Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 22-08-2012 alle 13:18

Regia: Christopher Nolan
Sceneggiatura: Jonathan Nolan, Christopher Nolan, David S. Goyer (storia)
Interpreti: Christian Bale (Bruce Wayne/Batman), Gary Oldman (Gordon), Tom Hardy (Bane), Joseph Gordon-Levitt (Blake), Anne Hathaway (Selina Kyle/Catwoman), Marion Cotillard (Miranda Tate), Morgan Freeman (Lucius Fox), Michael Caine (Alfred), Matthew Modine (Foley).
USA | UK (2012), Azione / Crimine / Drammatico / Applausi, 165 min

Trama: Otto anni sono passati da quando Batman è sparito dalla circolazione, dopo essersi preso la responsabilità della morte del procuratore Harvey Dent. In questi 8 anni, il crimine a Gotham City è stato sgominato grazie al decreto Dent, il retaggio del procuratore distrettuale che abbatte la burocrazia per gli arresti e ha permesso di ripulire le strade della città. Il commissario Gordon (Gary Oldman) è ormai un vecchio e stanco tutore della legge, segnato dal fardello della verità sulla fine di Dent. Bruce Wayne (Christian Bale) vive ormai in completa solitudine nell’ala est della sua casa, in decadenti condizioni di salute e segnato dalla morte di Harvey e di Rachel. Il nuovo assetto di Gotham però viene destabilizzato dall’entrata in scena di un noto mercenario che si fa chiamare Bane (Tom Hardy), e dall’astuta ladra Selina Kyle (Anne Hathaway). L’arrivo di Bane in città fa presagire a Wayne il ritorno di una vecchia minaccia dal passato; decide quindi di ritornare a vestire i panni di Batman per ridare a Gotham l’eroe che non merita, ma di cui ha un disperato bisogno. Bruce però è ormai segnato nel corpo e nell’anima da anni di lotte, e il suo fidato maggiordomo Alfred (Michael Caine) teme che quest’ultima impresa, al di fuori delle possibilità di Batman, possa essere la fine drammatica che ha sempre temuto per il suo padrone.

Snake in fila per entrare in sala

Impressioni: Il momento tanto atteso, la fine della leggenda, la conclusione della storia di Nolan. Dopo due film al limite della perfezione (con qualche peccatuccio) Nolan è riuscito ancora una volta a stupirmi: azione, una trama elaborata e avvincente, un finale adeguato per l’opera titanica che ha composto. Se con Il Cavaliere Oscuro si rimaneva impressionati dagli scorci di Gotham e dalla scena iniziale con Joker filmate in IMAX, non si può rimanere indifferenti dal notare che molte più scene (la maggior parte del film) è filmato con questa tecnica, il che aumenta l’immersione nel film e la spettacolarità; altro che 3D (che Nolan ha detto di odiare, adoro quest’uomo N.d.r.)!

Il fuoco divampa, le fiamme si sollevano

Sono rimasto colpito dal personaggio di Bane. Non è facile trasporre un cattivo che nel fumetto diventa letale iniettandosi un siero “pozione di Asterix” in modo credibile (vero Soccmacher?). Nolan quindi toglie la pozione a Bane e gli dona la maschera di Darth Vader, una voce avvolgente e inquietante insieme a una astuta mente criminale (distruttiva come quella del Joker, ma meno caotica) e a una forza immensa ma pur sempre umana. Gran bel personaggio, ottimo Tom Hardy tra l’altro irriconoscibile con 10kg di muscoli in più.

Una gatta molto cagna (Axel Dixit)

Anne Hathaway veste a pennello i panni della ladra ‘gatta’, però devo ammettere che non mi ha lasciato più di tanto, a parte le scene dove guida la Batmoto in posizione π/2. Per il resto Joe Gordon-Levitt (alcuni lo chiamano Joseph) ha sempre la sua pettinata anni ’30, Morgan Freeman si diverte come un bambino a continuare a progettare giocattoli per Batman anche se è ormai in ritiro. Forse qualcuno potrebbe obbiettare sui gadget di Bruce tipo la Batmobile e il Batwing, perché dalla forma poco accattivante… ma dopotutto il film vuole essere più reale e meno fumettoso rispetto ad altri (Marvel). Grande assente è Joker, la cui parte nel secondo capitolo fu del compianto Heath Ledger. Credo che la sua mancanza sia un atto di buon gusto e di rispetto per un bravo attore tragicamente scomparso in giovane età.

Non c’è Joker, ma abbiamo il Soldato Joker! Sei proprio tu John Wayne?

Conclusioni: potrei parlare per ore decantando le lodi di questo capitolo che conclude la saga di Nolan. Posso riassumere il tutto dicendo questo: è la degna fine della trilogia e non vi deluderà.

