The Brink

Categorie: Recensione, Serie TV

Pubblicato il 12-03-2016 alle 12:48

the brink posterThe Brink (USA | 2015 | 30min)
Jack Black (Alex Talbot), Tim Robbins (Walter Larson), Pablo Schreiber (Zeke Tilson), Aasif Mandvi (Rafiq Massoud), Carla Gugino (Joanne Larson), Erick Avari (Hasan).
Serie creata da Roberto Benabib & Kim Benabib.
Genere: Commedia
Stagioni: 1 (10)

E’ politicamente corretto ridere di una guerra tra Pakistan e USA? Di sicuro no, visto i chiari di luna, ma se ci sono Jack Black e Tim Robbins, la prospettiva della terza guerra mondiale con armi atomiche non sembra assolutamente minacciosa! La serie vede intrecciarsi le esistenze di Alex Talbot (Jack Black), impiegato di basso livello presso l’ambasciata statunitense a Islamabad, Rafiq Massoud (Aasif Mandvi), suo autista, pakistano, Walter Larson (Tim Robbins), Segretario di Stato degli USA, e Zeke Tilson (Pablo Schreiber), pilota di caccia della Marina americana, di stanza nel mar Rosso e spacciatore per l’intera portaerei.

the brink 01Tra colpi di stato nei colpi di stato, riunioni col presidente degli USA, dittatori psicopatici e militari sotto effetto di droghe, le battute e le situazioni comiche non mancano, e le puntate (purtroppo) di solo mezz’ora scorrono che è un piacere.
Di sicuro gli autori Kim e Roberto Benabib traggono ispirazione dal folle “Dr. Stranamore, ovvero come imparai ad amare…” di Kubrick, e ciò che ne viene fuori è un ottimo prodotto di satira politically s-correct; molti utenti su Rotten Tomatoes ritengono che questa vena satirica sia invece inconsistente, che manchi di coerenza.

the brink 02Alex è il solito americano che pensa a rimorchiare le colleghe, va avanti a luoghi comuni su religione e cultura orientale, coinvolgendo il povero Rafiq in situazioni di serio pericolo. Jack Black lo interpreta benissimo, con quella sua aria da bonaccione.
Walter è decisamente sessodipendente: basta che un esemplare femminile si aggiri attorno a lui per farlo partire per la tangente. Si rivela essere un abile stratega, che preferisce il dialogo ai bombardamenti a tappeto, e mette anima e corpo (soprattutto il corpo!) nello svolgere il proprio lavoro.

the brink 03L’ho trovata assai gradevole come serie, fa ridere ma anche riflettere sulla situazione politica attuale e su come vengano gestite le crisi internazionali. Come è successo per altre due ottime serie comedy che adoro, The war at home e Arrested development, anche questa è stata cancellata dopo una sola stagione: voi finalciaker mi prendete in giro se guardo tv spazzatura (sigh, quando il telecomando è in mano alla mamma…), ma se continuano a cancellare piccole perle come queste, tra un po’ tocca anche a voi, sapete?

Da vedere.


Voto di IMDb: 7,8 con 11051 voti
Voto di Lisbeth: 8

 

Informazioni su Lisbeth Kelevra

Lisbeth Kelevra

Collaboratrice ufficiale di FinalCiak. Potete contattarla direttamente scrivendo a lisbethkelevra@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com