Awake

Categorie: Recensione, Serie TV

Pubblicato il 16-04-2012 alle 14:11

Awake (USA 2012)
Regia:
David Slade
Interpreti principali:
Jason Isaacs, Laura Allen, Steve Harris, Dylan Minnette, BD Wong, Michaela McManus, Wilmer Valderrama, Cherry Jones, Emil Beheshti
Sceneggiatori:
Kyle Killen
Genere: Crimine, Drammatico, Thriller

Michael Britten, detective della polizia, rimane coinvolto in un incidente con la sua famiglia. Ripresa conoscenza dopo l’incidente comincia a vivere due realtà distinte: in una la moglie Hannah è sopravvissuta all’incidente e il loro unico figlio, Rex, è deceduto; nell’altra Rex è vivo, mentre Hannah è morta.

Le due realtà vengono vissute ad intervalli: quando Britten si corica per dormire, si sveglia nell’altra realtà in maniera alternata. La sua vita privata entra anche nel suo lavoro; se nella prima cerca di stare vicino ai suoi cari in ciascuna realtà, nel secondo caso comincia a notare degli strani elementi che pare colleghino i due universi.

Personalmente non ho trovato il pilot molto intrigante: ormai il detective con problemi personali (normali et para) è un clichè quasi onnipresente nel mondo della celluloide; il passaggio da una realtà all’altra si rifà a Schopenhauer e al legame tra la vita e il sogno. Quasi prevedibili i collegamenti tra l’universo “con moglie” e quello “con figlio”.

Vorrei esser smentito a fine prima stagione (o fine serie) ma credo che Britten riuscirà a trovare un collegamento tra le dure realtà man mano che risolve i casi, come se riuscisse a trovare il “filo di Arianna” per poi arrivare al gran finale dove… insomma: The Others l’hanno già girato no?

 


Voto di IMDb: 7,7
Voto di Check: 5
Voto di Axel Foley: 7

 

Informazioni su Check

Check

Autore ufficiale di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a check@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com