Dragon Trainer: Il Mondo Nascosto

Categorie: Animazione, Film, Recensione

Pubblicato il 11-03-2019 alle 12:19

How to Train Your Dragon: The Hidden World (USA, 2019, 104′)
Regia:Dean DeBlois
Autori: Dean DeBlois, basato sui libri di Cressida Cowell
Cast doppiaggio: Jay Baruchel/Flavio Aquilone (Hiccup), America Ferrera /Letizia Scifoni (Astrid), Cate Blanchett/Francesca Fiorentini (Valka), Craig Ferguson /Carlo Valli (Skaracchio), Gerard Butler /Roberto Draghetti  (Stoik),  F. Murray Abraham /Massimo Lodolo  (Grimmel)
Genere: Animazione, Fantatico, Azione, Avventura, Drammatico, Commedia

Arriva alla conclusione la stupenda trilogia di Dragon Trainer che non finirò mai di apprezzare per il coraggio della trama.

NEI FILM PRECEDENTI:
Nel primo film vediamo il giovane Hiccup aiutare il drago Sdentato, una furia buia con un problema (alcuni lo chiamano Handicap) alla coda. A fine film vediamo Hiccup perdere una gamba pareggiando così i conti con la sua cavalcatura. Nel secondo li ritroviamo cresciuti ed entrambi prendere delle responsabilità, il drago diventa un alpha, capo dei sui simili e Hiccup invece diventa il capo della spumeggiante cittadina di Berk e di tutti i suoi strani abitanti.

Trama: È passato un anno da quando Hiccup ha realizzato il suo sogno di creare una società pacifica, dove uomini e draghi vivono insieme. Oltre alla continua esplorazione del mondo, le sue missioni sono ora volte anche a salvare i draghi catturati dai cacciatori, insieme a Sdentato, Astrid, sua madre Valka e la loro banda di Cavalieri di Draghi, rendendo il piccolo paese di Berk sempre più sovraffollato. Sembra andare tutto bene, finché non si trovano a fronteggiare un malvagio cacciatore di draghi chiamato Grimmel il Grifaio. 

In questo terzo capitolo ci ritroviamo in una situazione stupenda e caotica quale è la vita nella città di Berk. Ci ritroviamo quasi subito l’antagonista che ce l’ha a morte con i draghi e di conseguenza con tutta Berk. Quello che è per me essenziale e che per fortuna ritroviamo nuovamente, è l’intreccio emozionante verso il finale che non ti aspetti per un film di animazione. Abbiamo le responsabilità che la fanno da padrona anche verso i sentimenti, il sopperire ai problemi fisici mettendoci il cuore, lo sbilanciamento, la separazione e l’accettazione.
Non sono un esperto, ma credo che sia un bel mattone per un bambino.

Tecnicamente è stupendo. Il salto di qualità c’è e si nota il netto miglioramento della CGI soprattutto guardando il fuoco, l’acqua, la nebbia e il fumo. Complimenti allo staff per l’ottimo lavoro.
Che dirvi di più. Un finale commuovente e che ti lascia qualcosa. Sensazioni forti che mi fanno riflette sul perché non ci sono più film di animazione di questo genere, che ti fanno ridere e che ti fanno quasi venire il magone.
Buona visione!

Voto di Snake Plissken: 3 anche i draghi han problemi con le femmine su 5
Voto di Drugo Letowski: 4 lacrime su 5
Voto di Crisididentita: 3 Superquark: alla scoperta dei draghi su 5
Voto di Doc Brown: 3 leccate di drago su 5

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.