The Lone Ranger

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 12-07-2013 alle 20:15

03-lone-ranger

The Lone Ranger (USA, 2013, 149min)
Regia: Gore Verbinski.
Produttore: Jerry Bruckheimer.
Cast: Johnny Depp, Armie Hammer, Johnny Depp, William Fichtner, Johnny Depp, Helena Bonham Carter e special guest Johnny Depp.
Genere: Azione | Avventura | Western | Ponsa

Windigo, lo spirito affamato di carne umana (e pure di soldi) si aggira per i corridoi della Disney. Tolto il cappello da pirata, Johnny Depp si sveste nei panni di Tonto, nativo americano che deve essere la macchina macina soldi di una serie che non spiccherà il volo. Depp fa il suo mestiere, ma questo può bastare per fare un film di due ore e mezza?

the-lone-ranger-jhonny-depp-tonto

Gore Verbinski si sgancia dalla serie delle avventure di Jack Sparrow, per portarci in America durante la “civilizzazione”, quando gli europei governavano e costruivano a discapito degli indigeni; quando il guadagno personale era anteposto al benessere collettivo, un po’ come adesso.

Analizziamo ora la pellicola.
Trama: abbiamo il buono, abbiamo il buono scemo, il cattivo e il cattivo stronzo. Lineare, semplice. Niente di particolare, ma potrebbe essere meglio.
Trailer: fuorviante. Troppo fuorviante. Vi odio.
Budget: enorme, 250M$, per pagare Depp presumo.
Azione: condensata nel finale, magari se si svegliavano prima…
Durata: estremamente ed inutilmente lunga. Bastava 1h30m/1h45m
Morale: roba da bambini in età prescolastica.
Effetti Speciali: Buoni.
Colonna sonora: Buona, con l’ausilio della musica classica.
Regia: statica, noiosa, pedante, non c’è chimica tra la splendida scelta delle location e degli attori, si scopiazza in maniera sbagliata dai classici western.the-lone-ranger-johnny-depp-ed-armie-hammer-a-cavallo-osservano-lo-sterminato-canyon-che-si-estende--252722

Un film da fare a tutti i costi, importantissimo per la flop ten di quest’anno, un film che qualcuno (ferrarese) definirebbe da ponsa, cioè da dormita.
Se lo spettatore rimane tale, passivo, senza riceve un messaggio forte e senza essere coinvolto nella spettacolarità delle immagini o della trama, allora il tuo lavoro non è buono. Il risultato diventa un polpettone, infantile in questo caso, che stimola la noia e il sonno e che gonfia a 2,5Atm i testicoli del cinefilo per passione e che lascia gli altri come un revolver scarico.

THE LONE RANGER

Mio caro Verbinski, questo film mi ha bloccato la gola come una pallina di catrame e devo andare all’ospedale, adesso, se no muoro.
Gore Verbinski, sei fuori dalla cucina di Hollywood!

Voto di IMDb: 6,6 con 93,419 voti
Voto di Snake Plissken: 4,5
Voto di Axel Foley: 5
Voto di Doc Brown: 4 (con ponsino di intermezzo)

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.

  • Gore Verbinski, Ted Elliot & Terry Rossio, Hans Zimmer, Johnny Depp, la stessa squadra de I Pirati dei Caraibi ma questa volta con un tremendo e deludente risultato.
    E ho ancora più paura se leggo Pirati dei Caraibi 5 e 6…

  • Un vano tentativo di Disney/Verbinski di replicare la macinasoldi che è Pirati dei Caraibi. Gli spettatori non gradiscono nonostante un Depp fuori forma (anche fisica) apprezzato però dalle 4 ragazze depilate e profumate sedute alla mia sinistra che venivano ogni volta che Gionni muoveva un sopracciglio (quella piú vicina a me era colpita da schizofrenia ogni volta che solo c’era il sentore che comparisse Gionni Daip). Poco male per Disney, recupererà i dindi investiti con gli incassi di Star Wars e con Avengers 2.

    P.s. Chi immaginava che Kaspersky si pronuncia ‘carspéschi’?!