Heart of the Sea – Le Origini di Moby Dick

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 29-07-2016 alle 18:00

HS01200In the Heart of the Sea (USA | Australia | Spain | UK | Canada, 2015, 122min)
Regia: Ron Howard
Sceneggiatura: Charles Leavitt
Cast: Chris Hemsworth (Owen Chase), Cillian Murphy (Matthew Joy), Brendan Gleeson (Tom Nickerson), Ben Whishaw (Herman Melville)
Genere:  Action, Adventure, Biography,  Drama, History, Thriller

“Mio Dio, Signor Chase, che accade mai?” Io risposi: “Siamo stati sfondati da una balena”

Relazione del Naufragio della Baleniera Essex di Nantucket.
New York, 1821

Herman Melville fa visita a Thomas Nickerson, invitato da una lettera, in cui spiegava che gli avrebbe raccontato la vera storia del tragico naufragio della Essex, come uno dei pochi superstiti.

Dal principio gli è difficile parlare. Thomas è tutt’ora un uomo tormentato e quella storia lo logora dall’interno. Poi si decide a parlare, spronato dalla moglie e dal denaro che avrebbe ricevuto.

heart-of-the-sea-2.0Comincia a parlare. Parla di un uomo che è nato per la caccia alle balene. Parla di un uomo che alla caccia è stato indirizzato e senza scelta. Parla di una ciurma e di una nave e di come il mercato dell’olio di balena fosse realmente importante per quell’epoca. Tornare a mani vuote avrebbe comportato la perdita di stima del proprio nome e un enorme perdita di denaro.

Quando cerchi disperatamente la merce e nella tua zona non ve n’è traccia, ti sposti all’estremo, verso zone sconosciute.

heart-of-the-sea-2E’ proprio qui che l’equipaggio, già messo alla prova in tutto il viaggio, trova banchi di balene enormi. Avrebbero potuto riempire la stiva in pochi giorni. Ma c’era qualcosa, o meglio qualcuno, che proteggeva quel carico. Un enorme balena bianca, come guardiano di quel carico mai raccolto, che distrusse in poco tempo l’intera baleniera, facendo naufragare il poco equipaggio rimasto e mettendoli di fronte alla natura umana e all’istinto di sopravvivenza.

heart-of-the-sea-film-still-boat-sea-xlarge“E’ la storia di due uomini” dice Thomas all’inizio del racconto. Ed è vero perché mette faccia a faccia due persone di estrazione e pensiero differente, ma inserisce la ciurma in questo e quindi tutto il genere umano.

“Abbiamo commesso abomini” dice il signor Chase agli investitori della spedizione.

Dopo 90 giorni i pochi rimasti vengono salvati. Nutriti e curati. Arrivati nel luogo di partenza gli viene infine chiesto di mentire perché le assicurazioni e l’intero commercio, sarebbe colato a picco se si sapesse di balene che distruggono navi. Ma il signor Chase, capitano in seconda della Essex, sprona il suo Capitano Pollard a dire la verità e a non lasciare che questa venga sommersa da falsità. Anche se è suo padre a chiederlo.

Durante l’inchiesta, definita una farsa dal narratore, Pollard confessò che la Essex era stata colpita da una balena, ma non ci furono ripercussioni finanziare, dal momento che il verdetto fu già scritto in precedenza.

1118full-in-the-heart-of-the-sea-screenshot-10Da questa storia Melville scrisse il racconto: Moby Dick

E’ un film che colpisce, magari non in modo molto incisivo. Se mi avessero scritto: Moby Dick, lo avrei preso per un film su Moby Dick e nulla più. Sapere che è stata la storia vera che ha ispirato il romanzo, questo ha cambiato il mio spirito di osservazione del film.
Non ho mai visto un film sulla balena, né ho letto il racconto, sebbene sia nel comodino da ben sei mesi.
E’ un film che incuriosice, che ti mostra un piccolo specchio della vita di mare (anche se Master & Commander non lo raggiunge nessuno) ma ti sbatte in faccia ciò che l’uomo può fare in certe situazioni e come la psicologia possa mutare se messa alla prova.

Il motivo per cui Nickerson non voleva parlare, è perchè sapeva che avrebbe rivelato ciò che lo rendeva un animale. Un fantasma che lo ha perseguitato per tutta la sua vita, e che ha perseguitato anche gli altri dell’equipaggio. Credo sia questo il punto forte del film. Aver scoperto quel segreto. Ciò a cui l’uomo può arrivare. Nessuno forse dovrebbe conoscere così a fondo la propria natura.

Chi vediamo nel film?
Abbiamo il dio del tuono Thor, un Chris Hemsworth che lo vedo bene nei panni di uomo di mare. Ha la stazza e la spocchiaggine adatta. Abbiamo un altro pupillo Marvel, ovvero il neo (ma non allora) Tom Holland, che devo considerarlo molto positivamente perché ci sono scene, soprattutto quella del vomito, in cui è stato esilarante.
Il mio spaventapasseri preferito, Cillian Murphy, il cui ruolo non è da sottovalutare. E’ una sorta di uomo convertito, il cui passato è meglio non scomodare. E per tutto il film lui è come in un girone dell’inferno. Tentato continuamente dal suo vizio sino alla fine.

Insomma Heart of the Sea è un film che non ti sorprende dove dovrebbe, ma lo fa dove non te lo aspetti!

 
Voto di IMDb: 6,9 con 90478 voti
Voto Bat-fiz: 7

P.S.: Documentandomi, Melville non si ispirò solo a questo racconto, ma anche al presunto ritrovamento di una balena bianca Mocha Dick nell’isola cilena di Mocha. si narra che avesse 20 o più arpioni conficcati!

 

Informazioni su bat-fiz

bat-fiz

Collaboratore ufficiale di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a batfiz@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com