Cloud Atlas

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 15-01-2013 alle 13:25

cloud atlas posterCloud Atlas (Germania | USA | Hong Kong | Singapore, 172 min)
Tom Hanks, Halle Berry, Jim Broadbent, Hugo Weaving, Keith David, Susan Sarandon, Hugh Grant.
Tratto dall’omonimo romanzo di David Mitchell.
Diretto da Tom Tykwer, Andy Wachowski & Lana Wachowski.
cloud atlas 01

—Le opinioni espresse in questo articolo sono del tutto personali e per niente professionali. Chi si trova in disaccordo con noi, beh, ci dispiace. —

Trama (secondo il linguaggio dopo la grande caduta)
Direttato da Lana (ex Larry) & Andy Wachowski e da Tom Tykwer sulla basicità del romanzo omonimerrimo di David Mitchell, Cloud Atlas propone sei storie intrecciute tra loro nelle storiche, con uno superpergiù che sembra la reincarnatudine delle anime. Le storie interconnettute mostrare noi come un fare fatto nel passato ha effetto su futuribile.

cloud atlas 02

Spettatore che si fa coinvolgere in una rissa

Sei storie:
– 1849 Pacifico, trattato sullo schiavismo;
– 1936 Scozia, storia d’amore omosessuale e romanzo musicale;
– 1973 San Francisco, spy-story ecologista;
– 2012 Inghilterra, commedia senile;
– 2144 Neo Seul, totalitarismo futuristico, che ricorda molto Matrix;
– 2321 106 inverni dopo la caduta, mistico racconto futuristico;
Un miscuglio sonnifero. Un guazzabuglio di storie con una ciclopica differenza tra l’ambizione iniziale e il contenuto del risultato.

cloud atlas 03Non fraintendetemi, la qualità di per se non è malvagia, è la storia ad essere raccontata male. I Wachoskis vogliono cavalcare l’onda di Inception e del loro capolavoro Matrix, ma inciampano su se stessi, spiegando più volte all’interno del film come i destini siano collegati tra loro come a ricordare al pubblico qual’è lo scopo del film. Le eccessive 3 ore di durata poi rendono freddo il polpettone ripieno.

cloud atlas 04Il primo film da Flop Ten 2013 per me; un’idea che poteva avere un sviluppo interessante, viene proposta utilizzando storie che abbiamo già visto in altri film e l’utilizzo degli stessi attori per le epoche diverse sembra solo uno stratagemma ulteriore per rafforzare l’idea della reincarnazione delle anime piuttosto che della continuità tra azione e reazione.

cloud atlas 05La pellicola era appena cominciata, saranno passati solo dieci minuti, ma ecco che subito tutti i sentimenti positivi scomparvero in un battibaleno lasciando spazio a una sensazione di terrore che mi raggelò il sangue fino al midollo… “C’era un dissennatore in sala?” Direte voi, nonononono… Era una sensazione di disagio che non provavo da alcuni anni, la stessa inquietudine che provai quando vidi WATCHMEN per la prima volta!
Ma questa volta era diverso, perchè il Metodo di Finalciak è potente in me ed è solo grazie a questo che ne sono potuto uscire illeso…
Merito dell’addestramento che operiamo sul sito e sul campo (Milano Film Festival 2012), ti fa reagire in un micro secondo…

cloud atlas 07Detto questo bisogna dare atto dell’ottimo montaggio della pellicola, una cosa da ssciopatesta, come la definirebbe qualche abitante del luogo.
Dopo la presentazione iniziale infatti le scene si susseguono in una miriade di salti temporali (dal 1936 al 2144, poi indietro al presente, passando per il lontano futuro ecc.) causando però a volte lo spiazzamento dello spettatore che inevitabilmente calava di attenzione, lo si avvertiva dal brusio in sala e dal fatto che non eravamo solo noi a fare battute su quello che stavamo visionando, insomma esattamente come con Watchmen, inconsapevolmente anche gli altri spettatori stavano usando il metodo da noi brevettato.

cloud atlas 08Non mi sento di dare un’insufficienza perchè rispetto lo sforzo compiuto dai fratelli Warkozy, però mi basta la prima visione, per me non ci sarà nè bluray nè digital delivering.
Consigliato ad alcuni nostri cari utenti come Eric Draven e Bat-Fiz.
Ho voglia di sane esplosioni, l’anno è appena cominciato ed è già da un po’ che non ne vedo.

Distinti saluti
Axel Foley

cloud atlas 10

Voto di IMDb: 7,9
Voto di Snake Plissken: 5
Voto di Axel Foley: 6
Voto di John Spartan: Brutterrimo

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.

  • geson born

    A me è piaciuto:

    truccatori immensi (alcuni personaggi li ho riconosciuti solo con lo schemino pubblicato li sopra), buona la produzione, cast fenomenale, 6 storie in una!
    Non ho tanto apprezzato la parte coi vecchietti, l’ho trovata un pò fuori dalla linea generale del film! Anche il modo futuristico di parlare come avete sottilenato, rompe proprio i coglioni!

  • Bene, attendevo la vostra recensione per potermi dissuadere del tutto da un’insano proposito (oltre ovviamente a salvaguardare la salute di mio marito e risparmiare 16/18€ dormendo invece comodamente sul divano di casa che è molto comodo :P)