Doomsday: il giorno del giudizio

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 02-12-2009 alle 0:13

Regia: Neil Marshal
Sceneggiatura: Neil Marshal
Interpreti: Rhona Mitra, Bob Hoskins, Adrian Lester, Alexander Siddig, David O’Hara
UK/USA/Sud Africa (2008), Thriller/Fantascienza, 105 min

Mai fermarsi alle apparenze. E allo stesso modo mai fermarsi alla locandina.

Cosa vi ispira il poster sopra? A me un thriller post atomico, un ‘survival horror’ alla Resident Evil, magari un film d’azione futuristico cyberpunk. Solo una di queste cose? NO! Tutte queste insieme! Vi spiego brevemente la trama.

Trama: Siamo nel 2008, la terra d’Albione viene colpita da un super mega virus indistruttibile e altamente mortale. Per evitare la propagazione dell’epidemia, viene eretta una cinta muraria che isola completamente la Scozia dal resto dell’isola, ma prima una madre riesce a salvare la sua piccola (ferita gravemente a un occhio) consegnandola a militari che stanno evacuando la zona. Passano 30 anni, la Scozia è ancora isolata e tutti i suoi abitanti vengono creduti morti. Immagini da satellite mostrano città scozzesi in rovina, e siccome in qualche modo l’epidemia è passata e minaccia Londra, viene inviata al di là della cinta una soldatessa senza un occhio (la bambina scampata al’epidemia 30 anni prima) a recuperare in tempo un antidoto.

Impressioni: Che film signori… Un vero collage (realizzato veramente male) del genere fantascienza anni ’80 e horror zombieschi, con in aggiunta violenza gratuita ed esagerata. La protagonista poi, è derivata dalla fusione di Iena Plissken (per gli amici Snake) e Milla Jovovich di Resident Evil; è una vera dura, fredda e cinica ma anche con una spiccata agilità sovrannaturale.
Sarà la sua somiglianza al film ’28 giorni dopo’ (di Danny Boyle, sempre inglese come Marshal), ma io mi aspettavo di trovare zombi oltre la cinta muraria. Mi aspettavo che il virus avesse trasformato gli scozzesi in morti viventi affamati di carne umana ma invece Marshal mi ha sorpreso: gli scozzesi sono esseri umani rimbambiti divisi in due fazioni, teppisti cannibali da un lato e medievali conservatori dall’altra… che colpone di scena! Che trama avvincente! Che troiata nucleare!

Sinceramente non capisco se, con questa pellicola, Marshal voglia omaggiare i film che ho citato poc’anzi o voglia sbeffeggiarli. Il risultato è una sensazione disgustosa di deja vu.
Torniamo sul gruppo medievale che ho citato prima, la vera ciliegina. Il loro capo è Malcom McDowell, che ha convinto i poveracci a tornare ai nobili costumi medievali, con tanto di vestiti, armi, armature e quant’altro appartenente all’epoca oscura… che dire, manca solo Christopher Lambert…

Il gruppo di teppisti sono… teppisti! Avete presente gli Smokers di ‘Waterworld’? Sono la copia spudorata, solo che sono cannibali. Il loro capo cerca senza successo di imitare Dennis Hopper nel comandare gli scimuniti, lanciando piatti per mangiare i prigionieri invece dei pacchetti di ‘Black Death’ che fumavano gli ‘Smokers’. Che tristezza, che voglia di spegnere tutto e di mettere sul piatto del lettore il DVD di Waterworld (a mio parere ingiustamente considerato filmaccio dalla critica)
La violenza che pervade il film. Oltre ad essere paradossale, è patetica. Militari che crivellano civili infetti (che letteralmente esplodono in litri di sangue sotto l’effetto dei proiettili), conigli che saltano in aria per dimostrare la potenza delle torrette difensive della cinta, prigionieri cotti vivi e mangiati dai cannibali e cattivoni (e anche una mucca) investiti da cingolati con tanto di intestini srotolati sull’asfalto. Quasi dimentico la faccia di un poveraccio spalmata su un muro da un colpo di fucile a pompa sparato a bruciapelo. Un vero trattato di anatomia.

Conclusioni: Potrei definire con un solo termine questo film: TRASH! Sicuramente a Tarantino è piaciuto. Se amate il genere, se vivete di film di serie Z che fanno il verso ai vecchi cult e che sono pieni zeppi di violenza splatter (con una punta di umorismo nero) questo il vostro film. A tutti gli altri, fatevi un favore, andate a fare un giro in piazza o al bar… mamma mia…
Buona visione…

Voto di IMDb: 6,1
Voto di Doc. Brown: 3
Voto di Snake Plissken: 3.5
Voto di Axel Foley: 4 (L’unica cosa da salvare sono le esplosioni alla fine del film)

 

Informazioni su Doc Brown

Doc Brown

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a docbrown@finalciak.com