Black Sea

Categorie: Film, Recensione

Pubblicato il 09-05-2015 alle 18:00

 

 

BlackSea_PosterData

Black Sea (UK | USA | Russia, 2014, 114min)
Regia: Kevin Macdonald
Sceneggiatura: Dennis Kelly
Cast: Jude Law (Robinson), Scoot McNairy (Daniels), Ben Mendelsohn (Fraser), David Threlfall (Peters)
Genere: Avventura | Thriller

Ben trovati amici Finalciakkiani. Mi trovo, dopo diverso tempo di inattività, a scrivere per voi attraverso nuove tecniche che rendono più semplice questa passione. Presto altre cose cambieranno, e per questo continuate a seguirci… ma ora a noi.

Black Sea. Un titolo potente, che fa pensare al mare, forse pirateria, galeoni, tesori… Ebbene sì “amici cari”, è proprio un film sul mare, ma la storia tratta di un mare profondo, un mare oscuro, il Mar Nero.

1941, il sottomarino tedesco U-Boot, carico di lingotti d’oro, viene abbattuto e giace sul fondo del mare…
Oggi. Dopo essere stato licenziato, Robinson (Jude Law), viene coinvolto in un progetto poco legale, per tirare fuori dal fondale del Mar Nero quello che la storia ha sempre ricordato come il tesoro di Hitler.
Pare un lavoro molto semplice, in fondo tirare fuori relitti dal mare è quello che ha sempre fatto il nostro protagonista, se non fosse che quei mari sono pattugliati costantemente da forze militari, ed il paese di dominio non darebbe mai l’approvazione per tale operazione.
Quindi deve essere fatto tutto in sordina e quindi bisogna trovare un sommergibile, magari economico, ed una ciurma, magari di cui ci si possa fidare, e se poi c’è un buon finanziatore alle spalle tanto meglio!

images

Da qui tutto è perduto, senza spoilerare nulla che possa rovinarvi la visione, dico solo che comincia ora a partire quella sensazione di claustrofobia e angoscia che il film deve dare.

Nervi a fior di pelle, probabili ammutinamenti (già accennato nel trailer), la miglior possibilità di riscatto della loro vita… Basta così poco per perdere tutto.

Black SeaIncorniciato da situazioni un po’ bizzarre che faticano a mantenere la credibilità del film, la pellicola non abbandona comunque i colpi di scena, sebbene il finale sia di una banalità assoluta.

Sicuramente NON il miglior film sui sottomarini, NON la migliore interpretazione di Jude Law, ma comunque nemmeno un brutto film sulla avidità umana.

Bat-Fiz

 

Interessante e claustrofobico thriller, assai coinvolgente grazie ai molti colpi di scena.
L’inizio è un pò lento, ma è un prologo indispensabile a capire le vicende. Ma quando si chiude il portellone e il sottomarino, quasi un pezzo da museo, si inabissa, comincia a salire la tensione.
Tranne due persone, tutto l’equipaggio non è nuovo al mondo dei sottomarini: la maggior parte delle volte, se qualcosa va storto, sono delle vere e proprie camere della morte, non è che puoi saltare fuoribordo su una scialuppa!

Il fatto poi che stanno eseguendo un’operazione illegale, e che in caso si avvicini qualche nemico, per non farsi sentire, devono stare immobili e quasi nemmeno respirare, non è che ti fa fare una vita tranquilla a bordo!
Il lavoro più importante e più stressante è quello dell’operatore sonar: lavori solo di orecchie, ancora più isolato dal mondo!

Non ricordo nessun film in cui il personaggio di Jude Law non lo prenda nel didietro! Comunque è bravo nel ruolo prima giudizioso e accondiscendente alle richieste della ciurma, poi imprudente, del capitano del sottomarino. Certo assumere un sommozzatore che ha l’enfisema non è una grande idea!
Prendere equipaggi di due nazionalità diverse non si rivela una scelta vincente, perché gli screzi tra le due fazioni non tardano ad arrivare… se poi c’è qualcuno che mette volontariamente zizzania, siamo a cavallo!
La fotografia e scura: gli interni del sottomarino e le scene sul fondo del mare, a causa della profondità, sono poco illuminati.

Da vedere, se non siete claustrofobici.

Lisbeth Kelevra


Voto di IMDb: 6,4 con 27245 voti
Voto Bat-fiz: 6 (forse comincio ad essere cattivo con i voti… forse)
Voto di Lisbeth Kelevra: 7

 

Informazioni su bat-fiz

bat-fiz

Collaboratore ufficiale di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a batfiz@finalciak.com