Stranger Things

Categorie: Recensione, Serie TV

Pubblicato il 16-08-2016 alle 18:00

stranger things posterStranger Things (USA | 2016 | 55min)
Winona Ryder (Joyce Byers), David Harbour (Jim Hopper), Finn Wolfhard (Mike Wheeler), Millie Bobby Brown (Eleven), Gaten Matarazzo (Dustin Henderson), Caleb McLaughlin (Lucas), Natalia Dyer (Nancy Wheeler), Charlie Heaton (Jonathan Byers), Noah Schnapp (Will Byers), Matthew Modine (Dott. Martin Brenner).
Serie creata da Matt Duffer & Ross Duffer
Genere: Fantascienza | Horror | Mistero | Thriller | Drammatico
Stagioni: 1 (8) | 2 (9) | 3 | 4

Hawkins, Indiana, 6 novembre 1983

Laboratorio Nazionale degli Stati Uniti, Dipartimento dell’Energia. Un corridoio vuoto, le luci vanno a intermittenza, uno scienziato esce dal laboratorio, è terrorizzato in volto e sta scappando da qualcuno, o da qualcosa. Quando arriva all’ascensore e sembra ormai in salvo quel qualcosa da cui stava scappando lo afferra e lo trascina sul soffitto. Ciao ciao scienziato.

stranger things 02In città, quattro amici (Mike, Dustin, Lucas e Will), stanno giocando a Dungeons’n’Dragons, ma proprio all’arrivo del terribile Demogorgone arriva la mamma Mike, il master e li interrompe perché è ora di cena. Fuori dalla casa gli amici si salutano e anche qui per pochi attimi le luci vanno a intermittenza. Sulla via di casa, Will, rimasto solo e a bordo della sua bici si ritrova davanti a una misteriosa figura e finisce fuori di strada. Spaventato, corre a casa, ma qui non trova nessuno perché sia la mamma che il fratello sono fuori per lavoro, dalla finestra vede avvicinarsi ancora quella minacciosa figura. Terrorizzato, si rinchiude nel deposito degli attrezzi fuori dalla casa dove si arma di fucile e aspetta l’arrivo della creatura, poi scompare senza lasciare traccia.

stranger things 01In seguito arriva in città un strana ragazzina che dall’abbigliamento sembra proprio essere fuggita da un qualche laboratorio. Questo è solo l’inizio, perché avverranno altre sparizioni e strani avvenimenti nella tranquilla cittadina di Hawkins.

Una serie che mischia diversi generi: drammatico, thriller, mistero, fantascienza e addirittura horror, quasi alla Alien. Una grande full immersion nei mitici anni ’80, quegli anni che ci hanno dato i natali e quando Hollywood sapeva inventare e stupire lo spettatore.
Mi sorprende che non ci sia lo zampino di Spielberg, di solito in veste di produttore fiuta sempre l’importanza di questa lavori.

stranger things 03Pregevole la colonna sonora, sia per i brani cantati come Should I stay or should I go dei Clash (tanto per dirne uno) e che aiutano appunto a immergersi nell’atmosfera temporale giusta, sia per quelli strumentali in elettronica, tra questi da segnalare la sigla che per le sue note sembra proprio strizzare l’occhio a Tron (1982).

stranger things 04La narrazione procede bene, i momenti drammatici non spezzano il ritmo, in ogni caso sono solo otto episodi e si arriva tranquillamente alla fine. Gli ingredienti sono tanti e le spiegazioni vengono fornite ma rimangono ancora diversi interrogativi soprattutto perché ci sarà un’altra stagione e a mio avviso ci sta perché la serie sembra avere ancora molto da dire. Vedremo.

La serie mi è piaciuta, ma per adesso non mi sbilancio a dare un votone come su IMdb. Consigliata comunque la visione.

[imdblive:id(tt4574334)]
Voto di IMDb: [imdblive:rating] con [imdblive:votes] voti
Voto di Axel Foley: 3 Demogorgoni su 5

 

Informazioni su Axel Foley

Axel Foley

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a axelfoley@finalciak.com