The Strain

Categorie: Serie TV

Pubblicato il 14-11-2014 alle 8:00

the_strain

The Strain (USA, 2014, 43min)
Regia:
Sceneggiatura: Guillermo del Toro (created by), Chuck Hogan (created by)
Cast: Corey Stoll Ephraim Goodweather (39 episodes, 2014-2016)
David Bradley Abraham Setrakian (39 episodes, 2014-2016)
Mía Maestro Nora Martinez (39 episodes, 2014-2016)
Kevin Durand Vasiliy Fet (39 episodes, 2014-2016)
Genere: Drama | Horror | Thriller

Stagioni: 1 (13), 2 (13)

 

Dal magico mondo horrorifico di del Toro, nacque alcuni anni fa, esattamente nel 2009, un romanzo scritto dal Guillermo nazionale e Chuck Hogan (a cui seguirono pure The Fall e The Night Eternal). Il successo portò i due ad elaborare una graphic novel, nel 2012, per finire poi lanciata negli schermi televisivi dall’emittente FX nel 2014.

fumetto the strainMa se vi state chiedendo: che cos’è The Strain?, possiamo dirvi che siete finiti nel sito giusto.

Trama:
Nell’aeroporto JFK di New York è atterrato un aereo. Il che non desta nulla di strano se non fosse che da quell’aereo non è uscito nessuno, è spento e pare non comunicare nemmeno con l’esterno. Viene così chiamato un epidemiologo di fama internazionale, Ephraim Goodweather, per controllare la situazione affinché nessuna sostanza estranea possa aver contaminato l’ambiente, e nel caso contrario capire come risolvere il problema. Ma soprattutto constatare cosa è avvenuto in quell’aereo.

downloadEntrato con la sua equipe fa una sconcertante scoperta. Centinaia di morti e solo pochi superstiti.
I sopravvissuti vengono così messi in quarantena e i morti cominciano a sparire.
L’entrata in scena di un ebreo sopravvissuto ai campi di concentramento e oggi commerciante di un negozio di antiquariato, sembra spiegare una situazione inspiegabile che vede come unico fine, il dominio di una razza quasi estinta sulla terra.

b565150f5dc74b78cb575d3cf2a09189Le somiglianze decisamente palesi della serie con Dracula di Bram Stoker sono molte. Dal vecchio che pare saperne molto, alla sua storia, per non parlare di alcuni richiami di Salem’s Lot di Stephen King. Non è proprio originale, se non per la particolarità di voler giustificare l’epidemia di vampiri come un virus, che per quanto sia oscura e demoniaca la situazione, paragonarla ad una malattia determinerebbe a sua volta la possibilità di curarla.

The-strain-eph-the-masterOvvio che se uno si mette a vedere un film di del Toro, lo fa soprattutto per gli effetti di scena, gli effetti speciali… Il face off in sostanza, tanto per richiamare un reality americano in cui lo scopo è mascherare al meglio le persone.
Beh per questo devo dire che siamo di molto sotto nota. Abbiamo un maestro che ricorda molto un Buffy, gli unici sono i vampirelli che mostrano un tocco diverso.

La storia in se è guardabile ma un po’ soporifera soprattutto nei dialoghi. Troppe pare mentali e discorsi inutili. I primi due episodi però sono decisamente una bella bomba.

Nella stagione 2 però la dinamicità cambia. Esistono sempre quei colloqui da suicidio, ma è tutto più veloce e non vedi l’ora di vedere cosa accade nella puntata successiva. Ho apprezzato più volentieri gli effetti speciali di questa stagione, e la storia comincia davvero ad entusiasmarmi.

Voto Bat-fiz: 6 (voglio essere un acchiappa ratti!!)


Voto di IMDb: 7,4 con 62548 voti

 

Informazioni su bat-fiz

bat-fiz

Collaboratore ufficiale di FinalCiak. Potete contattarlo direttamente scrivendo a batfiz@finalciak.com

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com