American Pie [Multirecensione]

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 08-06-2012 alle 11:49

Continua l’avventura su Finalciak di Lisbeth Kelevra che si è presa la briga di vedere tutti gli American Pie e con questa scheda si candida direttamente per la conquista di utente dell’anno!

American pie (1999)

Di Paul Weitz, con Jason Biggs, Chris Klein, Thomas Ian Nicholas, Alyson Hannigan, Shannon Elizabeth, Seann William Scott, Eugene Levy, Mena Suvari, Jennifer Coolidge.

Jim (Jason Biggs), Kevin (Thomas Ian Nicholas), Chris detto Oz (Chris Klein) e Finch detto Pausamerda (Eddie Kaye Thomas), compagni all’ultimo anno di liceo, fanno un solenne giuramento: di arrivare al college non più vergini.
L’occasione migliore è la festa in onore del diploma a casa di Stifler (Seann William Scott).
Tutti cercheranno di affinare le proprie arti amatorie per sedurre una giovane pulzella e onorare il giuramento.
Ma le cose non sempre filano lisce…

Basato su gags esclusivamente a sfondo sessuale, il film dà un quadretto sulle conseguenze che hanno le ondate di ormoni adolescenziali.
C’è chi si innamora sul serio e pensa che il sesso possa fare un balzo avanti al rapporto e chi invece cerca una classica “botta e via”.
La trama è scorrevole, non troppo elaborata e si guarda piacevolmente.
Gli attori sono bravi e ben calati nei personaggi, dall’imbranato Jason Biggs, allo strafottente sciupafemmine Stifler.
Imbarazzante ma geniale Eugene Levy, nel ruolo del padre di Jim, soprattutto quando gli porta delle riviste porno e cerca di spiegargli come si usano!
Colonna sonora tipica del periodo, con pezzi punk della West Coast tipici dell’epoca.
Bellissima la citazione da “Il laureato” forse la più culturale di tutto il film, anche Sherman (Chris Owen) fissato con Terminator.
Qui viene coniato anche il termine M.I.M.F (mamma che mi farei, in originale M.I.L.F, mother I’d like to f**k) con riferimento alla procace mamma di Stifler, interpretata da Jennifer Coolidge.

Voto di IMDb: 6,9
Voto di Lisbeth Kelevra: 7
Voto di Axel Foley: 7
Voto di Snake Plissken:7,5

American pie 2 (2001)

Di J.B. Rogers, con Jason Biggs, Chris Klein, Thomas Ian Nicholas, Alyson Hannigan, Shannon Elizabeth, Seann William Scott, Eugene Levy, Mena Suvari, Jennifer Coolidge.

Passato il primo anno del college, i nostri cinque eroi si ritrovano e decidono di passare l’estate
in una casa sul lago all’insegna del cazzeggio, dei festini e del sesso facile.
Ognuno ha i suoi guai con il gentil sesso, chi è ancora innamorato della vecchia fiamma, chi attende il ritorno dell’amata e chi cerca di fare bella figura nelle prestazioni sessuali.

La trama è prevedibile e non coinvolge, le gags dopo un pò stancano.
Troppo sdolcinate le storie di Kevin ed Oz, troppo fedeli e romantici, fuori posto per un film come questo! Tremendamente grandiosa la performance di Jason Biggs al trombone.
Degna di nota sempre la colonna sonora, che ci volete fare, a me piace quel tipo di musica!

Voto di IMdb: 6,2
Voto di Lisbeth Kelevra: 5
Voto di Axel Foley: 6
Voto di Snake Plissken: 7

American pie: il matrimonio
(American wedding, 2003)

Di Jesse Dylan, con con Jason Biggs, Thomas Ian Nicholas, Alyson Hannigan, Seann William Scott, Eugene Levy, January Jones, Jennifer Coolidge.

Jim (Jason Biggs) e Michelle (Alyson Hannigan) decidono di convolare a nozze. Ovviamente i preparativi per l’evento saranno ardui, a cominciare dalla realizzazione dell’abito da sposa, dal compiacere gli esigenti genitoridi lei e dall’addio al celibato di Jim.
Tra un equivoco e l’altro, Cadence (January Jones), la sorella di Michelle, dovrà scegliere se cedere al corteggiamento di Finch (Eddie Kaye Thomas) o quello di Stifler (Seann William Scott), che si invertiranno i ruoli per l’occasione.

