Corti Gruppo B (Milano Film Festival)

Categorie: Corti, Recensione

Pubblicato il 15-09-2012 alle 13:14

Andrà tutto bene (Everything will be ok)
di Jonas Matzow Guldbrandsen (24min)
Storia di un ragazzo polacco che lavora in Svezia in una segheria. Tra una bottiglia, una sbornia e una MILF assisterà ad un infortunio e alla pessima gestione dell’emergenza.
Un corto attuale sul tema del lavoro in nero e sulle morti bianche.


Topo glassato al cioccolato
di Donato Milkyeyes Sansone (2min)
Corto d’animazione in una grafica abbozzata. Un loop mentale più intricato di Sucker Punch.
Folle. Di forte impatto.
A film by Thomas De Brabanter (11min)
Una casa, una strada di campagna, un dialogo tra due persone.
Talmente ermetico da spiazzare il pubblico che non ha applaudito.
The man that got away
di Trevor Anderson (25min)
Musical sulla vita strampalata di un ballerino di tip tap.
Critica ironica sul mondo dello spettacolo e delle conseguenze psicologiche sulle giovani menti.

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.

  • bat-fiz

    se la MILF era come Cristina D’avena, lo capisco…
    …maial il pubblico che non applaudisce…