Star Wars – Il Risveglio della Forza

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 19-12-2015 alle 19:11

locandina

Star Wars: The Force Awakens (USA | 2015 | 135min)
Daisy Ridley (Rey), John Boyega (Finn), Oscar Isaac (Poe Dameron), Domhnall Gleeson (General Hux), Andy Serkis (Supremo Leader Snoke),  Adam Driver (Kylo Ren), Anthony Daniels (C-3PO), Max von Sydow (Lor San Tekka), Peter Mayhew (Chewbacca), Gwendoline Christie (Capitano Phasma), Harrison Ford (Han Solo), Carrie Fisher (Generale Leia Organa), Mark Hamill (Luke Skywalker).
Scritto da Lawrence Kasdan , J.J. Abrams & Michael Arndt. Musiche di John Williams.
Diretto da J.J. Abrams.
Genere: Fantascienza | Fantasy | Azione | Avventura

L’articolo contiene spoiler (aka Anticipazioni).

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana…

Episodio VII

Sono passati trent’anni dalla battaglia di Endor e dalla distruzione della seconda Morte Nera.
La galassia è schiacciata dalla morsa del Primo Ordine, nato dalle ceneri dell’Impero Galattico, e da un nuovo gruppo di adepti del Lato Oscuro. Luke Skywalker, colui che ha fermato l’Imperatore e Darth Vader è scomparso.
Un abile pilota della Resistenza, Poe Dameron (Oscar Isaac), viene inviato su Jakku per incontrarsi con Lor San Tekka (Max Von Sydow) per ricevere informazioni sulla posizione del leggendario Jedi.
Su Jakku troveremo anche Rey (Daisy Ridley) una giovane donna che sopravvive di stenti e Finn uno stormtrooper dall’animo nobile.
Si compone così la nuova generazione di eroi, che avranno il piacere di conoscere i leggendari Luke, Han e Leia.

C’è stato un risveglio nella Forza. L’avete sentito? No? Che siete sordi?

Star Wars è un racconto epico, un enorme viaggio onirico, fonde coraggio ed avventura per uno sfogo che non ha età. J.J. è un buon fan, un bravo osservatore e un ottimo studente di quello che Lucas ha fatto meglio.

Intrattenere

Abrams ci regala una nuova speranza per l’universo di Lucas ora in mano all’impero Disney. Cura ogni minimo dettaglio della “galassia lontana lontana” ritornando ai paesaggi sporchi e arrugginiti, allo splendore decadente che avevamo già visto nella vecchia trilogia. Una saga destinata all’eternità, che ritrova con J.J., nuova linfa vitale; riutilizzando lo stampino di Episodio IV e V per alcuni passaggi sembra che il regista e lo sceneggiatore Kasdan siano a corto di idee, ma in realtà sembra più una scelta stilistica, molto apprezzata ed una dichiarazione d’amore: “Vi amiamo esattamente come trent’anni fa, ma ora siamo cambiati, ci accettate?”

star-wars-force-awakens-jj-abrams-injury

Kylo Ren, lo spoiler che cammina non è un semplice cattivo. I furboni di Kasdan e JJ invece di copiare Darth Vader, hanno creato un personaggio che vuole copiare Vader, sapendo di non poterlo essere. Uno dei più umani, fragili ed insicuri villain della saga e per questo è probabilmente il più credibile. Quando si arrabbia, si sfoga come noi, ha un potenziale enorme, ma non è capace di sfruttarlo perché è sedotto dal Lato Chiaro. E’ una macchietta al confronto del potentissimo Darth Vader.
L’ex apprendista votato al male, un moccioso con manie di grandezza e molta voglia di fare il cosplay del cattivo.

35b6c583-24bf-446b-abd0-47c5f3b3f982-620x372

Diametralmente opposti troviamo Rey e Finn e questi due fanno faville. Rey cattura lo schermo come poche, soffri con lei quando fa l’incontro della sua vita. Sarò sincero, l’ultima scena mi ha commosso di più di quella sulla bocca di tutti. Ci hanno mostrato un eroe decaduto, distrutto dal senso di colpa, ma che con un solo sguardo, con gli occhi che Maz Kanata tanto apprezza, ci ha detto tutto in pochi secondi. Finn ha un inizio da cardiopalma, catapultato per la prima volta in un vortice costituito da spade laser, blaster e morte, decide alla grande di cambiare fazione. Questo lo porta a stemperarsi diventando quasi comico e un ottima spalla per il film.

640_star_wars_the_force_awakens_trailer_still

Il Risveglio della forza parte alla grande, ha tutto quello che i fan come me vogliono, e tutto lo spazio per mostrarci qualcosa di nuovo. Un straordinario impatto visivo, un passo svelto e una strizzata d’occhio. I mesi di segreto sono serviti. Sono soddisfatto.

Che la Forza sia con te, Disney.

Annuntio vobis gaudium magnum; habemus Star Wars!

