Hunger Games

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 09-05-2012 alle 13:11

The Hunger Games” (USA, 142 minuti)

Stanley Tucci, Wes Bentley, Jennifer Lawrence, Willow Shields, Liam Hemsworth, Elizabeth Banks. Tratto dall’omonimo romanzo di Suzanne Collins. Diretto da Gary Ross.
Genere: Azione | Drammatico | Fantascienza | Thriller

In un futuro che non sembra nemmeno troppo lontano, si svolgono gli Hunger Games: vengono sorteggiati due ragazzi tra i 12 ed i 18 anni per ognuno dei 12 distretti in cui è divisa la nazione di Panem, i quali si sfidano in una lotta all’ultimo sangue per la propria vita, tutto sotto il controllo degli strateghi, che non gli rendono l’impresa facile.
Katniss Everdeen (Jennifer Lawrence) e Peeta Mellark (Josh Hutcherson), dal povero 12° distretto, vengono condotti nella sfavillante Città di Capitol, dove vengono addestrati da Haymitch Abernathy, precedente vincitore dei giochi, con consigli utili per la sopravvivenza nell’arena.
Nel frattempo i singoli ragazzi cercano di fare colpo sugli sponsor, che potranno aiutarli durante i giochi. La lotta sarà crudele…

La trama è un pò banale, questi poveracci costretti a scannarsi tra di loro per il grande pubblico, e riprende il tema de L’implacabile (The running man, 1987), lottare per il pubblico televisivo.
La regia è buona, nella prima parte del film la telecamera non sta mai ferma, si sente salire il clima di tensione prima dello scontro.

Durante la lotta non mancano le scene d’azione, ma si cade anche sullo scontato: se si lotta tutti contro tutti, non ti fermi a ricamare sulla tomba di un’altro, anche se è una ragazzina! Lo hanno fatto per umanizzare la morte della bambina, ma la scena risulta troppo da retorica americana.
La storia d’amore tra i due protagonisti risulta fintissima e a solo uso degli sponsor, come comunque da da intendere il film.

Voto di IMDb: 7,6
Voto di Lisbeth Kelevra: 7
Voto di Snake Plissken: 7 (e squassa)
Voto di Axel Foley: 7 sorprendentemente

 

Informazioni su Lisbeth Kelevra

Lisbeth Kelevra

Collaboratrice ufficiale di FinalCiak. Potete contattarla direttamente scrivendo a lisbethkelevra@finalciak.com

  • Ho visto finalmente (?) questo film.
    Devo dire che mi aspettavo di peggio visto che l’avevano paragonato alla serie di Twilight.
    Sì, c’è il triangolo amoroso, gli uomini a petto nudo, la ragazza protagonista, e i libri sono scritti da donne. Però manca quel melenso obbligatorio, quelle betoniere di sguardi e le sbadilate di amore. Anzi c’è molta più “azione” e uccisione. Forse merito del regista, forse dei libri (che non leggerò mai!) ma risulta più scorrevole e apprezzabile.
    I vestiti che vengono affibiati prima della lotta poi mi hanno ricordato il nostro Ruby Rhod dell’apprezzato Quinto Elemento.
    Insomma se la vostra donna vi mette in obbligo di vederlo o di andare al cinema per il sequel Catching Fire (La ragazza di fuoco, 11-2013) non lamentatevi troppo.

  • Va bene anche in dvd dai :) (io l’ho noleggiato e me lo sono gustato sul divano). Non leggerò i libri ma vedrò volentieri i seguiti.