Red Sparrow

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 15-03-2018 alle 12:55

Red Sparrow (USA | 2018 | 140 min)
Jennifer Lawrence (Dominika Egorova), Joel Edgerton (Nate Nash), Matthias Schoenaerts (Vanya Egorov), Charlotte Rampling (Matron), Mary-Louise Parker (Stephanie Boucher), Ciarán Hinds (Zakharov), Jeremy Irons (Generale Korchnoi).
Scritto da Justin Haythe. Tratto dal romanzo di Jason Matthews. Musiche di James Newton Howard.
Diretto da Francis Lawrence.
Genere: Spionaggio | Thriller | Drammatico

Dominika Egorova è la prima ballerina dello storico teatro Bolshoi di Mosca che vede stroncarsi la carriera a seguito di un doloroso infortunio accaduto durante un balletto. Grazie a suo zio che lavora per i servizi segreti russi viene a sapere che la sua brutta caduta non era casuale ma organizzata per dare il suo ruolo ad un’altra ballerina; Dominika prontamente si vendica, ma ormai la sua carriera è finita e la madre malata continua ad aver bisogno di costose cure; così accetta la proposta dello zio per quella che dovrebbe essere una semplice missione ma tutto non va per il meglio e la ragazza finisce per essere compromessa, a questo punto le rimangono solo due possibilità: beccarsi una pallottola in testa oppure arruolarsi.

Dominika finisce così in una scuola statale che addestra giovani ragazzi e ragazze in letali ma soprattutto seducenti assassini, queste particolari spie russe vengono chiamate “Sparrow”.

Dopo un duro e umiliante addestramento è pronta per il suo primo incarico: dovrà approcciarsi con un agente della CIA che è in contatto con una talpa all’interno delle alte sfere gerarchiche del governo russo.

Tratto dal romanzo Nome in codice: Diva, scritto dall’ex agente della CIA Jason Matthews, Red Sparrow è un puro film di spionaggio ambientato in giro per l’Europa dopo la guerra fredda ma che vede i due stati principali, Stati Uniti e la nascente Russia, continuare a spiarsi, il periodo sembra essere non molto lontano dalla caduta del muro, approssimativamente nei primi anni ’90 dato che nel film si vedono utilizzare i mitici floppy disc da 1,44 megabyte. Gli Sparrow più che letali sono seducenti perché la loro arma principale è il corpo e la bellezza e con la seduzione riescono a ottenere le informazioni che servono e a manipolare la vittima designata secondo il proprio volere; l’addestramento infatti è molto umiliante e sembra più che altro mirato a farli diventare delle donnacce o dei cagnacci (nel caso degli uomini), non li si vede mai impugnare una pistola, al massimo imparare a scassinare una serratura, della serie se ti porti a letto qualcuno, puoi sapere qualunque cosa.

Qui Jennifer Lawrence è tanta roba, la sua Dominika però risulta essere una Sparrow sopra le righe, capace di arrivare al risultato senza succhiarlo a destra e a manca. Nessun paragone con la Natasha Romanoff/Vedova Nera dell’universo Marvel, tuttavia quello con Atomica Bionda di Charlize Theron è quasi d’obbligo. Quello è un altro film di spionaggio che diversamente era ambientato durante la guerra fredda con il Muro ancora integro, c’era molta più azione, qualche smaialata e una colonna sonora molto valida perfettamente in linea con il periodo storico; questo ha meno ritmo, molto spinto e anche molto violento con alcuni passaggi di sceneggiatura un po’ complicati e che mi hanno spiazzato: giochi, doppi giochi, tripli giochi e quadrupli giochi, quasi forzati come a dire che se ho un film di spionaggio allora la trama deve essere intricata per forza.

Non mi ha entusiasmato molto ma merita comunque una seconda visione, e comunque che donnone Jennifer Lawrence…

Voto di Axel Foley: 2 talpe su 5

 

Informazioni su Axel Foley

Axel Foley

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a axelfoley@finalciak.com