Shark – Il Primo Squalo

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 11-08-2018 alle 11:06

The Meg (2018 | Cina/USA | 113 minuti)
Jason Statham (Jonas Taylor), Bingbing Li (Suyin), Rainn Wilson (Morris), Cliff Curtis (Mac), Ruby Rose (Jaxx), Masi Oka (Toshi), Robert Taylor (Heller), Page Kennedy (DJ), Jessica McNamee (Lori).
Sceneggiatura: Dean Georgaris, Jon Hoeber & Erich Hoeber.
Regia: Jon Turteltaub
Genere: Azione | Avventura | Horror | Fake Monsters Universe | Vattelapesca | Carcharocles megalodon

Nel 2013 Discovery Channel mandò in onda un documentario che mostrava una serie di incidenti apparentemente “casuali” la cui spiegazione portava a una sola risposta: Il Megalodonte esiste!!!

Successivamente venne mandato in onda uno speciale sul Megalodonte in cui il protagonista e narratore del primo documentario doveva affrontare un dibattito con personale scientifico di enti globali. Tutto apparve reale e maledettamente veritiero. La realtà è che questi sono “mockumentary” (falsi documentari) che però hanno suscitato attenzione ed enormi fake news anche su quotidiani nazionali (giusto perché in Italia si fa informazione), successivamente il successo di questi finti documentari continuano con Mermaid ed altri mostri degli abissi.

Nel 2018 esce Shark – Il primo squalo, ed io ne sono entusiasta. Nella mia testa vaga l’unione con lo storico e sanguinario Lo Squalo (Jaws, 1975 ) ma n volte più gigantesco.  Ahimè questo film pecca in molte parti, ma non è da buttare.

Il buon Jason scampato una prima volta dalla pancia della balena dello squalo, è costretto ad unirsi all’equipe di un gruppo di scienziati stipendiato da un giovane miliardario. Dato che son tutti stronzi a questo mondo nessuno si è accorto che la Fossa delle Marianne non finisce ad 11Km ma continua al di sotto di quel finto pavimento, che è in realtà un termoclino, scoprendo un ecosistema tutto nuovo, in cui sono state preservate specie preistoriche. Poco dopo viene attaccato da un mega squalo. Ovviamente Jason fugge ma genera un’esplosione (perché non esiste Statham senza esplosione) che si porta dietro un megalodonte… o forse due.

Da qui tutta una serie di problemi.

Perché non vedere questo film:

1- Sangue. Non si può pensare a Lo Squalo senza pensare al sangue nell’acqua, alle braccia mozzate, al panico.

2- Massacro. Esiste sono una scena in cui c’è un sentore di massacro nell’aria. Una massa enorme di bagnanti che sembrano i cereali da colazione. Eppure non c’è stata la magia che speravo.

3-Coerenza. A livello scientifico è tutto assurdo. Eppure questo potrebbe essere il suo punto di forza. Ignoranza totale.

Perché vedere questo film:

1- Ignoranza. Come detto prima questo è un gran punto di forza e vedere Jason che diventa una perfetta esca la fa diventare una delle scene migliori del film.

2- Tensione. Esiste una buona dose di colpi di scena. Sebbene siano banali, stanno nel punto giusto.

3- Ignoranza. Si l’ho già detto ma è il livello è alto.

 

Voto di Axel Foley: 2 Termoclini su 5
Voto di Snake Plissken:
Voto di Bat-Fiz: 3 Meg su 5

 

Informazioni su bat-fiz

bat-fiz

Collaboratore ufficiale di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a batfiz@finalciak.com