Voto di IMdb: 6,1
Voto di Lisbeth Kelevra: 6
Voto di Axel Foley: 5
Voto di Snake Plissken: 6

American Pie – Band Camp
(American Pie Presents Band Camp, 2005)

Di Steve Rash, con Eugene Levy, Tad Hilgenbrink.

Matthew Stifler (Tad Hilgenbrinck), fratello minore dello sciupafemmine Steve Stifler, viene spedito per punizione al campo estivo della banda musicale. Qui ha la trucida idea di filmare le pulzelle sotto la doccia ed altri atteggiamenti intimi, al fine di produrre un video e spedirlo al fratello maggiore per una produzione su larga scala.
Dopo la diffidenza iniziale, Matt entrerà a pieno nello spirito di competizione tra le bande rivali.

Il film è stato distribuito solo per il mercato home video.
L’unico collegamento con i film precedenti è la presenza di Eugene Levy e Chris Owen, verranno poi nominati Jim, Michelle e Steve Stifler e anche episodi avvenuti negli altri film.
La trama è banale, i personaggi sono prevedibili e non rimangono impressi. Buono per un pubblico di adolescenti, quando uscì ero già un pò troppo grande e risi poco e niente.
Qui non è solo il sesso il moto centrale del film, c’è anche lo spirito di competizione, che risulta però poco coinvolgente per lo spettatore.
Tad Hilgenbrinck è stato scelto per interpretare la parte di Matthew per la somiglianza con Seann William Scott.

Voto di IMdb: 4,9
Voto di Lisbeth Kelevra: 4
Voto di Axel Foley: 3
Voto di Snake Plissken: 3

American pie – Nudi alla meta
(American Pie Presents: The Naked Mile, 2006)

Di Joe Nussbaum, con Eugene Levy, John White, Jake Siegel, Ross Thomas, Steve Talley.

Erik Stifler (John White), cugino del donnaiolo Steve Stifler, non è degno di esserne parente, in quanto è ancora vergine all’ultimo anno di liceo.
Insieme agli amici Mike (Jake Siegel) e Ryan (Ross Thomas) si reca al college dal cugino Dwight (Steve Talley) dove si tiene il “miglio nudo”, una corsa come mamma ci ha fatti per liberarsi dalle tensioni degli esami universitari.
Armati delle migliori intenzioni festaiole, i tre si ritrovano pienamente immersi nella vita del college, con tanto di scontri tra confraternite rivali.

Anche questo film è uscito solo per l’home video, ed anche questo è molto deludente.
Trama banale ed insulsa, gags abbastanza volgari, personaggi e situazioni prevdibili e già viste. La psicologia dei personaggi è al limite dell’infantile, sicuramente un adolescente che lo vede si ritrova in alcune situazioni, ma se uno è a malapena più anziano, trova il film veramente inopportuno.
Bella l’idea del “miglio nudo”, forse una delle poche tradizioni made in USA che gioverebbe importare.

Voto di IMdb: 4,9
Voto di Lisbeth Kelevra: 4
Voto di Axel Foley: 5
Voto di Snake Plissken: 5

American pie: Beta house
(American Pie Presents: Beta House, 2007)

Di Andrew Waller, con Eugene Levy, John White, Jake Siegel,Steve Talley.

Erik Stifler (John White) e Mike Coozeman (Jake Siegel) si sono diplomati e sono approdati nello stesso college del cugino di Erik, Dwight (Steve Talley). Entrambi single, cercheranno di rimorchiare quante più ragazze possibili ed affronteranno ardue prove per entrare nella confraternita Beta Delta Xsi.
La confraternita entrerà in lotta con quella rivale dei secchioni, al punto da ripristinare le proibite Olimpiadi dell’antica Grecia.

