Daybreakers – L’ultimo vampiro [Flop Ten 2010 #3]

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 31-03-2010 alle 20:50

Daybreakers (Usa, Australia: 2009)
Regia diMichael Spierig, Peter Spierig
Cast:
Ethan Hawke, Sam Neill, Claudia Karvan, Willem Dafoe, Isabel Lucas
Genere: Azione, Horror, Fantascienza, Thriller
Durata: 98 minuti


Andare al cinema sicuro di vedere un film al limite della sufficienza ha il suo fascino.
Gli attori sono al limite della serie B. Film semplice, poco convincente, ma molto divertente se preso nel verso giusto. Adatto ai maggiorenni accompagnati da cellulari rumorosi.

Trama [contiene Spoiler]

Il film è pronto da molti anni, ma vede la luce solo ora che i vampiri vanno di moda. I famosissimi fratelli Spierig ci portano una versione molto alternativa, ambientata nel 2019 dove i vampiri dominano il mondo. La razza dominante della Terra è addirittura più stupida di quella precedente, stanno morendo di sete. Il modo è stato praticamente obbligato a vampirizzarsi, ma pensare di lasciare qualche umano per la bevuta giornaliera era troppo complicato. La pellicola è incentrata su Edward Dalton (Ethan Hawke) ematologo in cerca di un surrogato del sangue. Il fratello Frankie (Michael Dorman), è un militare che da la caccia agli umani per farli mungere dal boss di Edward, il simpaticissimo Charles Bromley (Sam Neil). Edward ha dei principi (per fortuna!) e non vuole bere sangue umano, anzi è dalla parte degli umani, tanto che ne salva alcuni dopo un incidente stradale. Nel frattempo sangue scarseggia sempre di più e i vampiri cominciano a diventare delle bestie deformi, assetate di sangue e senza più il lumino della ragione. Cazzo che thriller! Un piccolo gruppo di umani capitanati da Audrey Bennett (Karvan) e Lionel ‘Elvis’ Cormac (Dafoe) contattano Edward per fargli cercare una cura. Lionel era un vampiro [e fin qui]; un bel dì sfrecciava di giorno [vetri oscurati ovviamente] con la sua Chevrolet Nomad, ed ebbe un incidente ai 190km/h, volò fuori dal parabrezza, con conseguente “autocombustione”, per poi atterrare in un fiume e spegnersi. Era tornato umano. Edward si chiede se sia stato il Sole a farlo tornare umano (qui ovviamente è partita la risata mia e di Brown: “No ci vogliono 120mph e 1,21Gigowatt, IMBAZIL!”). Il protagonista ripete quindi l’esperimento (senza la Chevrolet) e ritorna umano. Imprevedibile eh? Torna quindi in città, si fa fregare dal fratello (che a sua volta rimane fregato dal sangue di un ex-vampiro), e poi va a sfidare il suo boss per salvare Audrey. Qui si innesca una reazione a catena 2^n. Bromley morde Dalton e quindi torna umano, Bromley viene morso dai militari che dovevano proteggerlo che a loro volta tornano umani, altri soldati mordono i nuovi soldati e via discorrendo fino ad arrivare agli ultimi vincitori… Eee, colpo di scena! L’ex collega di Edward (che ha trovato la formula del TrueBlood) uccide i militari e punta l’arma verso i nostri due cari. Spunta quindi “Elvis” (probabilmente nascosto nel baule della TransAm) che lo fa esplodere in mille pezzi. Fine.
Confusi? Perfetto, significa che ho spiegato bene.

Se vi state chiedendo dove sia Isabel Lucas (che è addirittura in locandina) dimenticatevela. E’ poco più di una apparizione. La figlia umana di Bromley che viene trasformata a tradimento, e che autobeve il proprio sangue per accelerare il processo di deformazione e di conseguente condanna.

Se avete letto la trama, avete già capito tutto. Se non l’avete letta, guardatevi il film su pc. Non c’è molto da discutere, questo film è un bidet. Volevo dargli sei, ma sarebbe una presa per il culo per gli altri film a cui ho dato sei. Cinque è riservato ad un’altra saga di vampiri :P


Voto IMDB: 7,1
Voto Snake Plissken: 5,5
Voto Doc. Brown: 4

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.

  • Doc. Brown

    Mi ritiro dall’impresa…