La classifica dei Corti del Milano Film Festival

Categorie: News

Pubblicato il 24-09-2012 alle 2:09

Come è giusto che sia, dopo il tour de force dei due inviati speciali (mannaggia a te Doc.Brown!) siamo qui per stilare la nostra personalissima top dei corti. Purtroppo non possiamo regalare nulla a questi giovani registi, se non una semplice FinalCiak Award™!

12.

Fais Croquer (Gruppo D)
Un giovane regista, dopo aver vinto un concorso, decide di girare un film. Dovrà scontrarsi con diverse difficoltà, a partire dal casting.
Questo corto è al contrario, divertente ed irriverente all’inizio, cade nella solita disgrazia. Dopo i titoli di coda, oltre al danno la beffa.

 

11.

Vivre ensemble en harmonie (Gruppo K)
Vari tipi di animazione ci danno dei consigli per non scatenare la rabbia.
Corto simpatico, dato che viviamo in mondo pieno di tensione.

 

10.

Of dog and horses (Gruppo C)
La storia di un disoccupato alle prese con un cane malato. Andrà a scommettere alle corse di cavalli insieme ad un amico, per racimolare la somma necessaria per curare il suo fedele amico a quattro zampe.
Girato volutamente in bianco e nero per ottenere un effetto più drammatico. Si arriva per una volta al lieto fine.

 

09.

First snow (Gruppo H)
Una famiglia si riunisce quando il padre viene ricoverato. Dovranno fare una difficile scelta.
Anche se non è un vero lieto fine, la famiglia riallaccia i rapporti.

 

08.

Dicen (Gruppo J)
Due ragazzi, ritenuti diversi dagli altri, fanno amicizia. Una storia sulla discriminazione e il bullismo anche in giovane età.
Corto drammatico che colpisce del segno.

 

07.

Il battimanista (Gruppo J)
Storia di un ragazzo che si inventa una professione. Il battimanista è la nuova figura di spicco nel panorama dello spettacolo.
Spesso si sentono dialoghi del tipo:
– Che lavoro fai?
+ Suono in un gruppo!
– Si, ma che lavoro fai??
Il corto nasce appunto da questa idea che è una realtà. Il protagonista è realmente un battimanista nella band del regista. Applausi.

 

06.

The pea master (Gruppo D)
I piselli prima di tutto! Li puoi cucinare in 1000 modi, li puoi mangiare e li puoi sparare attraverso una cannuccia.
Un corto nato senza nessuna particolare pretesa, ma con il semplice intento di far sorridere.
“Perchè i piselli vanno visti in un certo modo.”

 

05.

Glucose (Gruppo A)
Non c’è una vera e proprio trama perchè il corto è realizzato con immagini semplici, ma con enormi ed elaborati effetti visivi.
Porta lo spettatore all’interno della mente del regista grazie appunto a queste immagini spettacolari.

 

04.

I’m your man (Gruppo F)
Durante il trasloco, un idiota rimane incastrato in ascensore con il suo cane. Ad aprire la sua Ex, che lo travolgerà in un ritorno di fiamma. Rimarranno, però, fisicamente incastrati l’uno nell’altra.
Classica commedia francese, molto simpatica e con situazioni tanto assurde quanto divertenti. Si distingue per la sua leggerezza rispetto gli altri lavori che abbiamo visto.

 

03.

Silent Pig (Gruppo I)
Un allevatore di maiali ha un incidente dovuto al “terremoto”.
Dura critica ai telegiornali Cinesi che utilizzano spezzoni di film hollywoodiani per montare i servizi.

 

02.

Voice over (Gruppo E)
Sei un astronauta. No no, sei un soldato al fronte. No no, sei un marinaio. Di sicuro ti manca 1 minuto e 33 secondi.
Unico corto applaudito dal pubblico. Bello con un finale tanto spiazzante, quanto efficace. L’esplosimetro tenta a muoversi. Finalmente usciamo dal drammatico.

 

01.

Cargols! (Gruppo G)
Spagna. Siamo in una delle tante feste di teenagers. Quando all’improvviso delle chiocciole giganti (Helix pomatia) seminano il panico, mangiando i ragazzi (che gli fanno fare tanta aria). Ma come dicono gli ACϟDC, la birra è la soluzione a tutto.
Con questo corto potevamo portare l’esplosimetro; un’americanata a ritmo di rock. E dopo tante sbadilate, 17 minuti che volano via.

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.

  • Lisbeth Kelevra

    Il numero uno è assolutamente da vedere, soprattutto perchè adoro le lumache (non da mangiare) e sarei contenta per una volta di vedere che conquistino l’umanita! GO SNAILS!

    • Venti anni fa un film del genere lo avrebbe prodotto Sam Raimi!

  • Webmaster

    Il teaser di Cargols!

    • Lisbeth Kelevra

      Adesso voglio vederlo ancora più di prima… anche se a sentir parlar di birra, so già come andrà a finire! Thumbs up per i gasteropodi polmonati incompresi!