Pro: Trama, spettacolare e immersivo, filmato quasi tutto in IMAX, all’altezza dei predecessori

Contro: qualche piccolo peccatuccio veniale

Voto di IMDb: 8,9 (Top 250: #21)
Voto di Doc Brown: 9
Voto di Snake Plissken: 9
Voto di Axel Foley: 8

“A ognuno di noi viene richiesto di fare la propria parte, chi più chi meno. Anche solo mettere un cappotto addosso un bambino, facendogli capire che il mondo non è finito”

 

Informazioni su Doc Brown

Doc Brown

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a docbrown@finalciak.com

  • Snake, sblocca l’immagine in evidenza!

  • Check

    Ci sono troppe cose che non mi sono piaciute; diverse mi sono sembrate buttate lì, altre non esplorate a dovere… eppure in 165 minuti se ne possono fare e dire di cose!

    Il voto è lo stesso che mi meritavo io a scuola, quando l’insegnante mi diceva: il ragazzo è sveglio ma… non si applica.

    TDKR: 6-

    • Un Check che stringe le mani sul collo di Batman…

      • …e lo butta giù nel pozzo!

        • Check

          E gli spezzo la schiena, mica gli faccio uscire solo una vertebra!

          TSK

  • Check

    Va bene che votate, però spiegatemi perchè vi è piaciuto!
    Fatemi capire…

    • Come ha detto Doc i peccati che ci sono li considero veniali.
      Il film è girato bene, la vista e l’udito vengono stimolati in maniera ottima (il doppiaggio non lo conto). La trama è leggermente meno spiegata dei capitoli precedenti e il potpourrì di personaggi non è stata una scelta troppo saggia.
      Nolan il furbone ha lasciato un eredità pesante, con un possibile sequel/reboot e uno spinoff.

  • Axel Foley

    Io non ci vedo una gran differenza dal capitolo precedente: la mano è quella.
    L’unica pecca secondo me è che dal Begins la pellicola divente sempre di più film e meno fumetto, lo si vede anche dalla maggiore presenza di luce: qui Batman opera quasi più di giorno che di notte.

  • 8,5 anche per me, degna conclusione di una trilogia spettacolare, quasi realistica e “consistente”. Sono pochi i film di supereroi (per quanto Batman non lo sia) con un peso specifico del genere, qui oltre all’azione c’è pensiero, c’è filosofia, c’è dramma e anche un po’ di ironia. Va rivisto più volte, eppure lascia il segno già da subito

  • Check

    Ragazzi scusate, a parte il doppiaggio al limite dello schifo di Bane, ma siete veramente sicuri di quello che avete visto?
    Rispetto il vostro punto di vista, ma che diavolo:
    Bane rappresenta la distruzione; la maschera (che sono sempre più convinto essere un FaceHugger 2.0) nasconde l’uomo e porta in primo piano il significato (come per Batman)… e allora me lo tieni come un Dio per 2 ore e negli ultimi 15 minuti di film, da picchiatore-guastatore diventa un gattino al servizio di NOISAPPIAMOCHI con una uscita di scena alquanto imbarazzante… Uno che quando incontra Batman (che seppur fuori allenamento, non è un fuscello) lo pista di botte con una mano (per la serie, quando l’uomo con l’armatura incontra l’uomo con la canotta, l’uomo con l’armatura è un uomo morto)… NOLAN, REALLY?

    Per non parlare dei personaggi persi per strada, e di Blake…
    Ha lo stesso passato di Wayne, ma senza i suoi soldi; capisce tutto, ma senza i suoi soldi; incita Wayne e aiuta Batman, ma senza i suoi soldi (e già sento una puzzetta nell’aria che non mi piace); con due pistolettate (di cui una di rimbalzo su una autobotte) ammazza due (forse) scagnozzi e si rende conto che è male, ma senza i suoi soldi; me lo vestite con camicia e cravatta blu elettrico e soprabito nero e mi fate pensare a NW… e poi, negli ultimi 5 minuti del film, cala il Deus Ex Machina, dicendomi che il suo nome vero è CICCIO BACICCIO Pettirosso?!?! NOLAN… REALLY REALLY?

    Sarei quasi capace pure io a scrive un film così…

  • Axel Foley

    Check prenotato per la sceneggiatura del prossimo Batman!

