From Paris With Love

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 19-04-2010 alle 22:24

Regia: Pierre Morel
Sceneggiatura: Luc Besson (storia), Adi Hasak (sceneggiatura)
Interpreti: John Travolta, Jonathan Rhys-Meyers, Kasia Smutniak
Francia (2010), Azione / Crimine / Thriller, 92 min

Trama: James Reese (Jonathan Rhys-Meyers) è un agente segreto novellino che lavora sotto copertura presso l’ambasciatore americano a Parigi. James vorrebbe diventare un operativo invece di fare da autista e messaggero per gli agenti segreti, così il suo capo gli dà un nuovo incarico: fare da partner a Charlie Wax (John Travolta), il migliore agente segreto sulla piazza. Se James è uno preciso, ligio al lavoro e meticoloso, Charlie è un tipo poco ortodosso, preferisce infatti usare un bazooka e le armi da fuoco a metodi più raffinati. In una sola giornata, Charlie trascinerà James per le vie di Parigi, catturando spacciatori di droga, cellule terroristiche e sventando attentati, facendo saltare in aria di tutto e minando seriamente la vita sentimentale di James, legato alla bella Caroline (Kasia Smutniak).

Impressioni: Visto il trailer esplosivo, e viste le dichiarazioni di Travolta sul film (“è il film che mi ha impegnato di più dal punto di vista fisico”), mi aspettavo un bel filmaccio d’azione, con la firma di Luc Besson e la regia di Pierre Morel (Taken – io vi troverò).
E infatti è stato un film magistrale, ha preso i migliori elementi dei film d’azione con la ‘strana coppia’ (alla Arma Letale), con un sacco d’azione ben coreografata e mai troppo violenta (mentre molti siti e giornali lo definiscono un film ‘pulp’… boh) con battutacce a gogo.

La pellicola è inoltre piena di situazioni simpatiche e a tratti esilaranti (come quella dell’immagine sopra), che dà un bel taglio da commedia al tutto. Charlie Wax, per quanto sia brutale, si intende subito con il suo nuovo partner e si impegna ad addestrarlo al meglio. Il bello è che per quanto le azioni di Charlie risultino paradossali e da pazzo furioso, tutte sono pianificate per ottenere qualcosa: la sceneggiatura e la storia sono state scritte veramente bene, senza buchi nella trama.

Le scene d’azione, come ho detto poc’anzi, sono davvero ben coreografate. La telecamera è fissa e non a spalla come va tanto di moda, quindi non viene il mal di mare e si riesce a capire perfettamente quello che sta succedendo. Tanto di cappello a John Travolta che, ormai 56enne, salta, corre e rotola come un ragazzino, ovviamente schivando le pallottole e mitragliando i cattivi e facendo saltare in aria Parigi.

Conclusioni: From Paris With Love è davvero un bel film, divertente e pieno d’azione ma anche ben scritto e coreografato. Pierre Morel e Luc Besson non si smentiscono e li promuovo entrambi a pieni voti, soprattuto per aver riesumato la vecchia tecnica della ‘strana coppia’, che tanto mi ha ricordato i film di Arma Letale. Di contro posso dire che il film dura poco (90 minuti), altri 20/30 minuti ci stavano. Nota di biasimo per il doppiaggio italiano: John Travolta è doppiato da Paolo Marchese; per carità, è stato molto bravo a doppiarlo e bisogna dargliene atto, ma ho sentito tanto la mancanza del timbro caratteristico del mitico Claudio Sorrentino (posso ipotizzare che fosse impegnato a doppiare Mel Gibson in Fuori Controllo). Spero facciano ne un seguito!

Buona Visione!

Voto di IMDb: 6,5
Voto di Doc. Brown: 8 (bello bello bello, non vedo l’ora di rivederlo in Blue Ray)
Voto di Snake Plissken: 8
Voto di Axel Foley: 7,5

 

Informazioni su Doc Brown

Doc Brown

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a docbrown@finalciak.com