La trama è demenziale, alcune situazioni surreali, le gags trite e ritrite, i personaggi non sanno di niente. Abbondano tette e culi, ma è l’unica cosa degna di nota di tutto il film.
La festa finale fa il verso al Toga party di Animal House, ma senza emularlo nemmeno lontanamente.

Voto di IMdb: 5,1
Voto di Lisbeth Kelevra: 4 (sarò monotona, ma a me non dicono proprio nulla!)
Voto di Axel Foley: 6 (Adoro l’odore di tette bagnate la mattina!)
Voto di Snake Plissken: 6 (http://www.youtube.com/watch?v=WdCs71Da78I)

American pie: Il manuale del sesso
(American Pie Presents: Book of Love, 2009)

Di John Putch, con Eugene Levy, Bug Hall, Kevin M. Horton, Brandon Hardesty.

Rob (Bug Hall), Nathan (Kevin M. Norton) e Lube (Brandon Hardesty) sono tre liceali in cerca della loro prima volta.
Troveranno per caso la “bibbia”, storico libro di consigli sessuali ormai rovinato. Per riportarlo alla sua integrità, i tre contatteranno tutte le persone che a mano a mano vi hanno aggiunto le proprie conoscenze.
Ovviamente useranno le dritte per far colpo sulle donzelle e garantirsi un posto nell’olimpo dei non più vergini.

Il film è veramente insulso, la trama esile e la comicità assente. I personaggi sono senza spessore e poco coinvolgenti.
Lo Stifler di turno è troppo arrogante e non è certo l’anima delle feste come i suoi parenti.
Direi uno dei peggiori film che io abbia mai visto, ho riso due volte di numero, e manco di cuore!
Unica nota geniale: la macchinetta che guida Eugene Levy foderata di tappeto!

Voto di IMdb: 4,6
Voto di Lisbeth Kelevra: 3
Voto di Axel Foley: 3
Voto di Snake Plissken: 3

American pie: ancora insieme
(American reunion, 2012)

Di Jon Hurwitz & Hayden Schlossberg, con Jason Biggs, Chris Klein, Thomas Ian Nicholas, Alyson Hannigan, Shannon Elizabeth, Seann William Scott, Eugene Levy, Mena Suvari, John Cho, Jennifer Coolidge.

Jim (Jason Biggs) e Michelle (Alyson Hannigan), dopo aver convolato a nozze, hanno un bambino, ma la loro vita sessuale è pari a quella di una sedia a dondolo.
In occasione della riunione della classe 1999 del liceo, tornano a East Great Falls, dove incontreranno i vecchi amici di sempre; si riaccendono i vecchi amori, chi cerca di ravvivare la passione e chi pensa sempre e solo a pistonare.

Dopo gli ultimi tre film partivo molto prevenuta su quest’ultimo.
Forse il ritorno dei personaggi a cui ci si è affezionati, la loro maturità e le situazioni non più da liceo, rendono il film più guardabile.
La trama è buona, parte bene con un’abbondante dose di gags e situazioni imbarazzanti, poi si affievolisce e si riprende nel finale.
In Stifler (Sean William Scott) c’è sempre una trabordante cazzonaggine adolescenziale che trascinerà inevitabilmente gli altri.

Voto di IMdb: 7,4
Voto di Lisbeth Kelevra: 6
Voto di Snake Plissken: 6,5

Conclusioni

Il primo film ha fatto epoca, una pietra miliare sui problemi legati all’adolescenza ed alla famigerata prima volta.
Le gags non sono troppo volgari, e la nudità è a livelli molto soft. I sequel con i personaggi del primo sono guardabili, ma volano basso e sanno di situazioni già viste.
Gli spin off per il mercato home video potevano risparmiarseli, deludono moltissimo uno spettatore un pò cresciuto, la volgarità delle gags aumenta a livelli cosmici e la nudità pure (non fraintendete, un pò di tette e culi non fanno male, ma qui non c’è scena in cui una o più ragazze si denudano, e, cribbio, dopo un pò stanca!)

 

Informazioni su Lisbeth Kelevra

Lisbeth Kelevra

Collaboratrice ufficiale di FinalCiak. Potete contattarla direttamente scrivendo a lisbethkelevra@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com