L’amore non va in vacanza

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 27-11-2018 alle 20:28

The holiday (USA|2006|136′)
Regia:Nancy Meyers
Sceneggiatura:Nancy Meyers
Cast:  Cameron Diaz  (Amanda),  Kate Winslet (Iris),  Jude Law (Graham),  Jack Black (Miles),  Eli Wallach (Arthur),  Rufus Sewell (Jasper)
Genere: commedia romantica ad alto tasso glicemico

TRAMA: Amanda vive a Los Angeles dove è il capo di una società che realizza trailer cinematografici. La sua vita professionale va a gonfie vele mentre la sfera privata è un disastro. Dall’altra parte dell’Oceano, a Londra, c’è Iris, una giornalista di cronaca rosa vittima di un amore non corrisposto. L’ennesima delusione sentimentale spingerà le due donne, così diverse fra loro, a sentire la necessità di un cambiamento netto. Grazie ad un annuncio online decidono quindi di scambiarsi l’abitazione per le vacanze di Natale per cercare, inutile a dirsi, senza riuscirci, di stare alla larga dagli uomini e dai problemi che ne derivano.

So che non è una cosa per tutti, ma le commedie romantiche a sfondo natalizio possono essere una droga. Non importa quanto bene siano recitate (anche se qui abbiamo dei bravi attori), quanto intricata sia la trama (non intricata ma gradevole), quanto epica sia la colonna sonora (uno dei protagonisti scrive colonne sonore per Hollywood, le citazioni si sprecano), la sola cosa che conta sono gli intrecci amorosi, preferibilmente contornati di neve e lucine intermittenti, che inevitabilmente portano sorrisini ebeti e palate di melassa nei salotti degli spettatori.
E se c’è una regista e sceneggiatrice che sa quali tasti premere, quella è Nancy Mayer, cintura nera di film romantici! (Baby Boom, Il padre della sposa, Genitori in trappola, What women want, Tutto può succedere, Lo stagista inaspettato)

Una delle cose più belle di questo film, sono però le locations. Si passa continuamente dall’innevato cottage nel Surray che Iris cede ad Amanda, alla mega villa hollywoodiana di quest’ultima, dotata di tutti i comfort, compresa una sala cinema da manicomio! Le due abitazioni, così diametralmente opposte eppure altrettanto affascinanti, non fanno solo da sfondo alle vicende delle protagoniste, ti viene proprio voglia di essere lì con loro.

L’amore non va in vacanza, né nelle campagne inglesi, né nell’assolata Hollywood, ma se volete passare un paio d’ore piacevoli mangiando popcorn sul divano in pieno relax, questo film è consigliato dalle migliori romanticone.

Voto di Crisididentita 4 scambio casa su 5

 

Informazioni su Crisididentita

Crisididentita

"Per entrarmi nel cuore e non farmi rimpiangere i soldi del biglietto, un film deve farmi almeno un po' piangere, o ridere, o piangere dal ridere." E-mail di contatto crisididentita@finalciak.com