Doctor Strange

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 02-11-2016 alle 14:00

doctorstrangeposter

Doctor Strange (USA, 2016, 115min)
Regia: Scott Derrickson
Sceneggiatura: Jon Spaihts, Scott Derrickson
Cast: Benedict Cumberbatch (Dr. Stephen Strange), Chiwetel Ejiofor (Mordo), Rachel McAdams (Christine Palmer), Benedict Wong (Wong)
Genere: Azione | Avventura | Fantasy

Stephen Strange (Benedict Cumberbatch) è il miglior neurochirurgo del mondo. Viene tuttavia coinvolto in un incidente automobilistico che compromette le sue mani. La sua ex fidanzata e collega di lavoro Christine Palmer (Rachel McAdams) cerca di aiutarlo ad accettare la sua condizione, ma Strange la allontana. Dopo mesi impiegati per trovare un modo per recuperare il pieno controllo delle mani e dopo aver dilapidato il suo patrimonio, Strange viene a conoscenza di Jonathan Pangborn, un paraplegico misteriosamente in grado di camminare. Pangborn invita Strange a raggiungere Kamar-Taj, dove incontra un altro discepolo dell’Antico, Karl Mordo. L’Antico introduce Strange al mondo della magia e delle dimensioni alternative e, nonostante l’iniziale diffidenza, acconsente a istruirlo. [fonte: Wikipedia]

doctorstrange1Mi sono imbattuto nel personaggio di Stephen Strange un paio di volte nei fumetti, come controparte e aiutante di altri supereroi come gli Avengers o l’Uomo Ragno. E’ un personaggio particolare, di non facile utilizzo perché non è un supereroe convenzionale, una specie di mago di D&D esperto di arti mistiche, ma comunque da non sottovalutare. Quando ho saputo che avrebbero fatto un film su di lui, ho pensato subito che fosse una sfida interessante e alquanto ardua, un po’ come per Ant-man, e a dire la verità non ci speravo poi tanto che venisse fuori una gran storia. Doctor Strange infatti è vittima della sua stessa natura mistica, un personaggio difficile da utilizzare come protagonista in una trama da cinefumetto, e le difficoltà purtroppo si vedono tutte. Il film soffre di una trama banale, piatta, poco originale nonostante sia l’ottimo lavoro dei Marvel Studios che anche la buona interpretazione di Benedict che si sforza di non rimanere sempre con la sua faccia inespressiva (ma non ci riesce pienamente) ci mettano del suo per cercare di dare un senso alla pellicola, che altro non è che un film sulle sue origini creato per presentarlo a tutti e per rilegare poi Strange a ruolo di comprimario e aiutante degli Avenger, insieme ad Ant-Man.

doctorstrange2Di per sé il film è un misto tra Batman Begins (l’inizio), Inception (mondo mistico, effetti 3D da mal di mare) e L’ultimo Dominatore dell’Aria (Costumi e arti magiche), con elementi già visti in tanti altri film di azione e avventura. Qualche scena ci strappa qualche sorriso, in pieno stile Marvel, ma per il resto il film frana nella noia fino ad un finale scontato e poco stupefacente. I più fan poi non possono non notare alcune incongruenze con l’universo Marvel visto che il film è ambientato dopo Captain America: Civil War (lo si capisce quando Strange prima dell’incidente viene contattato per operare il colonnello Rhodes, ma Strange stregone viene già nominato nella pellicola di Cap) e alcune lacune pacchiane nel montaggio (in una scena Strange ha i fissatori esterni fisati nei metacarpi, nella scena dopo li tolgono e quando lo operano per la seconda volta li ha ancora) ad altre di tipo medico (medici che si lavano e con le mani pulite e si mettono la mascherina, altri che operano senza mascherina, un mio collega tecnico radiologo che sta in piedi con il camice di piombo senza soffrire di mal di schiena). Gli effetti speciali sono molto piacevoli, devono rendere moltissimo in 3D le scene alla Inception, ma ricordano la già citata pellicola de L’Ultimo Dominatore Dell’Aria.

