Veloce come il vento

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 13-04-2016 alle 12:59

veloce come il vento (1)

Veloce come il vento (Italia | Imola, 2016, 118min)
Regia: Matteo Rovere
Sceneggiatura: Matteo Rovere, Filippo Gravino
Cast: Stefano Accorsi (Loris De Martino), Matilda De Angelis (Giulia De Martino), Lorenzo Gioielli (Ettore Minotti), Paolo Graziosi (Tonino)
Genere: Drammatico | Corse | Storia vera

Giulia De Martino (Matilde De Angelis) è una giovane pilota 17enne che partecipa al Campionato Automobilistico GT sotto l’ala protettrice del padre Mario. Rimasta sola, dovrà affrontare il mondo delle corse, il fratellino Nico (Giulio Pugnaghi) e il ritorno a sorpresa del fratello Loris (Stefano Accorsi) ex pilota ed ora un inaffidabile “tossico di merda”. Giulia dovrà accomodarsi alla presenza del fratello maggiore, ed accettare il suo aiuto per la sua preparazione.

veloce come il vento (2)

Un film da vedere. La protagonista ha sicuramente della stoffa e Accorsi mi è piaciuto più del solito; normalmente odio il cinema italiano, questa pellicola però è bella, adrenalinica e con una buona dinamica. Gli attori danno una buona prova di se e c’è una morale di primo ordine. Sotto alcuni punti di vista mi ha ricordato The Fighter di David O. Russell. Convince in tutto tranne per gli aspetti tecnici delle automobili, che lascio al nostro Sirius Black.

veloce come il vento (4)

Una gara clandestina, un riscatto personale e l’annullamento di un debito. Gli ingredienti ci sono tutti per far venire l’acquolina in bocca. Peccato che abbiano aperto un tavernello invece di ottimo lambrusco!
Temo che il budget fosse più da genovese spilorcio che da emiliano sborone.
Una gara nella quale partecipa una Peugeot Turbo 16 T2 da rally (700CV, 4 ruote motrici per 780Kg di peso) dovrebbe prevedere partecipazioni non dico ad armi pari, non so per dirne qualcuna una Lancia 037, Audi Quattro, Lancia S4, Lancia Delta Evo 1, Lancia Stratos; invece abbiamo:
– BMW Serie 3 E36 318 (aveva i cerchi da 15 pollici, se fosse stato il 320 avrebbe avuto i 16) verde lime tamarrata da Rovigotto
– Toyota Celica, ma non la 4WD Carlo Saints, ma una normale 1.8L
– Ford Mustang Base, nota macchina vincente nel mondo delle gare clandestine, ma anche no! Non curva!
E queste due che si possono salvare, ma che avrebbero visto la T16 sfrecciare al loro fianco e allontanarsi tra le lacrime dei loro piloti.
– Subaru Impreza Sti
– Mitsubishi Lancer EVO IV (Versione Makinen)

Sirius Black

veloce come il vento


Voto di IMDb: 7,4 con 2211 voti
Voto di Snake Plissken: 7
Voto di Sirius Black: 7

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com