Ghost in the Shell

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 26-04-2017 alle 18:00

Ghost in the Shell (USA | 2017 | 107 min)
Scarlett Johansson (Maggiore), Pilou Asbæk (Batou), Takeshi Kitano (Aramaki), Juliette Binoche (Dr. Ouelet), Michael Pitt (Kuze), Chin Han (Han).
Sceneggiatura: Jamie Moss, William Wheeler & Ehren Kruger.
Regia: Rupert Sanders
Genere: Fantascienza | Azione

In un futuro non troppo distante il mondo è completamente informatizzato e il divario tra uomo e macchina è quasi azzerato: la maggior parte della popolazione è composta da individui che hanno impianti cibernetici o che sono dei robot completi, individui come il Maggiore Mira Killian, un agente della sezione 9, un reparto speciale della polizia attivo contro crimini di cyber-terrorismo. Anni prima la Killian, infatti, rimase vittima di un cyber attentato dove fu l’unica sopravvissuta e persero la vita i suoi genitori, il suo corpo era completamente danneggiato ma il suo cervello si poteva ancora salvare, così grazie alla dottoressa Ouelet, uno degli scienziati della multinazionale Hanka Robotics, Kira potè ricevere un corpo nuovo e venire trasformata in un soldato perfetto nella lotta al terrorismo.

La sua nuova missione è quella di trovare e terminare Kuze, responsabile di un attentato ad un alto dirigente della Hanka Robotics. Kuze è un criminale capace di infiltrarsi nelle menti cibernetiche altrui fino ad ottenerne il completo controllo. Ma nella caccia al cyber criminale Kira scoprirà una sconvolgente verità sul suo passato…

Tutto ha inizio nel 1989 quando venne pubblicata l’opera fondamentale: il manga dal titolo Ghost in the Shell di Masamune Shirow, poi il franchise ha prodotto anime, manga, serie tv, romanzi e videogiochi; tra questi mi soffermerei sul primo lungometraggio di animazione datato 1995 e dal titolo omonimo per la regia di Mamoru Oshii. E’ uno dei primi anime ad aver conciliato con successo l’animazione tradizionale con quella al computer e nel 2008, grazie ad un largo uso della computer grafica, ha subito un profondo restyling ed è stato ripubblicato in dvd con il titolo Ghost in the Shell 2.0. [Wikipedia]

Guardando questo anime si coglie molto l’influenza che ha avuto per gli allora fratelli Wachowski (ora sorelle) per il loro Matrix e anche questa pellicola lo omaggia tantissimo; infatti ci sono molte scene prese dall’anime originale e riprodotte fedelmente in live action. La trama e i concetti fondamentali si rivelano invece più semplici rispetto all’anime, sicuramente più profondo e filosofico e anche un tantino più complicato.

100% cyberpunk, un genere fantascientifico che non si vedeva da un po’ nella sale cinematografiche, dove una Scarlett Johansson è calata bene nel ruolo grazie alle sue mono espressioni. Ora non rimane altro che ottenere la rigida approvazione dei fan, in ogni caso per gli appassionati del genere è da vedere ed è una buona occasione per vedere a ritroso tutto quello che c’è stato prima di questa pellicola e apprezzarne il franchise. Vedremo gli incassi e soprattutto quanti seguiti verranno proposti, i casi della Sezione 9 sono tanti.


Voto di IMDb: 6,5 con 107675 voti
Voto di Axel Foley: 3 innesti cibernetici su 5

 

Informazioni su Axel Foley

Axel Foley

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a axelfoley@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com