Wonder Woman

Categorie: Cinema, Film, Recensione

Pubblicato il 05-06-2017 alle 19:30

Wonder Woman (USA/Cina/Hong Kong | 2017 | 141min)
Gal Gadot (Diana), Chris Pine (Steve Trevor), Robin Wright (Antiope), Lucy Davis (Etta), Connie Nielsen (Ippolita), Danny Huston (Ludendorff), David Thewlis (Sir Patrick), Saïd Taghmaoui (Sameer), Ewen Bremner (Charlie), Elena Anaya (Dottoressa Maru).
Scritto da Allan Heinberg, Zack Snyder, Allan Heinberg , Jason Fuchs.
Diretto da Patty Jenkins
Genere: Azione | Avventura | Fantasy | Supereroi | DC Extended Universe | Captain Wonder Woman

Questa è la storia di Diana, figlia di Ippolita, sovrana delle Amazzoni, donne guerriero che popolano l’isola di Themyscira. Diana fu creata dalla madre plasmando una statuetta d’argilla e pregando Zeus di renderla viva. Fin da piccola, Diana, desiderava diventare una potente guerriera come le sue sorelle ma questo è sempre andato contro il volere della madre. La piccola non demorde e si allena segretamente con la zia Antiope, generale dell’esercito. Quando la regina scopre il misfatto cambia idea ed autorizza la sorella ad addestrarla a patto di non rivelarle i segreti del suo passato e del suo futuro. Diana viene addestrata molto più duramente rispetto alle sue compagne e raggiunta la maturità dimostrerà di avere poteri nettamente superiori rispetto alle sue sorelle.

Un giorno vede precipitare in mare un aereo, si tratta del capitano Steve Trevor, in fuga dai soldati tedeschi. Diana riesce a salvarlo prima che affoghi ma subito dopo arrivano i suoi inseguitori e così ha luogo una battaglia dove le donne guerriero, seppur avendo la meglio, subiscono numerose perdite. Interrogato poi, il capitano Trevor rivela di essere una spia inglese e di aver rubato il taccuino segreto della dottoressa Maru, una scienziata pazza al servizio del generale Ludendorff; in quel libretto sono contenute informazioni fondamentali sulle armi di distruzione create dalla dottoressa, che tra l’altro ha il soprannome di Dr. Poison.

Sconvolte dai racconti di guerra della spia inglese, le amazzoni credono che alla base di tutto ci sia Ares, il dio della guerra appunto, unico sopravvissuto all’ira di Zeus e ormai scomparso da secoli. Dopo numerosi permessi negati finalmente Ippolita consente alla figlia di partire con Trevor per rintracciare e uccidere definitivamente Ares, ponendo fine non solo alla guerra in corso, ma a tutte le guerre…

Diana è giovane e ingenua, perché ha tanta teoria e poca pratica e ancora non sa come funziona il mondo al di fuori di Themyscira, ma dimostra un grande coraggio e soprattutto un grande cuore, mettendosi sempre al servizio della giustizia e dei più deboli; c’è un forte sentimento anti bellico alla base del personaggio che vorrebbe sempre salvare tutti se potesse. Gal Gadot è bellissima, cazzutissima, ingenua e simpatica, la scelta per interpretare questo personaggio si è rivelata molto azzeccata.

Il personaggio di Wonder Woman quindi è riuscito bene, un po’ meno la pellicola. Questo film è ambientato durante la Grande Guerra, nell’ultimo anno, dove gli eserciti erano allo stremo delle forze da ambo le parti; abbiamo già detto quanto sia forte il messaggio pacifista però proprio perché ambientato in periodo bellico, nelle scene in trincea, anche se stiamo parlando di un’altra guerra, non può non  venirti in mente quel Captain America di casa Marvel.

La durata della pellicola è importante, in qualche frangente risulta essere noiosa, discrete sono le scene di combattimento anche se a volte con uso eccessivo del rallentatore. Non sono chiari alcuni punti della trama, come ad esempio dove sia ubicata questa mitica isola di Themyscira, perché pare che chiunque possa andarci semplicemente oltrepassando una barriera, capace solo di celare l’isola ma non di renderla inaccessibile. Anche l’estetica del cattivone non risulta molto riuscita, non rimanda assolutamente alla mitologia greca ma ricorda molto quel Sauron de Il Signore degli Anelli.

In conclusione direi che è un film mediocre e che i livelli Marvel sono ancora lontani. Personalmente avrei aggiunto una bella scena dopo i titoli di coda, per ricordarci che siamo nel DC Extended Universe e soprattutto per far salire l’adrenalina per il grande evento di novembre che porta il nome di Justice League.

Axel Foley

Quando ero piccola e i super eroi erano ancora in calzamaglia e mutandoni a vita alta, la serie tv di Wonder Woman era una delle mie preferite, perciò quando ho saputo che Gal meraviglia, già amata nei vari F&F, avrebbe vestito i suoi panni, ne son stata felice. Posso garantirvi che ho trovato le sue scene in Batman VS Superman: Dawn of Justice  una delle poche cose piacevoli di quel film e non sapevo proprio cosa aspettarmi  dalla pellicola a lei dedicata, temevo in una grande delusione. Sono invece molto felice di come sono andate le cose. Nonostante la lunghezza del film, non mi sono appisolata mai, ho seguito il tutto senza fatica e l’ambientazione mi è piaciuta molto, sia quella dell’isola delle amazzoni che quella nel mondo reale, inclusi costumi e e scenografie; la giusta dose di sentimento e ironia tiene insieme il tutto. Ottimi i personaggi di contorno,  dalla meravigliosa Robin Wright, super guerriera che addestra Diana, al co-protagonista maschile Chris Pine, sempre a suo agio nel ruolo dell’eroe buono ma un po’ mascalzone e scavezzacollo.  Wonder Woman promossa quindi. Attendiamo i prossimi film DC per vedere se riusciranno a continuare sulla strada della redenzione.

Crisididentita


Voto di IMDb: 8,1 su 10 con 151064 voti
Voto di Axel Foley: 2 AmmazzaDei su 5
Voto di Doc Brown: 3,5 maschere antigas su 5
Voto di Snake Plissken: 3 banadeta in tal cuor ♥ su 5
Voto di Crisididentita: 3 cecchini orbi su 5
Voto di Batfiz: 3 fotografie originali su 5

 

Informazioni su Axel Foley

Axel Foley

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a axelfoley@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com