The Box

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 24-07-2010 alle 12:30

Regia: Richard Kelly
Sceneggiatura: Richard Kelly, Richard Matheson (Racconto breve ‘Button, Button’)
Interpreti: Cameron Diaz, James ‘Ciclope’ Marsden, Frank Langella, James Rebhorn
Usa (2009), Drammatico / Mistero / Thriller / Fantascienza, 115 min

Trama: Virginia 1976. La famiglia Lewis ha problemi economici: Norma (Cameron Diaz) perde la borsa di studio mentre Arthur, dipendente della NASA, viene scartato come astronauta. Una mattina la famiglia si vede recapitare a casa uno strano pacco contenete un pulsante rosso, con una proposta portata da un sinistro signore orribilmente sfigurato: premere il pulsante, riceve un milione di dollari ma causare la morte di una persona che non conoscono o non premerlo affatto. Funzionerà il pulsante? Sarà vero o è uno scherzo?

Impressioni: The Box è l’ultimo prodotto della mente di Richard Kelly (che ricordiamo per il pregiato Donnie Darko), inevitabilmente il film porta la sua firma. La trama è molto inintrigante, tratto da un racconto breve di Matheson (Io sono leggenda), il film porta con se anche le atmosfere di ‘Ai Confini della Realtà‘ (un richiamo che mi è venuto in mente stamattina) e dei film di fantascienza degli anni ’70.

Pur non essendo qualitativamente ai livelli di Donnie Darko, la trama mi ha preso, resa anche meno criptica e ingarbugliata del solito film di Kelly per venire in contro agli spettatori meno amanti del genere mistero/fantascienza. L’idea iniziale del pulsante ad ogni modo è azzeccata, e per tutto il film lo spettatore riflette sulla psicologia umana: l’uomo porrà la razza umana davanti al suo nucleo famigliare o causerà la morte di un suo simile per il suo tornaconto?

Il film comunque non è per tutti i palati. Se avete visto altri film di Kelly già sapete il genere, per gli altri vi avverto che il film fa del mistero e della fantascienza classica la sua leva; questo film è un omaggio a quel genere, quindi per quanto vengano date risposte, ad alcuni non potrebbero piacere perché troppo ‘estreme’ e troppo poco ‘realistiche’.
Ottima l’interpretazione di Cameron Diaz, nella parte della moglie menomata e di Frank Langella, il cinico e sfigurato ‘rappresentante’ dei pulsantoni da premere.

Conclusioni: The Box è il personale omaggio di Kelly alla serie Ai Confini della Realtà, basandosi sul racconto breve di Matheson ‘Button, Button’. Ci sono molte analogie con Donnie Darko, sia come mistero (anche se qui vengono date risposte) sia come ambientazione e si ragiona su alcuni aspetti della psicologia umana: meglio il bene del singolo o quello della comunità? Un film lento, altalenante come ritmo, che verrà apprezzato dagli amanti di Lost e dei film di mistero/fantascienza, ma che probabilmente sarà noioso per gli altri spettatori. Brava la Diaz e Langella, quest’ultimo molto inquietante.

Buona Visione!

Voto di IMDb: 5,9
Voto di Doc Brown: 7
Voto di Snake Plissken: 6
Voto di Axel Foley: 7

 

Informazioni su Doc Brown

Doc Brown

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a docbrown@finalciak.com