The Terminator

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 03-07-2015 alle 9:00

theterminatorposter

The Terminator (USA, 1984, 107min)
Regia: James Cameron
Sceneggiatura: James Cameron & Gale Anne Hurd.
Cast: Arnold Schwarzenegger (Terminator), Linda Hamilton (Sarah Connor), Michael Biehn (Kyle Reese), Paul Winfield (Tenete Ed Traxler), Lance Henriksen (Detective Hal Vukovich), Earl Boen (Dottor Silberman).
Genere: Azione | Fantascienza
IMDb Top 250 #211.

« Le macchine emersero dalle ceneri del fuoco nucleare. La loro guerra per sterminare il genere umano aveva infuriato per decenni. Ma la battaglia finale non si sarebbe combattuta nel futuro: sarebbe stata combattuta qui, nel nostro presente… Oggi. »

Trama: Los Angeles, 2029. Skynet, un network militare che nel 1995 diventò un’intelligenza artificiale, giudicò la razza umana una minaccia, prese possesso di tutte le armi nucleari americane e le lanciò contro la Russia causando una guerra atomica. Per i sopravvissuti si prospettò una lotta per la sopravvivenza, braccati dalle letali macchine di Skynet. Nei campi di sterminio organizzati dalle macchine per bruciare i cadaveri, un uomo di nome John Connor riesce a riunire i sopravvissuti facendoli fuggire e istruendoli sulle tattiche militari e riunendoli in una resistenza che nei decenni diventa sempre più organizzata e agguerrita, tanto da arrivare a spezzare le forti difese di Skynet. Ormai alle strette e giudicando inutile uccidere il leader della resistenza per spezzare il fuoco della ribellione umana, Skynet in un disperato tentativo di ribaltare le sorti della guerra invia un Terminator modello T-800 (Arnold Schwarzenegger), un letale e corazzato cyborg ricoperto di carne viva e indistinguibile da un essere umano, nel passato per uccidere la madre di John Connor, Sarah Connor (Linda Hamilton), segnando il destino della razza umana. Saputo del piano diabolico, John Connor manda un suo fidato soldato, Kyle Reese (Michael Biehn), all’inseguimento del cyborg per eliminarlo. Non riuscendo a intercettarlo prima del viaggio temporale, Kyle decide di seguire il cyborg entrando nella macchina del tempo dopo aver minato il complesso, sapendo che non potrà più tornare indietro e sapendo che non potrà portare le futuristiche armi che servono per fermare il cyborg (il campo temporale funziona solo sui viventi). Arrivato nella Los Angeles del 1984, Kyle riesce a trovare Sarah Connor poco prima che il Terminator le spari, aiutandola a fuggire dalla macchina assassina. I due fuggono ma il Terminator è programmato per completare la missione, per Kyle e Sarah si prospetta una difficile lotta contro un avversario inarrestabile e potenzialmente invulnerabile.

Sarah Connor? Sarah J. Connor o Sarah L. Connor?!

Impressioni: Prodotto con un budget di 6,5 milioni di dollaroni, The Terminator divenne ben presto un cult nel panorama della fantascienza e del cyberpunk, lanciando uno sconosciuto Arnold nei campi elisi di Hollywood. The Terminator fa leva su un incubo primordiale per noi uomini: essere inseguiti costantemente da un killer invulnerabile e invincibile… Se questo killer poi ha le fattezze di Arnie, io avrei alzato bandiera bianca dopo i primi 2 minuti di pellicola. Pietra miliare nel cinema, ha dato una forte spinta al filone della fantascienza post apocalittica aiutato anche da Mad Max e ha instaurato in ognuno di noi l’idea che anche il nostro tostapane, se arrivasse all’autoscienza, deciderebbe di farci la pelle.

theterminator4

Non starai mica piangendo?! No, mi è entrato un calibro 12 nell’occhio!

Azione e costanti inseguimenti sono leggen…adesso arriva…dari! e l’idea di invulnerabilità del T-800 raggiunge l’apice verso la fine del film, quando resiste all’esplosione spettacolare di una autocisterna piena di benzina super tanto che io stesso quando vidi per la prima volta il film pensai che solo una pressa idraulica avrebbe distrutto quella cosa. Nelle tante sparatorie e azioni tipiche degli action movie anni ’80 (che rimpiango), il film ha anche una morale e diversi messaggi non violenti tra cui l’idea che il destino non esiste e che lo scriviamo noi (per cui scrivetene uno buono, come direbbe il buon Doc Brown, cioè io) e una denuncia sulla vendita delle armi ai civili (fucile a pompa e mitragliatore UZI sono facilmente reperibili e in pronta consegna e sono considerati per la ‘difesa personale’). Inoltre siate dell’idea di comprarvi un cane, fiutano i Terminator e vi tengono al sicuro, quindi non abbandonateli… MAI!

theterminator2

Ci siamo amati per poche ore, ma quanto ci siamo amati… e quante volte!

Un vero peccato la mancanza delle scene tagliate nella pellicola (visibili nell’edizione BD ma non integrate) che rimandano al secondo capitolo, scene in cui Sarah pianifica la distruzione della CyberDyne per evitare la futura guerra nucleare, finendo invece per causare il salto tecnologico che serviva all’azienda per costruire i ‘processori molecolari’ che porteranno alla creazione di Skynet, processori che vengono ritrovati da due scienziati e che provengono dal Terminator distrutto nella pressa idraulica in quella che nella pellicola originale è una qualsiasi industria ma che nelle scene tagliate si vede essere di proprietà della CyberDyne (grazie James, questa cosa avrebbe spiegato diversi interrogativi nel secondo film).

Curiosità per Snake e per i più informatici: la visuale rossa del Terminator è stata elaborata utilizzando un Apple II e il codice visibile era assembly del microprocessore MOS Tecnology 6502 a 8 bit da ben 1Mhz usato proprio da questo tipo di computer.

theterminator3

Hey amico! la vuole ancora la Corvette?!

Conclusioni: Se non avete ancora visto questo film, disiscrivetevi subito da Finalciak… non sto scherzando, hasta la vista, amigos!


Voto di IMDb: 8,0 con 648107 voti
Voto di Doc Brown: 8,5 (cosa se ne fa il Terminator del puntatore laser della magnum?!)
Voto di Axel Foley: 8,5
Voto di Snake Plissken: 8

 

Informazioni su Doc Brown

Doc Brown

Membro fondatore di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a docbrown@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com