    • Check

      Solo se posso scritturare Adam West! :P

      • Axel Foley

        giusto quegli 84 anni di esperienza…

  • bat-fiz

    Ragazzi posso? Posso almeno io? posso dire la mia? eh? mmm? eh?
    ALLORA IERI SERA HO VISTO BATMAN … 3 fila posti al centro, al chè ho dovuto assumere la posizione a collo a 45 gradi per tutto il film…ma….Ne valeva la pena.
    PErchè nonostante i numerosi peccatucci veniali, come gli inseguimenti alla squadra speciale cobra11, alcuni buchetti sulla trametta, ilpettirosso riconoscibile circa all’inizio del film ( e qui cavolo Check ha ragione. Non sa nessuno della sua identità, neanche Gordon, arriva l’ultimo arrivato che capisce tutto? lo avessero inserito già nel secondo film dandogli una parte decisaamente inferiore rispetto all’attuale lo capirei. Cazzo il ragazzo c’era nel momento buio di Joker, ci può stare che sappia un bel po’ di cose, che faccia 2 più due…e dargli poi quel nome di battesimo alla fine non mi ha proprio entusiasmato), e il doppiaggio di Lucius che mi fa molto strano (qui però sono ignorante e non so se il doppiatore di Freeman ha avuto qualche problema), e quello di Bane è un pochino assurdo…
    Però il personaggio di BAne non mi è dispiaciuto. anche il fatto della machera (e qui mi riferisco a Check), appena gli tocca la maschera non è vero che diventa un gattino, anzi va giù di testa e da delle raffiche di pugni che buttano giù una colonna, dopo vabbè, faticava a respirare e aveva il fiato del pipi sul collo, però ci stà dai.

    PEr concludere, direi che sono in accordo con tutti voi. Il film è bello, (e in un punto l’ho trovato angosciante), ma poteva essere meglio, per me. Ciò nonostante è un finale che ci sta perfettamente. Che fra l’altro mi ha ricordato molto il finale del fumetto IL RITORNO DEL CAVALIERE OSCURO.
    Questo film per me è un 8- –
    Ma la trilogia in sè è un bel 9,5.
    P.S. Cillian Murphy fa un cameo che è straordinario.

    • Check

      Purtroppo il doppiatore ufficiale di Freeman (Renato Mori) pare abbia il cancro alle corde vocali.
      Per quanto riguarda la scena finale in cui si parla di ROBIN in lingua originale la segretaria gli dice “…perchè non usa il suo nome COMPLETO!?” (è in italiano che è reso alla cazzo-mannaggia).

  • CiccioBastardo

    Dato che ritengo questo capitolo e il penultimo (Batman: The Dark Knight) i migliori della trilogia, volevo prima di scrivere un mio commento riguardarmi il secondo film (non su italia1 con 3 ore di pubblicità). Ora che tutti i miei dubbi si sono sciolti posso benissimo trarre una conclusione… Il terzo capitolo non raggiunge in alcun modo la stupenda sceneggiatura del secondo, in questo film si è visto una trama complessa e un cattivone astuto ma il risultato non raggiunge la perfezione del penultimo film e, scusate se lo dico, Bane rimane 3 spanne sotto il Joker.
    Chiarisco subito che mi è molto piaciuto come film anche se la storia richiama molto Batman Begins, vedi ancora la ……… (elimino altrimenti è uno SPOILERONE) e il fatto che dovrà ritrovare se stesso.
    PRO: il fatto che sia meno fumetizzato e molto più realistico la trovo un ottima idea, positivi i temi toccati che possono essere paragonati all’attualità di oggi, finale non scontato…
    CONTRO: voce di BANE orribile, si poteva ambientarlo un pochino di più in orari notturni, la fine di BANE e la parte interpretata da Joe Gordon-Levitt.
    Nolan è un grande regista e sceneggiatore, mi piace sempre di più. IL film nel complesso merita un 8,5… ora sono curioso di che schifezza iper-irreale si vedrà in futuro con il prossimo film dedicato al pipistrellone.

  • “Chi ha parlato? Chi cazzo ha parlato?” XD uahahahahaha
    —-
    Ammetto di essere probabilmente in torto nel non aver voluto vedere il primo cavaliere oscuro, ma purtroppo vengo troppo influenzata dal cast.
    Nonostante gli attori del Begin mi siano piaciuti tanto (tranne quell’odioso pazzo di Spaventapasseri Chillian Murphy, che invece nel suo cameo qui è stato apprezzabile), non ho retto all’idea della faccia inguardabile di Maggie Gyllenhaal che doveva rimpiazzare piccola Katie, e per me due facce sarà sempre Tommy Lee Jones, ecco. Ma prima o poi mi rassegnerò a vederlo, anche se in questo terzo fanno un riassunto egregio della puntata precedente.
    Tornando in tema, amo Tom Hardy (mavà?), anche quando è immenso, pelato, con una maschera in faccia e rade al suolo Gothan, e c’è una sua sola inquadratura a viso scoperto, ma a maggior ragione sentirlo recitare per tutto il film (e Bane parla davvero parecchio) senza vedere altro che i suoi occhi, gli rende merito!
    Amo Anne Hathaway e ragazzi, quei calci volanti coi tacchi e la tutina aderente…è troppo figa in ogni senso possibile.
    Mi è piaciuto tantissimo J.G.Lewitt, è stato un mito e VOGLIO UN ALTRO FILM con lui e Bale per poter mettere nel cassetto per sempre i precedenti interpreti dell’impareggiabile due.

    • “Amo Anne Hathaway e ragazzi, quei calci volanti coi tacchi e la tutina aderente…è troppo figa in ogni senso possibile.”
      <3