Gamer

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 04-04-2010 alle 13:19

Regia: Mark Neveldine, Brian Taylor
Sceneggiatura: Mark Neveldine, Brian Taylor
Interpreti: Gerard ‘This is Spartaaaaaaaa’ Butler, Amber Valletta, Michael ‘Dexter’ C. Hall, Logan ‘Percy Jackson’ Lerman

Trama: USA 2034, grazie allo sviluppo di tecnologie per il controllo remoto della mente, il milionario Ken Castle (Michael C. Hall) rilascia un videogame FPS (First Person Shooter), Slayers, che permette ai giocatori di controllare le azioni di alcuni detenuti condannati a morte che si sfidano l’un l’altro in combattimenti all’ultimo sangue, nella speranza di raggiungere la quota di 30 vittorie consecutive. Simon (Logan Lerman), un bimbominkia amante dei videogames, si collega a nerboruto Kable (Gerard Butler), l’attuale campione sopravvissuto a 27 incontri. Con l’aiuto di Simon, riuscirà Kable ad arrivare alle agognate 30 vittorie e a guadagnare la libertà?

Impressioni: Il duo Neveldine/Taylor ritorna dopo il buon Crank: High Voltage (sembra incredibile ma mi è piaciuto), con questo film d’azione che fa il verso ai videogame e ai social network. Gamer è un film molto spettacolare, c’è azione in quantità ed è calibrata in modo da ricordare i videogame che vanno molto ora, tipo Modern Warfare, inoltre le scene d’azione sono intervallate da momenti in cui Amber Valletta diventa una ‘Second Lifer’ reale, comandata da un utente maniaco e obeso. Devo ammettere che il film critica ottimamente le mode odierne, con i bimbiminkia che si friggono il cervello davanti ai videogame (io comunque dovrei stare solo zitto) e altra gente che si isola e si aliena creandosi vite parallele sul web, questo portato ovviamente all’estremo come ci ha abituati Neveldine e Taylor.

Il problema è che il film non ha trama, e sapete che per me la trama è il pilastro fondamentale di un film. Di fatto è scritta male, sarebbe stato molto bello se Lerman e Butler avessero un legame che va oltre il semplice fatto di far evadere Kable; tale rapporto è trascurato. Anche Kable è un personaggio poco profondo e descritto male, insomma c’è poca cura per i protagonisti. Michael C. Hall è stato molto bravo a interpretare il cinico cratore di Slayer, mentre la parte di Butler poteva farla un qualsiasi attore troppo grosso.

Conclusioni: Il film è spettacolare, e critica in maniera magistrale le mode odierne dei videogame e dei social network, cercando di far ragionare lo spettatore sull’alienazione che essi danno se il loro uso è abusato. Tuttavia il film non ha una trama degna di nota, anzi ha parecchi buchi, con personaggi poco approfonditi. In confronto a Crank: High Voltage, questo film è una caduta di stile.

Buona giocata!

Voto IMDb: 5,7
Voto Doc Brown: 5
Voto Snake Plissken: 6
Voto di Axel Foley: 5

 

Informazioni su Doc Brown

Doc Brown

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a docbrown@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com