Regali da uno Sconosciuto – The Gift

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 29-04-2016 alle 18:00

the gift poster

The Gift (USA/Australia/Cina | 2015 | 108min)
Jason Bateman (Simon), Rebecca Hall (Robyn), Joel Edgerton (Gordo), Allison Tolman (Lucy).
Scritto e diretto da Joel Edgerton
Genere: Mistero | Thriller

Simon e Robyn si sono appera trasferiti in una nuova città. In un negozio di arredamenti incontrano Gordo, un compagno di classe di Simon, che comincia a fare regali innocenti alla coppia. Col passare del tempo, l’atteggiamento di Gordo si fa sempre più invadente, e Simon cercherà di metterlo in riga… o almeno così pensa.

the gift 02Il film è un pò lento, ma la trama è intrigante e scorre bene, il sottile gioco psicologico tra la coppia e Gordo tiene incollati allo schermo.
L’inizio, con la presentazione dei personaggi, ci mette un po’ a partire, ma da subito catturano l’attenzione i comportamenti di Gordon e ci interroghiamo sulla causa di questi: è solo gentile o è ossessionato dai coniugi?
A cena dai due non fa che sottolineare che la vita di Simon è perfetta e cambia discorso quando si parla della sua vita privata.
Robyn pensa sia solo cortese e lo accoglie in casa, mentre a Simon dà fastidio la sua presenza, tanto che lo chiama “Gordo the weirdo” (lo strambo), soprannome che gli aveva affibbiato a scuola. Dopo il confronto diretto tra Gordo e Simon, la tensione nello spettatore cresce, mentre Robyn è preda sia della paranoia (tanto da abusare di tranquillanti) che della sua curiosità: chi è veramente Gordo?

the gift 01La regia è buona, sottolinea con maestria i punti salienti della vicenda. Le scene sono tutte girate in interni. Jason Bateman si dimostra un bravo attore anche nel ruolo drammatico: di solito interpreta ruoli comici, come Micheal Bluth, l’unico con la testa sulle spalle dell’intera famiglia Bluth nella serie Arrested Development, e nei film Come ammazzare il capo ed essere felici, Paul, Hancock e L’isola delle coppie.
Rebecca Hall non la trovo eccessivamente espressiva, però interpreta bene la parte della moglie prima ingenua, poi terrorizzata e ansiosa di scoprire la verità. Il personaggio di Gordo sembra un po’ un broccolo, del tutto funzionale alla storia; Joel Edgerton è anche scrittore e regista della pellicola.

SPOILER: Notevole il lavoro di Gordo, non posso che simpatizzare e tifare per lui! Da notare che quando Robyn sbatte in faccia la verità a Simon, lui diventa rude e prepotente anche con lei e minimizza ciò che ha fatto; non gli dà la minima importanza.

Bel thriller psicologico, un po’ lento ma si guarda.


Voto di IMDb: 7,1 con 95807 voti
Voto di Lisbeth: 7

 

Informazioni su Lisbeth Kelevra

Lisbeth Kelevra

Collaboratrice ufficiale di FinalCiak. Potete contattarla direttamente scrivendo a lisbethkelevra@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com