Django Unchained

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 22-01-2013 alle 14:55

locandina-django1-716x1024

Django Unchained (USA | 2012 | 165 min)
Regia: Quentin Tarantino
Cast: Jamie Foxx, Christoph Waltz, Leonardo DiCaprio, Samuel L. Jackson, Kerry Washington
Sceneggiatura: Quentin Tarantino
Genere: Azione | Western | Drammatico

Lo attendevo da quasi tre mesi ed alla fine eccolo qui, in tutta la sua truculenza.
La trama sarà breve, infondo tutti quelli che si accingono a vedere questo film la conoscono già.

Django, schiavo nero da “qualche parte in Texas” (cit.) viene acquistato da un cacciatore di taglie che, dopo essersi fatto aiutare in uno dei suoi lavori, lo lascia libero.
Gli promette, comunque, di aiutarlo a riscattare la moglie, schiava in una tenuta chiamata Candyland.

Tributo di Tarantino al babbo di tutti i film del filone Spaghetti Western, tanto che ha chiamato anche Franco Nero per una piccola parte. Franco Nero che più di quarant’anni fa aveva interpretato il primo (e originale) Django.

Ci viene raccontato il razzismo e lo schiavismo di metà ottocento in america, e fin qui non c’è niente di nuovo.. almeno per chi si sia interessato anche solo marginalmente all’argomento.

Passiamo invece a ciò che più mi ha colpito.

Interpretazione magistrale da parte di Christoph Waltz, già molto apprezzato in Bastardi Senza Gloria con il ruolo del Colonnello Landa ed in The Carnage. Credo che per me sia nato un mito ormai. Con ciò non intendo dire che gli altri attori siano da scartare, anzi sono tutti ottimi elementi ed i personaggi mi son sembrati tutti credibili (ma Christoph Waltz di più).

Passiamo ora al capitolo “Tarantino”.

Io sono una grande estimatrice dei film di Quentin, ma in quest’ultimo lavoro (ahi ahi ahi) la mano del regista violento si è più e più volte trattenuta.
Si tratta di un Tarantino forse più maturo, ma sicuramente meno spassoso degli altri.
Poco sangue, poca violenza, poche torture e pochi giochetti sadici. Soltanto all’inizio ed alla fine del film si riconosce la mano del Maestro.

Quindi mi sento di dare un 7 a Django, che paga lo scotto di un film non all’altezza delle aspettative di cui tutti i fan di Tarantino lo impregnano da mesi.

Voto di IMDb: 8,7
Voto di Noa: 7
Voto di Snake Plissken: 8

 

Informazioni su Noa

Noa

Collaboratrice ufficiosa di FinalCiak. Potete contattarla indirettamente inviando una mail al Webmaster che prontamente la girerà.