Il Venditore di Medicine

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 15-06-2016 alle 19:00

locandina

Il venditore di medicine (Italia/Francia | 2013 | 105min)
Claudio Santamaria (Bruno Donati), Isabella Ferrari (Giorgia, capo Area), Evita Ciri (Anna Donati), Marco Travaglio (Prof. Andrea Malinverni)
Scritto da Antonio Morabito, Amedeo Pagani Michele Pellegrini.
Diretto da Antonio Morabito
Genere: Drammatico

Diretto da Antonio Morabito, è un film ambientato in una città imprecisata dell’Italia e che narra il frenetico e ambiguo mestiere di Bruno, informatore scientifico presso la Zafer, casa farmaceutica il cui nome, sebbene frutto della fantasia degli sceneggiatori, riporta alla mente almeno tre o quattro colossi di nostra conoscenza.

La vita di Bruno (sempre ottimo Claudio Santamaria) sembra perfetta o quantomeno sulla strada per esserlo: bella casa, bella moglie, niente figli, un lavoro remunerativo. Proprio il lavoro però, colpito dalla crisi, comincia a vacillare: i grandi capi della sua area stanno tagliando teste in ottica di risparmio e Bruno più che mai, sente il peso della pressione su di sè. L’unica via per la salvezza è far fruttare le Regine (vengono chiamati così in gergo i medici di base o specialisti che esercitano la libera professione a cui lui propone i farmaci della Zafer) facendo in modo che prescrivano quanto più possibile i farmaci che lui promuove in cambio di regalie più o meno generose (si va dal gadget penna evidenziatore, all’Ipad alla crociera, al convegno negli Stati Uniti tutto spesato).

maxresdefault

Il meccanismo di abile e sottile corruzione, vecchio come il mondo, è ben oliato e i medici più o meno compiacenti si lasciano comprare volentieri. La competizione serrata tuttavia impone a Bruno un’inversione di rotta, un salto di qualità agli occhi delle alte sfere: le Regine non bastano più, ora c’è bisogno di prendere Squali (ergo i primari degli ospedali che contano) e quale migliore Squalo del primario di Oncologia del più grande ospedale della zona? Bruno, che nel frattempo argina i desideri di maternità della moglie somministrandole di nascosto la pillola anticoncezionale, decide di andare all’attacco. Prova in tutti i modi a “sedurre” professionalmente il primario, il Prof. Malinverni (un Marco Travaglio abbastanza convincente per la verità) che pare stoico e integerrimo.

il-venditore-di-medicine-produzione-associata-ed-esecutiva-per-classic-e-peacock-2012-copertina1

Convinto che tutti abbiano un prezzo, Bruno non si lascia intimorire: unge le ruote delle conoscenze pronto a trovare il tallone d’Achille del primario.

Ci riuscirà, dimostrando che volere è potere, ma ad un prezzo altissimo e inaspettato.

Pellicola spiazzante, cruda ma efficace, che offre uno spaccato alquanto verosimile (se non addirittura veritiero) del business delle case farmaceutiche che guardano sempre più al fatturato e sempre meno all’etica.


Voto di IMDb: 6,8 con 241 voti
Voto di Marla Singer: 8

 
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com