Alcatraz

Categorie: Recensione, Serie TV

Pubblicato il 16-12-2012 alle 8:00

“Alcatraz” (USA/Canada | 2012 | 42 min)
Sarah Jones (Det. Rebecca Madsen), Jorge Garcia (Dr. Diego Soto), Jonny Coyne (Direttore Edwin James), Parminder Nagra (Dr.ssa Lucy Benerjee), Sam Neill (Emerson Hauser), Leon Rippy (Dr. Beaurgard), Jason Butler Harner (Vice Direttore E. B. Tiller).
Musiche di Michael Giacchino. Prodotto da J.J. Abrams.
Serie creata da Elizabeth Sarnoff, Steven Lilien & Bryan Wynbrandt.
Genere: Crimine | Drammatico | Mystery | Thriller
Stagioni: 1 (13)

Il 21 marzo 1963, a causa dei crescenti costi e del degrado delle sue strutture, Alcatraz chiuse i battenti e tutti i detenuti vennero trasferiti in altri istituti di pena.
Questo secondo la versione ufficiale… non fu così in realtà!
Eh già, non fu così perchè in realtà quella notte sparirono misteriosamente nel nulla 256 detenuti e altre 46 persone tra guardie e personale del penitenziario e, così come sono scomparsi sono altrettanto riapparsi ai giorni nostri, nel 2012 e dal ’63 non sono invecchiati di un giorno.
Fine del mondo? No c’è ben altro sotto.
Viene così istituita una task force dell’FBI per riacciufare tutte queste glorie nazionali, indagando contemporaneamente per scoprire il vero motivo della loro sparizione e soprattutto per scoprire chi c’è dietro a tutto questo.
Ho cercato di rivelare solo l’essenziale per quanto riguardo la trama ed ora andiamo a conoscere meglio i personaggi principali.

Detective Rebecca Madsen
La protagonista della serie, praticamente la Olivia Dunham della serie! Rebecca è un ottimo poliziotto, determinato, ma presto scoprirà che il suo passato ha qualcosa in comune con gli avvenimenti della prigione.

Dottor Diego Soto
Cerchiamo di toglierli l’etichetta di Hugo di lost anche se è difficile. Vedendolo non gli dareste 2 euro ma il Dottor Soto ha due lauree umanistiche, conosce praticamente tutto di Alcatraz avendo pubblicato diversi libri sull’argomento, dirige una fumetteria e nel tempo libero disegna.

Emerson Hauser
L’agente FBI che dirige la task force, un pò stronzo, cinico e apparentemente privo di emozioni, ma 50 anni fa non era così!

Dottoressa Lucy Benerjee
Assistente di Hauser, psicologa, è meno stronza di Hauser ma il suo passato nasconde un segreto.

Segnali di stile
Tutte le puntate hanno come titolo il nome di un detenuto (Jack Silvane, Ernest Cobb, Cal Sweeney ecc.); il caso poi si risolverà nella stessa puntata (trama verticale) ma con il proseguire della serie emergeranno altri elementi e quindi altre domande che costituiranno la trama orizzontale.
Ogni episodio è condito con flashback che ci faranno tornare fino al 1960 e il passaggio temporale è sempre accompagnato dal rumore e dall’immagine sovrapposta di una porta scorrevole di una cella che si chiude.
Si possono cogliere anche diverse analogie con Fringe, sempre di J.J. Abrams, come ad esempio la protagonista, che come Olivia Dunham scoprirà che il suo coinvolgimento nella storia non è stato del tutto casuale.

alcatraz 04L’idea di sfruttare una delle prigioni più famose del mondo per ambientarci una serie poliziesco/fantastico/thriller mi è piaciuta e quindi ne consiglio la visione, specie se avete già visto altri lavori del signor doppia J.
Purtroppo però la serie (che scorre via bene essendo di 13 episodi) è stata cancellata, così alla fine della stagione si rimane con l’amaro in bocca, con tante domande e poche risposte e ovviamente la grande curiosità di vedere cosa succede.
Un vero peccato perchè c’erano tutte le carte in regola per farci qualche altra stagione in più, certo non trentordici serie ma almeno tre o quattro stagioni ci stavano tranquillamente.

Voto di IMDb: 7,2
Voto di Axel Foley: 8

 

Informazioni su Axel Foley

Axel Foley

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a axelfoley@finalciak.com