Godzilla II – King of the Monsters

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 08-06-2019 alle 12:14

Godzilla: King of the Monsters (2019 | USA/Giappone | 131 minuti)
Kyle Chandler (Mark Russell), Vera Farmiga (Dr. Emma Russell), Millie Bobby Brown (Madison Russell), Ken Watanabe (Dr. Ishiro serizawa), Ziyi Zhang (Dr. Ilene Chen), Bradley Whitford (Dr. Rick stanton), Sally Hawkins (Dr. Vivienne Graham), Charles Dance (Jonah Alan), Aisha Hinds (Colonnello Diana Foster), David Strathairn (Ammiraglio William Stenz).
Sceneggiatura: Michael Dougherty & Zach Shields.
Regia: Michael Dougherty
Genere: Azione | Avventura | Fantascienza | Fantasy | Catastrofico | MonsterVerse
Presente una scena dopo i titoli di coda

Dopo la devastazione della città di San Francisco del 2014 avvenuta a causa dello scontro tra Godzilla e M.U.T.O., i Titani, giganteschi esseri che un tempo dominavano la Terra, ormai non sono più un segreto e i governi mondiali stanno discutendo per decidere se sterminarli tutti o imparare a conviverci.
L’organizzazione cripto-biologica Monarch, nata proprio con il compito di sorvegliare il lucertolone e tenere la sua esistenza all’oscuro dall’umanità, continua la sua opera di studio, monitoraggio e ricerca dei titani.

Purtroppo la Monarch verrà presto colpita da un’organizzazione eco-terroristica che ha l’intento di liberare tutti i titani mantenuti quiescenti per poi lasciarli girovagare liberi per il pianeta Terra ristabilendo così l’ordine naturale di un tempo, dato che l’uomo con il suo progresso non ha fatto altro che distruggerlo. Trattasi chiaramente di follia pura.

Attualmente si contano ben 17 titani sul pianeta Terra, fortunatamente non tutti “cattivi”, ma tra questi figura anche lui, il Mostro Zero, l’unico a non provenire da questo mondo essendo caduto dal cielo secondo quello che dicono le leggende e che secondo queste antiche scritture era già chiamato con l’appellativo di Re….

Ma andiamo a conoscere meglio i quattro titani principali protagonisti assoluti di questa pellicola.

GODZILLA (ゴジラ, Gojira)
Il lucertolone più famoso del cinema, alto circa 160 metri in questa versione cinematografica, è il maggior protettore della Terra dai titani cattivi, lui è buono con gli esseri umani ma non bisogna farlo arrabbiare perché per lui non siamo che innocui insetti, apparentemente in carne e dalla corporatura robusta, ha il corpo ricoperto da scaglie adamantine e cicatrici cheloidee, tipico effetto dovuto alla vicinanza delle radiazioni nucleari; potrebbe apparire goffo nei movimenti, ma quando colpisce lascia sempre il segno. Godzi Spacca!!!

DIMENSIONI: 4
FORZA: 4
IGNORANZA: 2
POTERI/ABILITA’: Abile nuotatore; si nutre di radiazioni; dalla bocca emette un raggio simile a plasma di colore azzurro dalla potenza devastante.

 

MOTHRA (モスラ, Mosura)
Ha l’aspetto simile a una falena gigante, poi a guardarla bene si riscontrano caratteristiche morfologiche di altri insetti; se Godzilla è Captain America, Mothra è Falcon, vi è un rapporto di simbiosi tra i due e ti accorgi quando arriva perché il cielo si illumina di luce chiara e intensa, quasi accecante. Si salva per miracolo dagli ecoterroristi durante l’attacco alla base Monarch, trova rifugio sotto una cascata e riesce a compiere la sua metamorfosi diventando adulta. Beato Angelico.

DIMENSIONI: 2
FORZA: 2
IGNORANZA: 1
POTERI/ABILITA’: Volo; zampe appuntite simili a quelle di una mantide che può usare come armi; pungiglione retrattile e letale sulla punta dell’addome; bioluminescenza proiettata attraverso gli intricati motivi delle sue ali.

