Broken City

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 15-02-2013 alle 13:33

IMG_2872.CR2Broken City (USA | 2013 | 109 min)
Mark Wahlberg (Billy Taggart), Russell Crowe (Sindaco Hostetler), Catherine Zeta-Jones (Cathleen Hostetler), Jeffrey Wright (Carl Fairbanks), Alona Tal (Katy Bradshaw).
Regia di Allen Hughes
Genere: Drammatico | Crimine | Thriller
broken city 01Billy Taggart è un detective della polizia di New York che viene arrestato e processato per l’omicidio di Miky Tavarez, che a sua volta aveva stuprato la sorella della sua fidanzata, Natalie. Billy viene assolto per legittima difesa nel pieno adempimento del suo dovere ma questo perchè il suo superiore, il capitano Fairbanks, chiede aiuto al sindaco Hostetler di eliminare delle prove schiaccianti che l’avrebbero inchiodato.
A seguito di questi fatti Billy viene obbligato a lasciare la polizia.

broken city 03Sette anni dopo Billy dirige un’agenzia investigativa assieme alla giovane e bella segretaria Katy, il lavoro c’è ma a quanto pare i clienti non pagano.
La svolta arriva quando Billy viene chiamato dal sindaco perchè sospetta che sua moglie Cathleen lo tradisce e dato che siamo in campagna elettorale perchè Hostetler è arrivato alla fine del suo mandato non è una buona prospettiva per le elezioni; infatti secondo Hostetler i newyorkesi hanno votato di tutto italiani, ebrei e tanti altri personaggi ma mai un sindaco con le corna… anch’io voterei Hostetler se abitassi a New York!
Per 50.000 $ Billy accetta eccome il lavoro e scopre anche l’adulterio: non è altro che il responsabile della campagna elettorale del rivale di Hostetler, Paul Andrews.
Ma i guai sono appena cominciati perchè di lì a poco Andrews viene trovato morto…

broken-city 02Mark Wahlberg lancia direttamente il guanto di sfida a Ryan Gosling per il premio come attore più monoespressivo del nuovo decennio, ma non dovete attendere molto perchè già la prossima settimana vedremo Gangster Squad e il nostro Ryan, ex “driver ” avrà tutto il tempo per rifarsi.
Hostetler invece è il sindaco che non vorresti mai avere a guidare la tua città, ma forse ce l’hai già e non lo sai, magari l’hai avuto anche come presidente del consiglio addirittura alla guida della nazione. Populista, disonesto, con le mani in pasta dappertutto, curante solo dei suoi interessi personali soprattutto economici insomma il ritratto dell’uomo politico di oggi per il quale ogni giorno al tg ne sentiamo sempre di peggio.
Un film quindi attualissimo, non di vitale importanza da vedere al cinema ma comunque da vedere soprattutto se siete appassionati di thriller come questi.
Mi viene da pensare che se in una città come New York ci sono questi giochi di potere a livello nazionale com’è la situazione?
Mi sa che è tutto direttamente proporzionale…

Voto di IMDb: 6,2
Voto di Axel Foley: 7
Voto di Snake Plissken: 7
(Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale)

 

Informazioni su Axel Foley

Axel Foley

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a axelfoley@finalciak.com