Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte 2

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 23-11-2015 alle 0:10

hunger games
The Hunger Games: Mockingjay – Part 2
(USA, 2015, 137min)
Regia: Francis Lawrence
Sceneggiatura: Peter Craig, Danny Strong
Cast: Jennifer Lawrence (Katniss Everdeen), Josh Hutcherson (Peeta Mellark), Liam Hemsworth (Gale Hawthorne), Woody Harrelson (Haymitch Abernathy)
Genere: Avventura | Sci-Fi | Ponsa

Attenzione: Questa parte di recensione non è ufficialmente supportata dalla triade finalciakiana, ma la lettura è obbligatoria.

Sottotitolo: Dammi il tre! E non è il voto (come suole fare qualcuno), ma un saluto di commiato come si usa al distretto 12.
Mi ritrovo a fare la mosca bianca, come l’anno scorso, e dare un voto alto al capitolo conclusivo di questa saga. Mi è piaciuto e mi ha emozionata, non tanto dal punto di vista sentimentale, giusto per chiarire, quanto per la storia in generale. Le solite badilate di ansia che mi accompagnano ogni volta che seguo Katniss nelle sue disavventure, tra tranelli mortali di ogni genere e specie, hanno raggiunto il culmine nei cunicoli delle fogne di Capitol City. Ho passato due minuti buoni con le mani in faccia perché era palese che nel silenzio sarebbe improvvisamente sbucato qualcosa di spaventoso dal buio, e sì sono una cacasotto, ok? La versione Super 3D di Campo Minato mi ha un po’ delusa invece, dato che continuavano a menarla che il loro detector (holo) non conteneva tutti i punti in cui erano piazzate le trappole, immaginavo che almeno una a tradimento la beccassero, invece no. Ciononostante non son certo mancati kaboom e morti traumatiche e, come spesso capita, sono alcuni dei personaggi più inutili a sopravvivere e i migliori a lasciarci le penne. Colpi di scena che non sono proprio colpi di scena, situazioni già viste in altri film, spiegazioni un po’ tirate per i capelli, guarigioni miracolose da un momento all’altro… Forse alcuni escamotage non sono originalissimi, e sicuramente la causa di alcuni cambi troppo repentini è la trasposizione dal libro, che fa perdere dettagli e didascalie per strada, ma nel complesso il mio voto è più che buono.

Crisididentita

hunger gheims

Troppo trucco, sembra una piastrella del bagno…

Salve, mi chiamo Snake Plissken e ho un problema: ho guardato tutta la saga Hunger Games.

Previously On The Hunger Games Saga…

locandina

Ogni anno (come l’influenza) in quella che era l’America del Nord, lo stato di Panem (et Salamen) organizza gli Hunger Games. Ognuno dei 12 Distretti deve mandare un ragazzo ed una ragazza in questo bizzarro e truculento spettacolo, non più di uno stratagemma intimidatorio del Governo. I “Tributi” dovranno combattere all’ultimo sangue gli uni contro gli altri. Katniss dovrà fare affidamento sul suo istinto, la sua abilità con l’arco e sull’addestramento di un precedente vincitore del suo distretto, l’alcolizzato Haymitch. Umanità, vita e amore.

Voto: 7 (una versione femminile di Running Man. Apprezzabile)

Kagniss e Peeta vincitori della 74° edizione degli Angher Gheims, hanno dovuto lasciarsi tutto alle spalle per fare il giro dei distretti. Durante il tragitto vi sono i primi segni di ribellione, ma Capitol City, per l’esattezza il presidente Snow, preparano subito una 75° edizione degli Hunger Games dove i precedenti vincitori si dovranno affrontare per la “memoria” (di sto…).

Voto: 6 (sembra il primo, ma è peggio)

hunger games 2 locandina
mockinjaylocandina

Dopo aver annientato l’idea degli Hunger Games, Katniss è nel distretto 13, al servizio della Presidente Coin. Purtroppo la stessa sorte non è capitata a Peeto. Katniss sarà quindi impegnata ad incoraggiare l’intero paese alla rivolta e a salvare il suo amico/partner.

Voto: 5 (qualcuno mi porti del caffé)

Arriviamo quindi all’ultimo capitolo.
Con l’intera Panem in guerra la posta in gioco non è più la sola sopravvivenza. Il futuro della nazione è in mano alla ghiandaia imitatrice. Il presidente (non Jon) Snow è ormai ossessionato ad ucciderla, ma il peggio è dietro l’angolo. Trappole mortali, nemici/amici e scelte morali saranno la nuova sfida della nostra Miss Everdeen.

cressida

WOF

Che dire. Quando c’è del movimento il film è anche bello. Il problema sono i dialoghi. Neanche tanto per i contenuti melensi, ma le lunghe pause tra i botta e risposta; insopportabile. Alcune lacune poi rendono la continuità a rischio: sul finale del film metà sala non ci aveva più capito niente. E non stiamo guardando Inception o Memento. Non ci siamo.

Katniss

E nella prossima scena sarà pulita pettinata e secca!

Anche se ho apprezzato il primo film il resto è una parabola discendente. Veramente un peccato, con dei ritmi più serrati poteva essere apprezzabile da entrambi i sessi.

 


Voto di IMDb: 6,6 con 200134 voti
Voto di Crisididentita: 7,5
Voto di Snake Plissken: 4,5 (arrotondiamo!)
Voto di Doc Brown: 6 (pensavo molto peggio)
Voto di Sirius Black: 10 russate nel primo tempo su 10
Voto di John Spartan: -.-
Voto di Axel Foley: Distretto 5 (la mia pazienza non è stata premiata)

 

Informazioni su Snake Plissken

Snake Plissken

Membro fondatore di FinalCiak. Se vostra figlia è stata rapita da Cuervo Jones, potete scrivermi a snakeplissken@finalciak.com non lamentatevi se dopo scrivo 666 su un tastierino numerico. Adoro le sigarette American Spirit.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com