Warcraft – L’inizio

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 04-06-2016 alle 16:58

509284

Warcraft (USA, 2016, 123min)
Regia: Duncan Jones
Sceneggiatura: Charles Leavitt (sceneggiatura), Chris Metzen (storia)
Cast: Travis Fimmel (Anduin Lothar), Paula Patton (Garona) Ben Foster (Medivh), Dominic Cooper (Re Llane Wrynn),  Toby Kebbel (Durotan),  Ben Schnetzer (Khadgar),  Robert Kazinsky (Orgrim),  Clancy Brown  (Blackhand),  Daniel Wu (Gul’dan).
Genere: Fantasy, Azione, Avventura, Ignoranza a martellate

Trama: Il pacifico regno di Azeroth è sull’orlo della guerra dal momento che i suoi abitanti devono affrontare l’invasione di un popolo di guerrieri orchi in fuga dal loro mondo morente, pronti a colonizzarne un altro e farne la loro nuova casa. Un portale si apre per collegare i due mondi e i due eserciti finiscono inevitabilmente per scontrarsi. Da fronti opposti, due eroi si trovano su una rotta di collisione che deciderà il destino della loro famiglia, la loro gente, e la loro casa.

Personaggi ed interpreti:

Dall’alto: Pissed Fiona, Il Grande Mago Piccolo, Rasputin, Gamora…Garona…quella verde e gnocca, Harry Potter coi baffi, King Howard Stark

Ingredienti: una storia fantasy, tratta da un videogioco di ormai lunga data, con tutto ciò che ci si aspetta, ovvero regni magici uniti da portali, animali fantastici, nani/elfi/orchi, maghi/guerrieri/barbari, armi potenti, magie potenti, luce VS oscurità e tutto il resto. Effetti speciali buoni, forse alcuni personaggi troppo cartoonizzati (nani ed elfi), musiche coinvolgenti quanto basta. Irrinunciabile per la componente nerd e ignoranza sotto forma di mazzate on top! Dato il sottotitolo, “L’inizio”, e il finale decisamente lasciato in sospeso, ci si aspetta un seguito.

Voto di IMDb: 6,9 con 194592 voti
Voto di Crisididentita: 6
Voto di Axel Foley: 7 (voglio quel martello per il mio mezzorco)

 

Informazioni su Crisididentita

Crisididentita

"Per entrarmi nel cuore e non farmi rimpiangere i soldi del biglietto, un film deve farmi almeno un po' piangere, o ridere, o piangere dal ridere." E-mail di contatto crisididentita@finalciak.com

  • Quando mi incazzo, anche io lancio animali. Non cavalli, ma porci.
    Voto 7. Annegatemi nella magia ignorante.

  • Fabrizio “Jack Burton” C.

    Faccio una premessa: non sono un appassionato del filone Warcraft, pur avendone giocati tutti i titoli con soddisfazione (l’ambientazione non mi ha mai intrigato e al momento il fantasy mi sta un po’ annoiando, ma il film va giudicato oggettivamente) e ammetto che dal trailer mi aspettavo molto peggio (caso raro di trailer peggio del film). Blizzard & soci hanno fatto un ottimo lavoro di migrazione di Warcraft su pellicola, non c’è nulla da dire, c’è tutto e di più di quanto visto nei videogame e complice una colonna sonora da urlo (cara Crisi, a me è piaciuta molto; d’altronde ricordiamo di chi stiamo parlando, il degno erede di Zimmer) sono portato a giudicare il film da pollice su.
    Ma… C’è sempre un ma… Ma, dicevo, ci sono alcuni aspetti che non mi hanno proprio convinto e per assurdo, a mio parere, sono cose che sarebbe bastato poco a curare di più o scegliere meglio: sto parlando degli attori “umani” E delle loro armature e spade. Credo che fra tutti i personaggi della nostra razza solo Travis Fimmel (Lothar) sia risultato decente (e, badate bene, non buono!) mentre gli altri erano completamente fuori luogo (salvo la regina, ma il giovane mago e il sovrano… Non ci siamo). Come se non bastasse le loro armature davano l’idea di essere plasticose (molto probabilmente lo erano, essendo molto spesse e ingombranti), per non parlare delle spade: gli attori, oltre a non essere guardabili, non hanno nemmeno saputo rendere il “peso” delle stesse, brandendole come fossero scontri da cosplayer: PESSIMO!
    Aggiungo che il film non mi ha né coinvolto né entusiasmato, non avendo dei veri momenti “epici”, nemmeno il salvataggio ultimo delle nostre genti (forse per mantenere un certo equilibrio tra storia umana e orchesca, ma, come on, siamo uomini e non capo… ehm… orchi!).
    In sintesi pur non avendomi “preso” devo ammettere che la trasposizione è stata molto ben fatta e non me la sento di scendere sotto la sufficienza.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com