Contraband

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 03-08-2012 alle 14:11

Regia: Baltasar Kormákur
Sceneggiatura: Aaron Guzikowski, Arnaldur Indriðason (film “Reykjavik-Rotterdam”)
Interpreti: Mark Wahlberg, Kate Beckinsale, Lukas Haas, Ben Foster, Giovanni Ribisi, J.K. Simmons
USA (2012), Azione / Criminale / Drammatico / Thriller, 109 min

Trama: New Orleans, Chris Farraday (Mark Wahlberg) è un allegro installatore di sistemi di sicurezza, ha una moglie figa (Kate Beckinsale) e due figli che hanno l’abitudine di girare con le scarpe a tacchetti sul parquet Ikea di casa. La vita prosegue come per ogni famiglia americana, ma un bel giorno il cognato cretino di Farraday (con due ‘R’) si mette a contrabbandare cocaina in modo maldestro, tanto che per non farsi catturare della Dogana degli Stati Uniti la butta a mare. Questo fa arrabbiare il mandante, un improbabile gangster (Giovanni Ribisi) che nell’affare ci ha perso una montagna di dollari (700.000 $); decide quindi di molestare la famiglia di Farraday per avere i soldi indietro, nonostante gli innumerevoli pugni che Chris gli tira ogni volta che lo vede. Farraday (con due ‘R’ vi ricordo) è quindi costretto a tornare al suo vecchio lavoro di contrabbandiere per racimolare i dindi per salvare la famiglia, chiedendo aiuto al suo amico alcolizzato Sebastian, anch’egli contrabbandiere (Ben Foster).

Impressioni: Se volete buttarvi nel magico mondo del contrabbando, per racimolare qualche soldino (dai 2 ai 20 milioni di dollari), questo film vi sarà molto utile come guida ‘for dummies’ per iniziare la vostra allegra impresa illegale. Per il resto, il film è la classica pellicola estiva, con una trama non originalissima ma neanche noiosa, azione e tensione nella giusta quantità. Giovanni Ribisi è il cattivone più sfigato e imbranato che abbia mai visto in una pellicola. Grandissimo colpo di scena finale, tale che ho avuto uno spasmo intestinale (forse è stata la coca cola della cena).

Conclusioni: Un film piacevole al palato, anche se il giorno dopo non lo ricorderete più. Sa di già visto ma si ‘rivede’ volentieri (anche per Kate B.). La dogana USA non ha mai visto una tela di Jackson Pollock.

Voto di IMDb: 6,5
Voto di Doc Brown: 7
Voto di Snake Plissken: 7 (siam buoni)
Voto di Axel Foley 7 (indulgenti direi)

 

 

Informazioni su Doc Brown

Doc Brown

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a docbrown@finalciak.com

  • CiccioBastardo

    Un film dalla trama semplice, adatto per chi si vuole rilassare al fresco seduto in sala senza dover usare troppo il cervello (…vedi INCEPTION). Non mi dava troppa fiducia invece mi è piaciuto, divertito e incuriosito.
    … faccio fatica ad accettarlo ma sto rivalutando Mark “Max Paine” Wahlberg.

  • Non riuscirò mai a perdonarlo per quel film… Anche perché ha detto di non aver mai giocato al videogame (quindi come poteva conoscere il personaggio da interpretare?)