): Se può farti sentire meglio, io ho dimenticato gli occhiali.

Marv: Uno dei due si chiama Cobra, tant’è vero che parlava sibilando.

Harry: Torniamo qui verso le 9, così sarà buio.
Marv: Si, i bambini hanno paura del buio!
Harry: Anche tu hai paura del buio, Marv, non dire di no!

Voto di IMDb: 7,3
Voto di Lisbeth Kelevra: 7,5
Voto di Snake Plissken: 7

Mamma ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York

homealone2Home alone 2: Lost in New York (1992, USA, 120 min.) Regia: Interpreti: ; ; ; Scritto da: Genere: Commedia

La famiglia McCallister si riunisce per le festività natalizie per andare in Florida. Partendo come al solito in fretta e furia, Kevin sbaglia gate d’imbarco ed invece che a Miami con la famiglia, si ritrova solo a New York. Grazie alle carte di credito del padre, affitta una “modesta stanzetta” al Plaza Hotel, con vista su Central Park. Nel frattempo, Harry e Marv, arrestati nel precedente film, sono evasi e decidono di svaligiare un negozio di giocattoli. Di certo non si aspettano che Kevin gli metta i bastoni tra le ruote.

Nonostante lo schema narrativo sia uguale a quello del film precedente, la miscela funziona ancora una volta. La trama è un pò più articolata del primo, alcuni punti un pò troppo forzati, ma comunque scorrevole. Bellissima la considerazione iniziale di Kevin sul passare il Natale in Florida: hanno solo palme, niente alberi di Natale, quindi che Natale è? Tra l’altro, quando la famiglia atterra in Florida, piove a dirotto! Lo scherzo con cui l’adorabile fratello Buzz umilia Kevin all’esibizione del coro è bastardissimo, ma troppo spassoso.Home Alone 2 - concertInsomma, è passato un anno dagli eventi del precedente film, ma la famiglia ce l’ha sempre con Kevin. Ha la mia piena comprensione se anche questa volta desidera che i parenti spariscano! Se nel primo capitolo siamo passati sopra all’assurdità che ben 14 persone non si accorgano che manchi uno di loro, possiamo chiudere un occhio anche qui per il fatto che Kevin poteva benissimo cambiare le batterie comodamente sull’aereo, invece che correndo come una furia verso l’imbarco. Arrivato a New York, non si fa certo prendere dallo sconforto, godendosi come al solito l’assenza della famiglia, e soggiornando in una lussuosissima suite con servizio in camera al rinomato “Plaza Hotel”: ha gusto il ragazzino!

homealone2_icecreamI giri che fa Kevin a New York, sono quelli tipici di un turista che la visita per la prima volta: ponte di Brooklin, Central Park, un tempo le Twin Towers, tutto contornato da uno sfizioso giro in limousine. Nel corso del film vengono mostrati altri luoghi simbolo della città come Times Square ed il Rockfeller Centre. L’abbiamo vista mille volte nei film (io anche dal vivo a dire il vero), ma New York ha sempre un suo fascino.
Bravo Macaulay Culkin, perfetto nei panni di Kevin; sempre bastardi e sull’orlo del sadismo gli scherzi architettati per i due malviventi.
Ottimi Joe Pesci e Daniel Stern nell’interpretare il ben collaudato duo: l’astuto Harry contrapposto al tonto Marv, tanto sciocco da spifferare a Kevin il loro “diabolico” piano!homealone2_1Bravissimo Tim Curry nella piccola parte del consierge Hector: da piccola lo vedevo come personaggio “cattivo” che ostacolava Kevin, col senno di poi non posso certo biasimarlo, visto che sta solo svolgendo il suo lavoro. Però rido ancora di gusto quando Kevin trionfa nello sfuggirgli e quando costringe lo staff dell’hotel ad inchinarsi e a dire “Ti amo” in coro.

homelone2_kneeCerto, vedere Tim Curry senza trucco è strano, visto che le sue apparizioni più famose sono il clown Pennywise in “IT” e il dr. Frank-N-Furter nel musical “The Rocky Horror Picture Show“.
La colonna sonora è firmata da John Williams, e nel 1993 vince il BMI Film & TV Award. Nella versione del film che ho visionato, evidentemente uscita post 11 settembre, la scena in cui Kevin si trova sopra una delle Twin Towers è stata tagliata: non si capisce più che il tetto appartiene proprio ad una delle torri; inoltre la musica si interrompe in maniera brutale: ma un fade out della traccia audio gli pesava farlo? Sono stati eliminati anche gli insulti più “forti”, tipo “Ficcanaso pervertito” e “Maledetto animale”… insomma offese pesantissime!
Kevin guarda “Angels with Even Filthier Souls“, presumibilmente il seguito di “Angels with filthy souls“; ovviamente anche questo è stato girato apposta per comparire in “Mamma ho riperso l’aereo”. Nella hall dell’albergo, Kevin chiede le indicazioni per la reception a Donald Trump, che all’epoca era proprietario del Plaza Hotel.

Nonostante lo schema segua quello del precedente film, non ci si annoia, e si ri-guarda volentieri.

Voto di IMDb: 6,2
Voto di Lisbeth Kelevra: 7
Voto di Snake Plissken: 6,5

 

Informazioni su Lisbeth Kelevra

Lisbeth Kelevra

Collaboratrice ufficiale di FinalCiak. Potete contattarla direttamente scrivendo a lisbethkelevra@finalciak.com

  • Chris Columbus, il maestro supremo dei film per ragazzi! Ricordiamo in Big Bang Theory il Columbus Day: si celebra visionando I Goonies, I Gremlins & Piramide di Paura.
    Se non li avete visti questo non è il sito che fa per voi :-p

  • Ti dirò che alcuni è anni che non li vedo…