The Next Three Days

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 14-04-2011 alle 21:32

Regia: Paul Haggis
Sceneggiatura: Paul Haggis, Fred Cavayé
Interpreti: Russel Crowe, Elizabeth Banks, Olivia Wilde, Liam Neeson, Ty Simpkins
USA (2010), Thriller / Drammatico, 122min

Trama: Il professore di inglese John Brennan (Russel Crowe) è un padre e marito affettuoso, la cui vita diviene un incubo quando sua moglie Lara (Elizabeth Banks) viene arrestata per un omicidio che sostiene di non aver commesso. Dopo tre anni, John continua a lottare per l’innocenza della moglie, tentando nel contempo di badare al figlio Luke (Ty Simpkins) e di mantenere unita la famiglia. Quando la Corte Suprema respinge l’ultimo appello e condanna la moglie a 20 anni di reclusione, John decide che l’unica possibilità di salvarla dall’ingiusta accusa di omicidio sia organizzare una evasione. John dovrà escogitare un piano perfetto, immergendosi nel sottobosco di criminali e pericoli per riuscire nell’impresa. Ma fino a che punto si spingerà per salvare la donna che ama e la sua famiglia?

Impressioni: Ritorna Russel Crowe (con la tartaruga rovesciata stavolta, i tempi del gladiatore sono ormai finiti) in questo buon thriller drammatico di Paul Haggis (che ricordiamo per Casinò Royale e Quantum of Solace, e per gli ottimi Million Dollar Baby e Flags of our Fathers). L’idea di base è ottima, e ricorda un po il capolavoro videoludico Heavy Rain: un uomo comune che, per salvare qualcuno che ama, si caccia in situazioni straordinarie e fuorilegge.

John tenterà dapprima a seguire tutte le strade che il sistema propone per salvare la moglie, ma quando inevitabilmente dovrà sporcarsi le mani, il lato umano e drammatico della pellicola viene risaltato da un’ottima interpretazione di Crowe e della Banks, esaltato da un climax di tensione che culminerà nel finale a sorpresa (un vero e proprio ‘scherzone’, come noi di Finalciak amiamo battezzare i colpi di scena) che ha sorpreso sia me che Snake.

La pellicola vanta nomi altisonanti e importanti dal punto di vista cinematografico. Oltre a i già citati Crowe e Banks, troviamo anche Liam Neeson, sprecato in una interpretazione al limite del cammeo, e l’astro nascente Olivia Wilde in una parte ridotta e marginale.

Curiosità: Il film è un remake del film francese Pour Elle, del 2008, apprezzato all’estero e passato inosservato qui da noi. Per il film Haggis ha trasposto fedelmente la sceneggiatura del film francese (tanto che molte battute sono identiche) lasciando però un’impronta personale alla pellicola. Per il regista è il primo lavoro con un soggetto non personale.

Conclusioni: The Next Three Days è un ottimo thriller drammatico, dai caratteri umani e profondi, ottimamente interpretato dalla riuscita coppia Russel Crowe ed Elisabeth Banks. nonostante sia un pochino lento all’inizio, il film è un vero e proprio climax di tensione che sboccerà nell’atto finale, con un buon finale che personalmente ho apprezzato. Da vedere.

Pro: Trama, climax di tensione, buona interpretazione di Crowe e Banks

Contro: Neeson sprecato, Wilde inutile, lento all’inizio

Voto di IMDb: 7,4
Voto di Doc Brown: 7
Voto di Snake Plissken: 7,5 8
Voto di Axel Foley: 7

 

Informazioni su Doc Brown

Doc Brown

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a docbrown@finalciak.com