Snake Plissken

Star Wars: The Force AwakensIn questo nuovo capitolo c’è tutto quello che un fan seriale vorrebbe: dei nuovi eroi, dei nuovi villain, una missione da compiere e soprattutto sapere cosa è successo ai vecchi beniamini dopo tutti gli anni trascorsi. Qui il tutto si amalgama molto bene, i pezzi del puzzle si incastrano man mano, ma sempre lasciando quella buona dose di interrogativi che porta lo spettatore a desiderare ardentemente di vedere un seguito. J.J. Abrams ci sa fare, ha esperienza, e ha saputo creare qualcosa che anche il pubblico più esigente può apprezzare (naturalmente ha anche i lens flare, scusate se è poco!). Non ci sono scene inutilmente lunghe (vedi trilogia prequel), c’è azione, c’è humor, c’è sentimento e c’è suspance e in due ore e un quarto senza pausa non c’è stato mai un momento in cui ho distolto l’attenzione dallo schermo. Ho molto apprezzato come la storia si focalizza sul personaggio di Finn, un soldato come ne hanno fatti fuori a centinaia, il primo che in 7 film si toglie il casco e finalmente non è più una pedina anonima che ha come unico nome un codice alfanumerico, ma una persona che compie una scelta importante e finisce per fare tutta la differenza di questo mondo. Lui e Ray, la nuova eroina della saga, insieme anche al piccolo droide BB-8, sono una squadra che funziona, mi aspetto molto da loro in futuro.  Per concludere, il tocco Disney c’è e si percepisce, un po’ come la forza, ma non posso dire che ciò sia negativo; in fondo confezionano prodotti di successo da decenni, e se riescono a farlo anche con Star Wars senza snaturarlo, direi che è tanto di guadagnato per tutti.

Crisididentita

sw 1E bravo J.J.! Clap clap clap. Lo sapevo che non ci avresti deluso, del resto basta guardarti in faccia (sembra Leonard di The Big Bang Theory) per capire che tu saresti stato tra i pochi eletti a riuscire a riportare Star Wars nel posto che gli spetta dell’olimpo cinematografico.
Condivido pienamente tutto quello che è stato scritto dai mie colleghi qui sopra e aggiungo che sono curioso di vedere il resto degli episodi; sono sicuro che tutti gli interrogativi e le poche cose che non hanno convinto saranno riprese e approfondite in futuro, credo che faccia tutto parte della trama intessuta da Abrams. Era da tempo che non avevo la pelle d’anatra al cinema.
Una nota di sufficienza: la colonna sonora. Emozionante come sempre certo, bastano i titoli di testa per suscitare vecchie emozioni, ma questa volta John Williams torna a dirigere facendo solamente un copia & incolla dei vecchi temi e non ne compone di nuovi, speriamo che lo faccia per i prossimi capitoli.
Per fortuna che l’attesa questa volta durerà solo due anni per il prossimo episodio, tra l’altro addolcita dall’uscita di Rogue One il prossimo anno. La Disney ha pensato bene di riempire i buchi tra un episodio e l’altro con altre pellicole sul fantastico mondo di Star Wars.
Dite che ci stuferemo di Guerre Stellari? Alcuni ne sono convinti.
Che quel giorno non possa arrivare mai…

Axel Foley

sw-4

Ho aspettato tanto questo film, forse sono passati 20 anni da quando, dopo aver visto Il Ritorno Dello Jedi, bramavo per vedere il proseguimento delle avventure di Luke e degli eroi della Ribellione. Verso la fine degli anni ’90 ebbi un brivido quando Lucas annunciò una nuova trilogia ma ahimè, fu una trilogia prequel (prequel? che cavolo stai dicendo Lucas?) e non un seguito delle avventure degli eroi del Lato Chiaro. Prequel che, in tutta onestà, a caldo apprezzai ma che a freddo giudico un’accozzaglia di incongruenze e situazioni che reputo vergognose per una saga della risma della trilogia classica, mi riferisco in particolare a Episodio III: La Vendetta dei Sith il quale ha completamente demolito quella vena di romanticismo e filosofia che aleggia nei vecchi film. Beh ora ci siamo, dopo 20 lunghi anni di attesa la Forza si risveglia. E questa volta ci siamo.

-1
Credo che la riuscita di questo film sia dovuta soprattutto agli addetti ai lavori, i quali (specialmente J.J.) sono tutti fan della saga. Lucas ha creato la creatura ma nei prequel l’ha bistrattata e ha tradito la sua essenza, quella essenza che magari il suo creatore non è in grado di cogliere nonostante l’abbia plasmata ma che un vero fan è in grado di riconoscere e riportare alla luce. Ed è questo che è Il Risveglio della Forza, un film Fan-made ad altissimo budget e con artisti importanti. Abrams, ‘uno di noi’, è riuscito a omaggiare la vecchia trilogia con una pellicola che non sfigura al suo cospetto ma che la onora e che può osare ad avvicinarsi per sfiorare la sua magia. La trama è di fatto un intero omaggio a tutto ciò che abbiamo amato nei vecchi film, quasi al limite del plagio (e qualcuno lo ha gridato), ma che ha come intento quello di farci rivivere l’emozione per poi far proseguire la storia della famiglia Skywalker.

sw-3

Un film perfetto? ovviamente no, come tutti ha i suoi peccati e quelli che ho riscontrato sono inerenti a un Kylo Ren poco carismatico e credibile, unita a una colonna sonora che, se ascoltata con le cuffie, è molto emozionante ma durante la pellicola non sono riuscito ad assaporare appieno. Ci sono colpi di scena e situazioni che hanno fatto aumentare il battito a dismisura (registrato dal mio fido Fitbit) e personalmente solo ora ho capito cosa hanno provato al cinema nel 1980 gli spettatori de L’Impero Colpisce Ancora quando Darth Vader urla a un ferito Luke ‘IO SONO TUO PADRE!’.
In definitiva, se siete fan da lungo tempo, Episodio VII è un meme della vecchia cara trilogia, un storia che narra di eroi leggendari e della loro eredità raccolta da nuovi giovani eroi, nella infinita lotta contro il Lato Oscuro.
…mi piacevano di più i vecchi X-wing.

Doc Brown


Voto di IMDb: 8,1 con 661317 voti
Voto di Snake Plissken: 9,5
Voto di Crisididentita: 8
Voto di Axel Foley: 8,5
Voto di Doc Brown: 8,5
Voto di Bat-Fiz: 8
Voto di Check: 7,5

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com