Point break – Punto di rottura

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 03-02-2016 alle 22:39

punto di rottura (1)
Point Break
(USA | Giappone, 1991, 122min)
Regia: Kathryn Bigelow
Sceneggiatura: Rick King, W. Peter Iliff
Cast: Patrick Swayze (Bodhi), Keanu Reeves (Johnny Utah), Gary Busey (Pappas), Lori Petty (Tyler)
Genere: Azione | Crimine | Thriller | Spari all’aria

La matricola dell’FBI ed ex campione universitario di footbal Johnny Utah (Keanu Reeves) è alla ricerca della banda degli ex presidenti, un gruppo di rapinatori di banche che ha già svuotato 30 banche in 3 anni in meno di 90 secondi con indosso le maschere degli ex presidenti americani: Ronald Reagan, Richard Nixon, Lyndon Johnson e Jimmy Carter.  Non sono mai ricorsi alla violenza anche perché non puntano mai al caveau accontentandosi del contante degli sportelli. Utah con l’aiuto di Pappas (Gary Busey) indagherà un gruppo di surfisti, infiltrandosi nel giro. Tra questi spunta la figura di Bodhi (Patrick Swayze) un surfista filosofo che farà amicizia con Utah; quest’ultimo adorerà talmente la sua copertura da proteggerli e a rivalutare il fondamento stesso delle leggi che dovrebbe proteggere.

punto di rottura (4)

Bodhisattva è colui ce riceve l’illuminazione buddista. E’ questo il soprannome del surfista co-protagonista della pellicola. Nei primi anni ’90 la coltura buddista era spopolata tanto da indurre Kathryn Bigelow a calcare l’onda ed infilarla nel film allora prodotto dal marito (ora ex) James Cameron.

punto di rottura (3)

Segnalo anche la ottima Lori Petty nei panni di Tyler Endicott; la sua presenza è molto marcata e da subito ha una carica femminile altissima, lei è importante per la trama quanto per i protagonisti e non è una macchietta o la semplice spalla femminile. Stesso discorso sta per Pappas, personaggio chiave per la trama ed è lui a cpire subito quanto Utah sia emotivamente legato alla banda dei surfisti.

punto di rottura (2)

Point Break è un riferimento del cinema, una vera svolta del cinema action dettata, una volta tanto, da una donna, che due decadi dopo vince l’oscar come Migliore Regia con The Hurt Locker, prima ed unica donna ad averlo vinto.


Voto di IMDb: 7,2 con 120554 voti
Voto di Snake Plissken: 8,0 (mezzo punto bonus per la scena dello sparo in aria)

Voto di Doc Brown: 8

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com