Spectre

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 06-11-2015 alle 17:47

Spectreposter

Spectre (UK | USA, 2015, 148min)
Regia: Sam Mendes
Sceneggiatura: John Logan, Neal Purvis, Robert Wade & Jez Butterworth.
Cast: Daniel Craig (James Bond), Christoph Waltz (Oberhauser), Léa Seydoux (Madeleine Swann), Ralph Fiennes (M), Monica Bellucci (Lucia), Ben Whishaw (Q), Naomie Harris (Moneypenny), Dave Bautista (Hinx), Andrew Scott (C).
Genere: Azione | Avventura | Thriller | COCKtails | Smoking | Voldemort col naso rifatto

Trama: Dopo gli eventi di Skyfall, Bond prende una vacanza dal solito tran tran dell’MI6 (o MI5, mai capito la differenza) e decide di seguire una pista data dalla precedente M riguardo un cattivone. L’indagine e la scia di femmine sedotte e abbandonate parte da Città del Messico, passando per Londra da Roma fino a BangCOCK (andata senza ritorno all’ultimo secondo), mentre il nuovo M, Voldemort in persona, cerca di trattenere nella bacchetta svariati Avada Kedabra sul suo nuovo capo C (il mio nome è C…Vivin C) che ha intenzione di unire tutte le agenzie di spionaggio del mondo sotto un’unica organizzazione rottamando però il programma ‘doppio 0’. Mettendo tutti i tasselli a posto, Bond scoprirà una super agenzia del male, l’Hydra, che è sempre stata dietro a tutti i cattivoni uccisi da Bond da Casinò Royale a Schifoll ma ancora più incredulo scoprirà che è in qualche modo legato al suo capo, il colonnello Hans Landa, alquanto incazzato con Bond perché non solo protegge l’ebrea Shosanna, ma la tromba pure.

Hail H.Y.D.R.A.!

Impressioni: Premetto che non sono un fan del Bond cinematografico, lo trovo alquanto pacchiano come personaggio, misogino ed esagerato per non parlare delle varie trame al limite della fantascienza e impregnate della cultura pop anni ’60. Cambiai idea vedendo il primo film di Craig, Casino Royale, e rimasi stupito di come fossero riusciti a togliere tutti i vecchi stereotipi del James Bond anni ’60 alla Austin Powers rendendo il personaggio molto più moderno e realistico: sanguina, le prende di santa ragione, piglia i suoi 2 di picche come noi mortali, non ha un bazooka nascosto nella Mount Blank e ha un sarcasmo più pungente e meno da pugno in faccia.

‘Ok, ho trovato il modo per posticipare ancora Bourne 5’

Nonostante tutto era cinico e preparato, il Bond più fisico mai visto ma comunque con un cuore. Bene dopo un Quantum of Solace più sottotono ma comunque gradevole e, per la prima volta, davvero ben legato al capitolo precedente, arriva Mendes e con il suo Skyfall che manda all’aria tutto e ritorna ai vecchi fasti. Austin Powers alla riscossa. Bene Spectre è il suo degno sostituto, un film che di fatto cancella lo stile dei primi due film con Craig (ma ai quali comunque vuole tendere una manina molle e sudaticcia) ma che riprende tantissimi elementi di tutti i film di 007. Dal Bond di Sean Connery a quello di Pierce Brosnan, magari tralasciando Lazenby che reputo uno dei migliori dopo Craig, a tutti i cattivi storici come Dr. No, Ernst Blofeld e il suo gattaccio, lo scagnozzo Squalo. Se siete appassionati chiaramente non potrete non accorgevi di tutte queste perle.

spectre2

Perché dovrei far passare il mio dito sul suo collo?!

Questo è Spectre, un capitolo conclusivo e autocelebrativo di tutta la saga della spia più amata dalle donne e più odiata dai supercriminali che pagano il mutuo minacciando il pianeta nella loro base segreta sulla Luna o su una isola tropicale. A mio parere, per un film di questo decennio, Spectre è fuori posto, troppo forzato, troppo lento, troppo irreale in alcune scene, insomma ancora la trama del criminale che vuole conquistare il mondo…ANCORA?! A parte questo, devo ammettere che la regia è molto buona e la scena iniziale a Città del Messico è notevole, con alcune inquadrature senza stacchi che adoro. Ci sono momenti morti, molto morti e altri invece godibili ed esaltanti. E no, Monica Bellucci non è la Bond Girl che se ne dica perché è solo una trombata di 5 minuti, messa proprio a forza nel film per ricordarvi che ‘Hey! Bond le seduce tutte cazzo!’ nel caso qualcuno se lo fosse dimenticato notando che usa come arma ancora quella cacatina di Walther PPK 7,65 invece della nuova Walther 9mm che aveva Brosnan e lo stesso Craig in Casinò Royale.

spectre3

James, non te la darò mai! No ho cambiato idea, eccoti l’utero

Conclusioni: Siete fan di James Bond stile Connery? Amerete il film. Skyfall vi è piaciuto? Questo film non ci arriva. Bond non vi piace ma avete apprezzato Casinò Royale? Perché volete vedere Spectre? Noleggiate un film di Bourne e via di pop corn.


Voto di IMDb: 6,8 con 313361 voti
Voto di Doc Brown: 6 (se penso che dovevano chiamare Nolan alla regia e poi hanno ripreso Mendes…)
Voto di Axel Foley: 6
Voto di Snake Plissken: 6 (ma mi fa cagare)

 

Informazioni su Doc Brown

Doc Brown

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a docbrown@finalciak.com

  • Premetto che è il primo film di Bond che vedo (sì lo so, incredibile) ma dopo questo film non mi viene voglia di vedere gli altri… Però immagino che non siano tutti così…
    Bellissimo l’inizio, mozzafiato e tecnicamente ineccepibile, poi il film è sempre più loffio fino alla fine, scontato, irrealistico, e con le donne lui è pure, oso dire, irritante (anche se mai irritante quanto veder la Bellucci recitare e soprattutto autodoppiarsi, uno scandalo nello scandalo).
    Alcune scene fiche, altre inutili, il cattivo da genio del male guarda caso diventa un imbecille di prima categoria verso l’ultima mezz’ora in cui non ne azzecca una e rivela pure tutti i piani, come in un film di categoria z degli anni 70.
    In definitiva una pellicola divertente visivamente (a tratti molto), ma banale e artificiosa a dir poco… e soprattutto sterile, non ti lascia assolutamente nulla.
    6.5 loffio loffio

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com