RODAN (ラドン, Radon)
E’ considerato il demone del fuoco, infatti il suo risveglio avviene durante un’eruzione vulcanica. Ha l’aspetto di uno pteranodonte molto barbaro, è il soldato perfetto da gettare in prima linea. Villano senza cervello, sta dalla parte del più forte, da chi si impone come titano alfa. Tacchino Gigante Troglodita.

DIMENSIONI: 3
FORZA: 3(+1)
IGNORANZA: 4
POTERI/ABILITA’: Volo; pelle costituita da magma solidificato che la rende più coriacea; il livello così alto di ignoranza conferisce un bonus di +1 alla forza; gli basta un battito di ali per distruggere delle città.

 

KING GHIDORAH (キングギドラ, Kingu Gidora)
Prima di questo nome, dato in seguito alla traduzione di antiche scritture, era chiamato dalla Monarch “Mostro Zero”, l’unico titano a non essere originario di questo pianeta, essendo una specie aliena invasiva che in passato ha già combattuto con il lucertolone o con un suo antenato e per ragioni sconosciute è rimasto ibernato nel ghiaccio. Appena risvegliatosi si prende subito il ruolo di predatore alfa verso gli altri mostroni: ha l’aspetto di un enorme drago dorato a tre teste e la coda biforcuta dove ogni testa presenta una personalità distinta. Ineluttabile Thanos.

DIMENSIONI: 5
FORZA: 4
IGNORANZA: 2
POTERI/ABILITA’: Volo, durante il quale è capace di generare correnti elettriche e di tempesta attorno a sé; può generare venti della forza di un uragano; da ciascuna testa e dalle punte delle ali emette scariche elettriche della potenza di fulmini; coda biforcuta provvista di speroni; fattore rigenerante; si nutre anch’esso di radiazioni.

Il MonsterVerse della Legendary Pictures arriva a maturità con il suo terzo film e proietta lo spettatore al prossimo scontro tra titani, quello tra il lucertolone nuotatore e lo scimmione protettore dell’Isola del Teschio.
Devo dire che il primo film datato 2014, non mi aveva molto entusiasmato, anzi direi proprio che quasi tutta la redazione di FinalciakTM aveva tirato cacca sul film; forse perché si aveva ancora la memoria del mediocre Godzilla di uno dei registi più catastrofici del cinema, Roland Emmerich, datato ormai 1998. Ma rileggendo la corpulenta scheda del nostro Bat-Fiz, dove vi è una dettagliata storia cinematografica del lucertolone, si vede la pellicola con un occhio diverso e la si apprezza sicuramente di più perché si coglie il grande rispetto per la tradizione giapponese che ha influenzato la sua realizzazione. Una cosa davvero notevole e forse anche innovativa per un blockbusterone americano e comunque la strizzata d’occhio alla cultura giapponese continua con questa pellicola.

I mostroni si prendono con prepotenza tutta la scena e le controparti umane non possono fare altro che stare a guardare, complice anche una sceneggiatura che non ne ha prodotto una buona caratterizzazione di questi. A mio modesto parere Godzilla (2014) è un po’ meglio di questo anche se il lucertolone aveva poco minutaggio a disposizione; il migliore fino ad ora rimane sempre Kong – Skull Island, che oltre a intrattenere mandava anche un forte messaggio antimilitarista; questo terzo capitolo risulta comunque discreto soprattutto per il genere che rappresenta e senza troppe pretese, certo ha i suoi difetti e i suoi cliché ma riesce nell’intento di intrattenere lo spettatore e sviluppa ulteriormente l’universo cinematografico iniziato nel 2014, al contrario di altri già morti in partenza come il Dark Universe o il DC Extended Universe che viene sviluppato sempre più a caso pellicola dopo pellicola .

Voto di Axel Foley: 3 Taglia una testa e subito questa ricrescerà su 5
Voto di Doc Brown: 3 Radiazioni che fanno bene su 5
Voto di Crisididentita: 3 Team Watanabe, Go! su 5
Voto di Bat-Fiz:
Voto di Drugo Letowski: 3 Lasciateli combattere su 5

 

Informazioni su Axel Foley

Axel Foley

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a axelfoley@finalciak.com