doctorstrange3A mio parere Doctor Strange è il secondo mezzo flop Marvel dopo Civil War. Un film mediocre e sufficiente, che fa pensare a un rilassamento di mamma Marvel che si sta adagiando tra gli allori (e gli ori degli incassi). O forse l’effetto WOW dei sui film si sta affievolendo, mentre questi cominciano a diventare noiosi e alquanto ripetitivi. Ora aspetteremo I Guardiani della Galassia 2, per il quale conto tantissimo, visto che il primo capitolo è stato capace di stupire per l’originalità e per i personaggi che per i quali non si può che nutrire affetto e simpatia.

doctorstrange4

Voto di IMDb: 7,5 su 10 con 351457 voti
Voto di Doc Brown: 2 metacarpi e mezzo osso scafoide rotti su 5
Voto di Crisididentità: 2 Discount Inception su 5
Voto di Snake Plissken: 3 Hockety Pockety Wockety Wack su 5
Voto di Axel Foley: 3 Occhi di Agamotto su 5

Dov’è Stan Lee?
Durante un combattimento nella dimensione specchio appare seduto su un autobus mentre legge Le porte della percezione di Aldous Huxley e ridendo esclama: “Troppo divertente!

Nota di Snake: Per quanto l’effetto Marvel si stia calmando, mi trovo di spezzare una lancia per questa pellicola. Il cast è di tutto rispetto e gli effetti speciali pure. Il film è un sì, pieno, ha tutto al suo posto ma non ti lascia a bocca aperta come altri. Guardatelo e ditemi la vostra.
P.S. Il tipo con la schiena rotta: io ho pensato fosse il povero cristo nella armatura sperimentale di Justin Hammer.

Nota di Doc: non può essere il tizio della Hammer perché verso l’inizio del film si vede la torre Avenger che al tempo dell’incidente del pilota collaudatore Hammer non c’era. Per gli easter eggs ho controllato come fonte Fantascienza.com ce ne sono molti altri di interessanti.

 

Informazioni su Doc Brown

Doc Brown

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a docbrown@finalciak.com

  • Il tizio con la schiena rotta dentro una armatura sperimentale non può essere il pilota collaudatore di Hammer perché al tempo dell’incidente in Iron Man 2 non c’era ancora la torre Avengers che si vede all’inizio del film. Come fonte degli easter eggs ho controllato Fantascienza.com ce ne sono altri molto interessanti.

  • bat-fiz

    Molto bene. Pure io ho visto questo film e premetto che non avevo aspettative enormi , ma non vedevo l’ora di vedere un film Marvel sulla magia.
    Avevo visto il film animato sulle origini del dottore, e devo ammettere che l’ho preferito di gran lunga di più di questo prodotto MA… questo film non è affatto da buttare, anzi fossi lo terrei molto in considerazione.
    Mi spiego meglio.
    Lasciamo da una parte quelli che possono essere le giuste cadute che Doc Brown ci ha esposto (come il problema dei ferri nelle mani, che potrebbe essere correlato ad un errato montaggio, o al primo errore cronologico sulla sua “nomination” in Winter Soldier…chi non ne ha d’altronde), quello che non consideriamo e non valutiamo a fondo, è “cosa ci vuole trasmettere il film”. Questa pellicola non vuole fare altro che parlarci del mondo della magia nella Marvel introducendo per la prima volta Strange. Quindi non è altro che un film sulle origini di un personaggio. Facendolo in modo assai migliore di quel bieco Captain america, senza spirito di avventura e senza un cattivo con i controcazzi.
    Il film è costretto a toccare altre pellicole già viste, anche perchè a questo punto ne abbiamo viste di ogni, e lo fa bene. Lo fa con logica, ma gari non è il tipo di magia e “mondo parallelo” che potevo immaginare, ma mi piace e funziona. Il presonaggio è divertente e altrettanto comiche sono le scene in combattimento soprattutto nella parte seconda del film.

    Insomma non è un canonico film Marvel. La magia che ci viene presentata è diversa da altre magie viste, ma è funzionale. L’introduzione stessa al mondo magico lascia tante porte aperte che si potrebbe andare a vanti per anni. I cattivi ” nuovi e vecchi” sono potenti con una personalità a mio avviso molto solida. Io attendo fortemente altre sue apparizioni come con Spiderman.
    Non è meraviglioso, ha molto su cui lavorare, ma è efficace.

    La mia classifica?
    Guardiani della Galassia, Cap 2, Ironman 3, Thor 2, Cap3, Doctor Strange, Ironman1, Thor, Avengers 2, Avengers1, Cap1, Antman

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com