Salt

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 01-11-2010 alle 21:06

Salt (USA, 2010, 100min)
Genere: Azione | Mystery | Thriller
Regia: Phillip Noyce
Sceneggiatura: Kurt Wimmer
Cast: Angelina Jolie (Evelyn Salt), Liev Schreiber (Ted Winter), Chiwetel Ejiofor (Peabody), Daniel Olbrychski (Vassily Orlov), August Diehl (Mike Krause)

Trama
Tutto comincia in Corea del Nord, dove Evelyn Salt viene “rilasciata” da un carcere governativo.

Due anni dopo a Washington, Evelyn sta per smontare dal suo lavoro alla CIA per andare a festeggiare un anno di matrimonio, ma prima si trova a dover interrogare Vassily Orlov, una spia sovietica russa.
Orlov affermerà che c’è in corso una operazione (partita negli anni ’70) per distruggere gli Stati Uniti e tutto comincerà con l’uccisione, su suolo americano, del presidente Russo. L’omicidio avverà per mano di un agente russo dormiente di nome Evelyn Salt.

Da qui comincia la rocambolesca avventura di Salt tra spie, ragni, emozioni e omicidi.

Curiosità
La preproduzione di questo fillm è cominciata nel 2008, con il nome di “Edwin A. Salt” e come protagonista Tom Cruise. Con la scelta della bella Jolie, Kurt Wimmer (l’autore) ha riscritto completamente il copione adattandolo al femminile.

Impressioni
Vi racconto un aneddoto. A fine primo tempo io, Axel e Doc.Brown eravamo allegri e ci scambiavamo le prime impressioni. A fine film, mentre tutti si alzavano noi tre eravamo affondati nelle poltroncine del cineplus. No, Sirius Black questa volta non centrava, eravamo interdetti dal film. Proverò a spiegarvi il perchè…

L’inizio è notevole. La scena in Corea, lo “smascheramento” e il conseguente inseguimento sono stati ottimi. L’utilizzo dei flashback per spiegare gli avvenimenti Russi sono buoni, la storia vera e quella fittizia si fanno l’occhiolino e ci portano per mano nella realtà di Salt. Pian piano, il film prende però una piega strana, diventa sempre più Die Hard (con clichè da sparatoria e salti impossibili) e la sceneggiatura non è più intrigante; anzi cade anche lei in stupidità (una spia professionista che veste in maniera appariscente, ecc.) e sembra voglia emulare l’amato Jason Bourne di Doc.Brown. Ovviamente non riuscendoci per nulla.
Capire chi frega chi è addirittura banale.

Una bella altalena quindi, tra cose geniali e assurde, con una buona azione e una trama tirata.
L’aspettativa viene tradita, e fa storcere il naso a noi di FinalCiak.

Vi consiglio di vedervelo nelle serate a basso costo.

Voto di IMDB: 6,5
Voto di Snake Plissken: 7 (per grazia ricevuta)
Voto di Axel Foley: 6
Voto di Doc. Brown: 6

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.

  • Snake Plissken

    Io non mi fido di chi non saluta… xD

  • Eric Draven

     …Cena? Chi ha detto cena? :)

  • Neo

    Secondo me il periodo natalizio in cui finiscono le lezioni universitarie e chi lavora è un po’ più libero è ideale!

  • Snake Plissken

    Allora in dicembre farò un bel post in evidenza in cui raccoglieremo pensieri, consensi e locations!

  • bat-fiz

    Mmm..si..mi piace…

  • Axel Foley

    Veramente un’ottima idea… Axel dice sì!

  • Doc Brown

    Approvo anche io… spero sia la prima di una lunga serie.

  • prequel77

    Inutile, l’esperto in aracnidi che riesce a farla liberare è surreale. La storia è complicata, Angelina non brilla.
    Resto deluso.